Compra Caterham usate e convenienti su AutoScout24.it

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Caterham Seven: too fast to race

In questa formula si sintetizza tutta la grandezza della leggendaria auto da corsa, la Seven, prodotta dalla piccola casa automobilistica britannica Caterham. Troppo veloce per gareggiare con le altre auto su pista, e per questo bandita da tutti i circuiti; questa la decisione delle autorità sportive inglesi, nel lontano 1970. Questo evento portò la casa madre a fare da sé e organizzare campionati mono-marca che si rivelarono allora, e sono tuttora, seguitissimi. La Seven, elegante e scattante, è la macchina da corsa per veri appassionati non professionisti ed è disponibile anche in Italia, con grandi occasioni sul nuovo e tra le auto usate.

Caterham: sinonimo di Seven

L'azienda fu fondata nel 1959 da Graham Nearn come concessionaria Lotus. Quando la Lotus cessò la produzione della Seven, la Caterham acquistò i diritti di produzione e commercializzazione della vettura. La produzione di questo veicolo si collocò, in quel periodo, a Dartford, vicino a Londra. Nel 1994, fu deciso di ampliare la produzione con un nuovo modello, la 21, che presentava una carrozzeria più classica e tradizionale mantenendo però telaio e meccanica della Seven. Fu qualcosa di assolutamente episodico e di breve durata: la Caterham era ed è sinonimo di Seven. Nel 2005, la famiglia Nearn cedette il marchio a un fondo di investimento, capitanato da Ansar Ali, ex-direttore della Lotus. Nel 2011 la società fu acquistata dalla scuderia di F1 Team Lotus, di proprietà di Tony Fernandes, che di lì a poco mutò la propria denominazione in Caterham F1 Team. Nel 2012 fu annunciata la fusione tra Caterham Cars e Renault, con lo scopo di ampliare la produzione di auto sportive. Nel 2013 fu presentato AeroSeven Concept, un prototipo formulato con il proposito di rinnovare la gamma di mezzi prodotti dalla casa britannico-francese. Ad oggi, però, la gamma è costituita unicamente da diverse versioni della Seven e dal prototipo SP/300R. Come anticipato, dal 1986 il brand organizza campionati mono-marca. Nel Regno Unito sono cinque quelli dedicati alla corsa delle Seven e uno riservato alla SP/300R: vi prendono parte, complessivamente, un migliaio di piloti senza pratica agonistica.

Storia di una piccola grande sportiva

La Seven fu immessa sul mercato automobilistico a partire dal 1957, come alternativa alla Lotus. Considerato l'ottimo rapporto potenza-peso, la Lotus ne portò avanti la produzione fino al 1972, realizzandone quattro serie. Quando la Caterham Cars divenne produttrice e venditrice unica della sportiva, scelse di tornare dalla S4 alla S3, di gran lunga preferita e, ancora oggi, alla base delle evoluzioni dei modelli attualmente presenti sul mercato. Non si contano aggiornamenti particolari fino al 1985. In quell'anno, fu reso disponibile lo schema sospensivo posteriore ponte De Dion. Nel 1990 fu introdotto il motore Opel HCP 2.0 da 175 cv. Nel 1991 vi si sostituì il motore Rover serie K 1.4. Altra modifica importante fu quella del 2000, quando fu introdotto il telaio SV opzionale, più grande di quello tradizionale. Nel 2001 si abbinò il propulsore della Honda CBR 900 Fireblade a un telaio in alluminio e carbonio. Del 2005 è invece l'evoluzione più significativa: l'introduzione del modello CSR con interni eleganti, telaio SV di serie, nuove sospensioni e aerodinamica rivisitata. Nel 2006 si segnala un'ulteriore miglioria con un nuovo telaio S3 più resistente all'impatto e la nuova sostituzione al motore Rover del motore Ford Sigma.

I modelli disponibili in Italia

I modelli disponibili in Italia, sia nel comparto del nuovo che nell'usato auto, includono la 160, entry level della gamma con motore Suzuki 660 cc. e le Roadsport, più prestanti su strada che in pista, in due versioni: la 120 e la 175. La prima, dotata di motore Ford Sigma VCTI 1.6 (120 cv), che le permette di raggiungere i 190 k/h e di scattare in 5,9 secondi da 0 a 100 km/h. La seconda, dotata di motore Powertrain Duratec 2.0 (175 cv.), raggiunge i 220 km/h e scatta a 100 km/h in 4,8 secondi. Le Superlight, ideali su pista, sono la 120, la R300, la R400, la R500, la R600 e la 620R tutte con motore Duratec 2.0 e variabili da una potenza di 120 cv a 311 cv. Le Superlight R500 e 620R raggiungono i 250 km/h di velocità con scatto a 100 km/h in 2,79 secondi per la 620R. Rispetto alle altre Seven, la CSR è l'auto sulla quale la casa di produzione ha investito di più in termini di innovazione e ricerca del comfort. Presenta parafanghi e muso differenti, fondo piatto, telaio SV di serie, plancia imbottita opzionale con portaoggetti e sistema di ventilazione. Ultima tipologia la Academy, simile a una Roadsport ma ideale su pista, è dotata di un roll-bar integrale, cinghie di sicurezza con sistema a sei ancoraggi, motore Ford Sigma VCTI 1.6 (120 CV). Nel Regno Unito l'acquisto di questa vettura regala all'acquirente l'iscrizione al campionato riservato a questo modello di auto.

Specifiche della Caterham Seven CSR

Questo modello è il fiore all'occhiello nella storia produttiva della Caterham Seven: stabile su ogni tipo di strada alle alte velocità, presenta ottimo handling e grande motricità grazie alle speciali gomme e ai cerchi. I parafanghi vicini agli pneumatici e il muso largo come anche il fondo piatto, inducono una riduzione della portanza sull'asse anteriore pari al 50%, fatto che determina la riduzione a velocità massime del sottosterzo. La riprogettazione del telaio ha determinato l'aumento della rigidità di torsione del 25%, mentre la plancia opzionale - con bordo strumenti cromati, porta oggetti e sistema di aerazione - ne ha nettamente migliorato l'ergonomia. L'equipaggiamento di serie prevede carrozzeria in alluminio, telaio SV maggiorato, cambio a 5 rapporti, impianto frenante racing, sospensioni anteriori Pushrod F1 style e posteriori indipendenti, rivestimenti per gli interni, sistema di riscaldamento, parabrezza, soft top e portiere. Opzionali sono la plancia, la verniciatura, i sedili in pelle e i triangoli delle sospensioni anteriori.

Mehr anzeigen