BMW Alpina - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

BMW Alpina: le berline più veloci del mondo

Nell’idea di trasformare i modelli di serie della BMW in veicoli di potenza elevata idonei alla circolazione su strada sottoponendo la motorizzazione a tuning, l’ingegnere Burkard Bovensiepen nel 1961 ha iniziato a dotare i veicoli col marchio BMW Alpina del motore a doppio carburatore da lui elaborato per la BMW 1500. Il marchio ha continuato a svilupparsi con la stessa velocità con cui la BMW Alpina ha iniziato a circolare dopo l’intervento di trasformazione. Mentre le versioni da corsa dalla fine degli anni Sessanta hanno fatto incetta di premi nelle gare di automobilismo, i modelli destinati alla circolazione su strada, come la BMW Alpina B7 e la BMW Alpina D10, hanno conquistato il titolo non ufficiale di berline (Diesel) più veloci del mondo. Fino al 1977 Alpina si limitava ad effettuare interventi di tuning mirati ad aumentare la sportività, mentre nel 1978 con la BMW Alpina B6 ha lanciato per la prima volta sul mercato un veicolo di proprio sviluppo. Dal 1983 il tuner di Buchloe era diventato a tutti gli effetti un’azienda produttrice di auto autonoma. Sulla parte esterna dell’auto il simbolo bianco e azzurro della casa di Monaco visibile sul volante è stato sostituito con un logo personalizzato, sulla porzione di coda del veicolo è riportata la dicitura “Alpina”, ed inoltre si osservano strisce decorative, spoiler e cerchi da 20 pollici. La nuova BMW Alpina è stata elaborata sulla base delle Serie 3, 5, 6 e 7 e dal roadster BMW. Con il roadster Alpina V8, di cui sono stati fabbricati complessivamente soltanto 555 esemplari in tutto il mondo, la ditta produttrice nel 2002 ha conquistato anche il mercato americano.


BMW Alpina sulla base della Serie 3 BMW

I primi modelli propri dell’Alpina, elaborati sulla base della Serie 3 BMW E20 lanciata tre anni prima, sono stati proposti sul mercato nel 1978 con il nome di BMW Alpina B6 e BMW Alpina C1. L’Alpina B6 dotata di motore sei cilindri da 2,8 litri è stata una delle prime auto di serie del mondo con accensione computerizzata completamente elettronica. Il modello a benzina più recente, basato sulla BMW Serie 3, è la BMW Alpina B3 Biturbo da 265 KW (360 CV), che raggiunge una velocità massima di 285 km/h e compie lo sprint da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi. Nel 1999 con la BMW Alpina D10 è stata presentata per la prima volta una versione Diesel da 245 CV, che era nel contempo anche la berlina Diesel più potente del mondo. Nel 2005 è seguita la BMW Alpina D3 da 147 kW (200 CV) elaborata sulla base della BMW 320d, e successivamente la BMW Alpina D3 Biturbo da 157 kW (214 CV), che raggiungeva una velocità massima di 244 km/h.


La BMW Alpina come base per modelli BMW di grande formato

Nel 1978 con la BMW Alpina B7 e B7S Turbo e la BMW Alpina B10 Biturbo, provviste di motorizzazione basata su quella della BMW Serie 5, Alpina ha inserito in programma le berline di serie più grandi del mondo. La BMW Alpina B10, di cui sono stati prodotti appena 500 esemplari, presentava una potenza di 265 kW (360 CV) che consentiva alla vettura di raggiungere una velocità fino a 291 km/h. Nel 2005 è stata sostituita con il modello successivo BMW Alpina B5, proposto nelle varianti berlina e SW. Al posto dei motori da 368 kW (500 CV), i modelli più nuovi sono stati dotati di un gruppo propulsore più potente da 390 kW (530 CV), in grado di raggiungere una velocità massima di 317 km/h. Sulla base del coupé della Serie 6, dal 2005 al 2007 è stata creata la BMW Alpina B6 con motore otto cilindri dalla cilindrata di 4,4 litri e una potenza di 368 kW (500 CV), cui è seguita la BMW Alpina B6S da 390 kW (530 CV). Sulla base della Serie 7 BMW è nata la BMW Alpina B7 Biturbo da 373 kW (507 CV), che raggiungeva una velocità massima regolata di 280 km/h.


Mehr anzeigen