Ford C-Max - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

C-Max: modello iniziale della classe van Ford

Il van compatto Ford C-Max è stato presentato nel 2007 come successore del Ford Focus C Max, in programma dal 2003. La base di questo modello era comunque sempre la piattaforma delle berline della serie Focus, tuttavia con il nuovo nome si voleva sottolineare l’autonomia della serie di queste auto familiari compatte Ford. La cinque porte con il grosso portellone posteriore sarà quindi il modello iniziale della classe van Ford, già presente dal 1995 con la berlina di grosso formato Ford Galaxy e dal 2006 con il Ford S-Max.
Nel 2009 è la casa statunitense ha presentato la seconda serie della C-Max, commercializzata a partire dalla fine del 2010. La nuova Ford C Max è disponibile in due versioni: la Ford C-Max e la Ford Grand C-Max (modello a 7 posti).


Energie di propulsione alternative

Rispetto al modello precedente il Ford C-Max è stato modificato con una porzione di testa dalla configurazione più dinamica, proiettori anteriori modificati, luci posteriori in tecnologia LED e un abitacolo esteticamente impreziosito. Le varianti di equipaggiamento Ambiente, Style, Titanium e Ghia sono rimaste anche nella nuova serie. Dal 2008 era possibile ordinare questa macchina anche con propulsione a gas bivalente combinata con un motore a benzina da 2,0 litri, disponibile in una versione da 104 kW (141 CV). In alternativa la Ford proponeva il suo van compatto con propulsione a metano bivalente con serbatoio montato al di sotto del pianale e piccoli serbatoi per gas aggiuntivi applicati sotto il fondo del vano portabagagli. Questo apparato consentiva di caricare diciassette chili di gasolio, con cui il van era in grado di percorrere circa 300 chilometri unicamente a metano. L’autonomia massima in modalità bivalente con gas e benzina era invece dichiarata pari a 1000 chilometri. Per l’approvvigionamento con bioetanolo  la Ford ha proposto il C-MAX con motore Flexifuel da 1,8 litri, il quale sviluppava una potenza di 92 kW (125 CV) e che in versione combinata consumava 7,1 litri di carburante (pari a 169 g/km di CO2). Il Ford C Max Flexifuel poteva marciare a benzina super, bioetanolo o una miscela di entrambi.


Ford C-Max a benzina

Per quanto riguarda invece le propulsioni di tipo tradizionale, per il Ford C Max erano disponibili tre modelli di motore a benzina. Il modello iniziale era costituito dal motore a benzina da 1,6 litri e 74 kW (100 CV), che con un’emissione di CO2 di 164 g/km consumava mediamente 6,9 litri. Il motore a benzina da 1,8 litri e 92 kW (125 CV) consumava invece in media 7,1 litri (pari a 169 g/km di CO2). Con il propulsore a benzina più potente dalla cilindrata di 2,0 litri e una potenza di 107 kW (145 CV) era possibile optare per un cambio manuale a 5 marce o un cambio automatico a quattro marce. A seconda del cambio montato, il consumo medio variava tra 7,2 litri e 8,0 litri, equivalenti a un’emissione di CO2 tra 171 g/km e 189 g/km.


Quattro motori Diesel a scelta

Riguardo invece ai motori Diesel la Ford proponeva per il suo van compatto quattro varianti che, ad eccezione del piccolo motore ad accensione spontanea, erano dotati tutti di filtro anti particolato. La soluzione più parsimoniosa era costituita dal motore Diesel da 1,6 litri e 66 kW (90 CV) che in versione combinata consumava 4,7 litri di gasolio (pari a 124 g/km di CO2). Il programma prevedeva inoltre un motore diesel 1,6 TDCi da 80 kW (109 CV). Il consumo medio era pari a 4,8 litri ogni 100 chilometri (pari a 126 g/km di CO2). A completare l’assortimento provvedeva un motore Diesel da 2,0 litri e 81 kW (110 CV) e cambio automatico PowerShift, che in versione combinata consumava 5,9 litri di gasolio ogni 100 chilometri con un’emissione di CO2 pari a 159 g/km. Per la versione più potente, da 2,0 litri e 100 kW (136 CV), era possibile scegliere un cambio manuale a sei marce optional o il cambio automatico. Il consumo medio variava tra 5,7 litri e 5,9 litri, equivalenti ad un’emissione di CO2 variabile tra 149 g/km e 159 g/km.


Mehr anzeigen