Jaguar - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Jaguar come sinonimo di stile di vita britannico e culto della marcia sportiva


La casa britannica produttrice di veicoli Premium Jaguar è un raro esempio di come un marchio d’automobili può riuscire ad affermarsi in tutto il mondo attraverso il design dei suoi prodotti, senza disporre prima di una propria tecnologia dei motori. Il fondatore dell’impresa William Lyons (1901-1985) ha iniziato a lavorare come designer di sidecar e carrozzerie per Austin e Fiat, prima di lanciare sul mercato nel 1931 il coupé S.S.I., prima auto di produzione propria, su cui erano però montati motori della casa inglese Standard, la quale per altro ha fornito i propulsori alla Jaguar per diversi anni. La firma di Williams Lyons era però inconfondibile: le sue macchine erano caratterizzate fin dall’inizio da cofani molto lunghi e carrozzerie piatte dalla linea molto elegante, che diventeranno quindi la peculiarità dei veicoli Jaguar. Nel 1935 per la serie di modelli S.S.100 Lyons ha utilizzato per la prima volta il nome Jaguar, che nel 1945 è diventato il nome della sua impresa ribattezzata Jaguar Cars Ltd. I successi nelle competizioni automobilistiche e i modelli di auto sportiva per la circolazione su strada da esse ispirati quali la Jaguar E o la carrozzeria delle berline di lusso delle serie XJ e XK e l’acquisto del marchio di lusso Daimler hanno consentito alla Jaguar di diventare dagli anni Sessanta in tutto il mondo la quintessenza dello stile di vita raffinato britannico e di culto della marcia sportiva.


Jaguar sportive coupé e cabriolet


La prima auto sportiva Jaguar prodotta di serie è stata la XK120 da 119 kW (160 CV) presentata nel 1948 e costruita fino al 1954 in versione di roadster due posti, coupé e cabriolet con capote in stoffa. Un classico della serie delle auto sportive si è rivelata la Jaguar E, proposta dal 1961 al 1975 in versione coupé e cabriolet con motore V6 o V12 da 202 kW (275 CV), molto ambita da oldtimer come oggetto da collezione molto ambito. Del modello successivo Jaguar XJ-S sono stati fabbricati dal 1976 al 1996 oltre 100.000 esemplari dotati di motori da 147 kW (198 CV), fino ad arrivare al propulsore V12 da 243 kW (330 CV). Si tratta dell’auto sportiva Jaguar che ha conquistato il maggior successo in assoluto. Il record di auto di serie più veloce del mondo è stato detenuto per tanto tempo dalla supersportiva Jaguar XJ220 costruita in piccole serie dal 1992 al 1994, che con il suo motore da 399 kW (542 CV) raggiungeva una velocità massima di 341 km/h. Nella serie XK la Jaguar ha inserito in programma dal 1996 coupé e cabriolet dotati di motori V8 dalla potenza fino a 306 kW (416 CV). A bordo della Jaguar XKR-S è stato montato per la prima volta anche un motore con compressore, che raggiungeva una velocità massima fino a 280 km/h. I modelli XK fabbricati dal 2005 hanno ricevuto una nuova carrozzeria realizzata pressoché completamente in alluminio.


Berline Jaguar anche con compressore e motori Diesel


Dopo le berline Jaguar Mark, presenti sul mercato dal 1948 al 1969 e oggi contrattate come classic cars a prezzi da amatori, la casa britannica ha lanciato la sua berlina di classe superiore, la Jaguar XJ. Nelle tre serie che si sono susseguite dal 1969 al 1992 vi era la Jaguar XJ Mark dotata di motori da 2,8 litri, 3,4 litri e 4,2 litri che sviluppavano potenze fino a 151 kW (205 CV). Nel 1972 l’assortimento dei motori è stato completato con un V12 da 186 kW (253 CV). Nel 1986 la casa britannica ha lanciato sul mercato la XJ40 riprogettata in tutti i componenti, che è stata realizzata fino al 1994 e venduta in un equipaggiamento di lusso con il nome di Jaguar Sovereign. Le versioni successive della Jaguar XJ sono state presentate nel 1994 per la prima volta con motori con compressore da 235 kW (320 CV) e successivamente con un motore Diesel V6 twin-turbo da 2,7 litri.


Debutto nella classe media sotto la regia di Ford


Dopo che Jaguar dalla metà degli anni Sessanta è stata sistemata sotto la protezione statale della British Leyland insieme a Rover, nel 1989 la casa americana Ford se ne è assicurata la maggioranza. Nel 2008 Ford ha venduto l’impresa britannica ricca di tradizione al Gruppo indiano Tata. Sotto l’egida di Ford, dal 1999 con la Jaguar S il marchio inglese ha ampliato il suo programma di modelli di una berlina sportiva della classe media superiore, in cui si ritrovano le linee curve tipiche dei modelli Mark degli anni Sessanta. La Jaguar S Type è stata proposta dal 1999 al 2007 con diversi motori a benzina e un propulsore Diesel da 152 kW (207 CV). Al suo posto è subentrata la Jaguar XF, dalla linea orientata all’elegante Jaguar XK coupé della classe superiore. Dal 2001 con la Jaguar X Type ha debuttato anche nel segmento della classe media proposto nelle varianti berlina e – novità assoluta per le auto Jaguar! – anche station wagon.


Mehr anzeigen