Ferrari - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Come nessun'altra marca di automobili la Ferrari rappresenta il desiderio segreto di velocità, sportività ed eleganza di ogni automobilista. La ditta italiana, che oggi riveste un ruolo di primo piano soprattutto nel campo della Formula 1, costruisce veicoli per clienti esclusivi che colpiscono per la forma meravigliosamente aerodinamica. Le origini dell´emblema del marchio, il nero cavallino rampante, sono diverse. Ricorda da un lato un famoso aviatore italiano della prima guerra mondiale, ma allo stesso tempo si ricollega al produttore tedesco Porsche che già negli anni '20 aveva inserito il cavallino nel suo marchio di fabbrica.

Il fondatore dell'azienda fu l'ex campione automobilistico ed esperto meccanico Enzo Ferrari, il quale tra il 1929 e il 1938 diresse il team con il nome "Scuderia Ferrari", in gara per Alfa Romeo, ottenendo grandi successi. Enzo Ferrari poi, alla fine della carriera di pilota, decise di produrre lui stesso automobili nella nuova fabbrica sotto il proprio nome. A quel tempo si trattava in primo luogo di automobili da corsa, come la Ferrari 125 C con un potente motore V12 che venne ultimata nel 1947 e rappresentò la prima pietra della storia coronata da numerosissimi successi dell'azienda.

I trionfi delle automobili da corsa diedero anche il via alla divisione dei veicoli da strada della marca Ferrari. Enzo diede incarico ai migliori designer di automobili del tempo della famosa ditta Pininfarina di progettare automobili sportive la cui aerodinamica era unica al mondo. Ferrari forniva i potenti motori a 8 o addirittura 12 cilindri che già nel loro ruggito si distinguevano dagli altri modelli sportivi di questa generazione. Negli anni '50 il marchio raggiunse una grande popolarità tra le classi più abbienti in Europa ed oltremare.

Tuttavia, nonostante altre innovazioni, Ferrari dovette lottare con i segni dei tempi. Negli Stati Uniti vennero introdotte negli anni '70 diverse norme per ridurre le emissioni di gas di scarico e di rumore che causarono un tracollo in tutto il settore delle automobili sportive. Altre ditte, come Ford, si fecero strada con prepotenza nel campo della Formula 1, rendendo anche qui la vita difficile alla Ferrari. Solo con Niki Lauda alla fine degli anni '70 fu possibile ripristinare l'onore ammaccato degli italiani. Dopo i notevoli investimenti della Ferrari negli anni '80 - più a vantaggio della modernizzazione delle proprie fabbriche che nella progettazione di nuovi veicoli - all'inizio del decennio successivo fu finalmente possibile rinverdire gli antichi allori anche nel segmento dei veicoli da strada. La domanda per queste auto di lusso registrò una grande ripresa ed oggi la Ferrari è di nuovo una delle marche più ambite dai VIP di tutto il mondo.

Dagli anni '50 tutti i veicoli della marca Ferrari sono assolutamente ai limiti del possibile in fatto di tecnologia e colpiscono per il design sempre d'avanguardia. Le vendite della F355, presentata per la prima volta nel 1993 e disponibile nelle versioni Coupé, Targa e Cabriolet, hanno superato le 12.000 unità. La sua erede diretta nel segmento dei veicoli da strada fu la F360, che come V8 era dotata di una cilindrata di 3,6 litri e 400 CV. Fra il 1996 e il 2001 la Ferrari 550 con 12 cilindri era disponibile nei modelli Roadster e Coupé. Un classico assoluto della Ferrari è la 456 che è stata prodotta per più di 11 anni a partire dal 1993. Durante questo periodo il suo allestimento fu rimaneggiato più volte, fu venduta con diverse versioni di cambio e l'abitacolo venne modificato.

Della F50 vennero prodotti soltanto 349 esemplari e dal 1997 è diventata una vettura super sport lanciata per il cinquantesimo anniversario dell'azienda. Il motore ha una potenza di 520 CV e nasce dall'evoluzione di un motore precedentemente utilizzato in Formula 1. La sua erede ricorda il nome del fondatore della marca, Enzo, e con una velocità massima di 365 chilometri orari è attualmente il veicolo italiano più veloce. Il modello speciale Enzo FXX, che tuttavia non è omologato per la Germania, ha una potenza di 800 CV, mentre la versione standard raggiunge i 660 CV.

Nella divisione delle macchine da corsa la Ferrari Testarossa è il classico assoluto. Prodotta fra il 1984 ed 1996, venne commercializzata in diverse versioni. Con una potenza di 390 CV e un'accelerazione da 0 a 100 chilometri orari in 5,3 secondi era all'avanguardia rispetto ai tempi. Si rifaceva alla Ferrari Mondial, che era stata progettata dalla Pininfarina ed era disponibile solo nella versione coupé. Era più grande e disponeva di sedili posteriori opzionali, ma per la potenza rimaneva sicuramente dietro ad altre Ferrari dello stesso periodo. La Superamerica, infine, è uno degli ultimi modelli di casa Ferrari di cui solo nel 2006 sono stati prodotti 559 esemplari. Appartiene alla serie 575 e ha un tetto in vetro che, una volta aperto grazie ad uno speciale cinematismo, va ad appoggiarsi sul bagagliaio.

Mehr anzeigen