Dacia Duster - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Nel 2010 il SUV compatto Dacia
Duster viene lanciato sul mercato

Con l’acquisizione
della casa automobilistica rumena Dacia, il gruppo francese Renault,
iniziò a sviluppare, a partire dal 1999, berline, furgoni
station wagon e pick-up per una fascia di prezzo più bassa.
Fu criticata, poiché Dacia per modelli come Logan o Sandero
faceva a meno di alcune consuete funzionalità di sicurezza.
Tuttavia, il concetto di basso costo non era solo per i mercati
dell’Est Europa, dove Dacia era tradizionalmente
rappresentata, anzi i dati di vendita salirono velocemente anche in
Europa occidentale e in altre parti del mondo. I rumeni avevano il
vantaggio, soprattutto per la tecnologia dei motori, di poter contare
sull’esperienza della casa madre francese quando si
presentarono sul mercato mondiale. Inoltre Dacia,
nell’impostazione del suo programma di modelli, ha fatto
sempre attenzione di concentrarsi su segmenti di grosso volume. Il
produttore ha compreso di avere una certa probabilità di
successo anche nella classe degli Sport Utility Vehicles (SUV)
compatti. Nel 2010, i francesi e i rumeni hanno sviluppato il loro
primo crossover in stile SUV per la produzione di serie e le vendite
del modello, battezzato Dacia Duster, iniziarono anzitutto in Europa.

Il design della Duster
mostrava le caratteristiche tipiche della sua classe

La
Dacia Duster si basava, come molti altri modelli del produttore rumeno,
su una piattaforma di costruzione che era stata utilizzata sia da
Renault sia anche dal suo partner giapponese Nissan. Per la Dacia
Duster il passo delle ruote è stato tuttavia allungato a
2,67 metri. Le dimensioni della carrozzeria del SUV-compatto, di circa
1,3 tonnellate, erano di 4,31 metri di lunghezza, 1,82 di larghezza e
circa 1,69 metri d’altezza, facendo appartenere di diritto
questo veicolo ai modelli crossover. Il design della Dacia Duster
proveniva dal laboratorio progettuale di Renault, che aveva portato a
termine il compito di trasformare l’immagine, fino a quel
momento sobria del marchio Dacia, in uno più sportivo.
Pertanto la Dacia Duster è stata realizzata con la tipica
forma dei modelli Crossover.

La Dacia Duster viene
costruita con trazione anteriore e integrale

La Dacia Duster è
stata offerta con due tipi di trazione. Con il motore a benzina questo
modello può essere ordinato sia con la trazione anteriore
sia con la variante a trazione integrale. Nella versione diesel la
trazione integrale è disponibile solamente con la
motorizzazione più potente della Dacia Duster. Questa
tecnologia proveniva dal marchio partner Nissan e permetteva al
conducente di distribuire la trazione su tutte le quattro ruote oppure
solamente su quelle anteriori, secondo la modalità di
cambiata. Inoltre, per la prima volta la versione di punta della Dacia
Duster era equipaggiata con un controllo elettronico della
stabilità, che fino al lancio sul mercato della Dacia Duster
nel 2010, non era mai stato offerto dal produttore rumeno.

Le motorizzazioni della Dacia
Duster

Dal punto di vista delle
motorizzazioni, la Dacia Duster è disponibile in una
versione a benzina con una cilindrata di 1,6 litri, così
come con un motore diesel da 1,5 litri in tre diversi livelli di
potenza. La versione a benzina fornisce alla Dacia Duster una potenza
fino a 77 kW (105 CV), che è sufficiente per
un’accelerazione fino a 164 chilometri orari. I consumi medi
per il modello di base, dichiarati dal produttore, sono pari a 7,5
litri (177 g/km CO2). La versione diesel più piccola
(normativa Euro4) della Dacia Duster sviluppa una potenza fino a 63 kW
(86 CV) e consumi medi pari a 5,7 litri di diesel (135 g/km CO2). Il
motore più potente Euro 5, sviluppa 79 kW (107 CV) e 81 kW
(110 CV), nella versione a trazione integrale.