Compra Mercedes-Benz Furgone ora su AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Lancia K, qualità e stile made in Italy

La Lancia K è un'automobile italiana commercializzata a partire dal 1994, in sostituzione della Lancia Thema. Erede non solo di quest'ultima, ma delle varie ammiraglie storiche prodotte da Lancia, come l'Aurelia e la Flaminia, la Lancia K aveva il difficile compito di rivaleggiare con una concorrenza rappresentata da vetture come la Mercedes Benz Classe E, la BMW Serie 5 e l'Audi A6.
Le Lancia K era una berlina a tre volumi, con carrozzeria a quattro porte; le forme della vettura erano eleganti e moderne, caratterizzate dal classico stile Lancia, il quale si notava soprattutto nella parte frontale del veicolo. Le grandi dimensioni, con una lunghezza di 4,69 metri, una larghezza di 1,82 metri e un'altezza di 1,42 metri, consentivano all'auto buone capacità di carico e un elevato comfort interno. L'abitacolo, oltre ad essere ampio, era ben rifinito ed estremamente tecnologico, grazie alla presenza del climatizzatore automatico, di una strumentazione completa, del telefono e di un computer di bordo assai funzionale, in grado di interagire con la centralina e di segnalare qualsiasi tipo di guasto.
A livello meccanico la vettura era dotata di sospensioni indipendenti, con ammortizzatori a gas a doppio effetto. Su alcuni modelli erano montate delle sospensioni a controllo elettronico, con diverse modalità di guida selezionabili direttamente dal conducente, le quali consentivano di scegliere la risposta delle sospensioni a seconda del tipo di percorso da affrontare o in base allo stile di guida da voler adottare.
La sicurezza era garantita da una scocca rigida, progettata appositamente per assorbire in maniera ottimale gli urti, da robuste barre anti intrusione in acciaio collocate negli sportelli, dagli airbag frontali, dal sistema antincendio e dall'ABS.
La Lancia K fu in dotazione ai Carabinieri per fornire il servizio di scorta ai magistrati, con un particolare modello denominato Protecta. A differenza della berlina tradizionale, la Lancia K Protecta era totalmente blindata e dotata di vetri e di portiere antisfondamento, di ruote antisgonfiamento e di vari sistemi di sicurezza, sia interni che esterni.

Aggiornamenti e altri modelli di Lancia K

Nel 1998 arrivò un sostanziale aggiornamento della Lancia K. Modifiche importanti riguardarono l'aspetto elettronico, con l'introduzione del navigatore satellitare, del cruise control e del cambio automatico. L'abitacolo fu ammodernato e fu montato un nuovo tipo di volante. La carrozzeria della vettura non subì ritocchi, se non la verniciatura di serie dei paraurti.
Nel 1996 fu introdotta la Lancia K Station Wagon. Realizzata con la collaborazione di Pininfarina, era una vettura estremamente elegante, con rifiniture da ammiraglia e spazio da automobile familiare.
Nel 1997 uscì la versione Coupé, rispettando la tradizione Lancia: elegante, ma non troppo sportiva nella forme, la Coupé aveva interni di gran classe e una carrozzeria a due sportelli. Il pianale era lo stesso della versione berlina, con passo accorciato di qualche centimetro. Ottima a livello di prestazioni e con una tenuta di strada eccellente, la Lancia K Coupé non riuscì a ottenere i risultati sperati e la sua produzione terminò nel 1999, con soli 3 mila esemplari venduti.
La Lancia K venne sostituita nel 2000 dalla Lancia Thesis, dopo ben 125 mila unità prodotte. Sul mercato delle auto usate sono ancora disponibili tutti i modelli della serie.

Le motorizzazioni della Lancia K

La Lancia K era disponibile con cinque diversi motori, quattro alimentati a benzina e uno a gasolio. Il meno performante tra i propulsori a benzina era un 5 cilindri a V da 2 litri, con 20 valvole e un totale di 145 cavalli, i quali consentivano all'auto di arrivare fino alla velocità di 205 km/h. Era l'unico motore tra quelli a benzina a non essere disponibile per la versione Coupé. Stessa tipologia costruttiva per il motore da 2.4 litri, il quale possedeva 30 cavalli in più e raggiungeva i 215 km/h. Grandi prestazioni per il 2000 cc turbo, con 4 cilindri e 205 cavalli a disposizione, in grado di spingere la vettura a 235 km/h. Il motore più grande della gamma era un 3 litri V6 dotato di 24 valvole e prodotto dall'Alfa Romeo. Affidabile e potente, toccava la velocità di 225 km/h. L'unico propulsore diesel era un 2.4 litri munito di turbocompressore, con 5 cilindri e 10 valvole. Ottime le prestazioni, sia dal punto di vista dei consumi che da quello delle prestazioni. Tutti i motori furono aggiornati nel 1996, senza però ottenere un incremento di cavalli.
Con l'inizio della seconda serie furono introdotte delle nuove motorizzazioni in sostituzione dei precedenti propulsori, rispettando le medesime cilindrate. L'unico motore a non essere elaborato fu il 3 litri sviluppato dall'Alfa Romeo.
Il modello da 2 litri aspirato fu portato a 155 cavalli, con aumento della velocità a 212 km/h, mentre il motore da 2400 cc arrivò a 175 cavalli e a 218 km/h come velocità di punta. Notevole incremento di potenza anche per il 2 litri turbo, il quale raggiungeva così i 220 cavalli e prestazioni da auto sportiva, che consentivano alla Lancia K di toccare i 247 km/h. Il turbodiesel 2.4 ottenne l'aumento di ben 12 cavalli e fu montato, per un breve periodo, anche sulla versione Coupé.

Mehr anzeigen