Mini Serie Countryman - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

La storica Mini Countryman è stata prodotta dal 1961 al 1969

Quando la casa automobilistica
bavarese BMW ha iniziato a produrre nel 2001 una generazione moderna
delle classiche Mini, l’azienda di Monaco ha testato
inizialmente quale sarebbe stata la reazione del pubblico alla propria
interpretazione di un modello retrò. Così il costruttore,
soddisfatto con il lancio sul mercato della berlina a due porte, ha
utilizzato le forme tradizionali dei modelli degli anni  50 e
le ha trasformate adattandole all’età moderna.
Un’altra versione della carrozzeria ha seguito la prima dopo
tre anni dall’introduzione della Mini in stile
retrò, quindi nel 2004 è stata presentata la
forma Cabriolet di questa serie. Le Mini originali degli anni
’50 sono state subito prodotte in un’ampia gamma,
anche se i produttori inglesi non hanno offerto nessuna Mini con un
design cabriolet. Invece, i modelli con un più grande uso
pratico erano stati inseriti molto presto nel programma del Regno
Unito. Per esempio è stata offerta una versione famigliare
come Mini Estate, che è stata poi presentata nella versione
retrò con il nome di Mini Clubman. Un pick-up sulla base
della Mini, com’era stato consegnato negli anni 60,
l’azienda di Monaco non se lo poteva realmente immaginare.
Per questo risultava evidente guardano la storia della Mini un modello
combinato con un telaio prolungato, porte battenti e un rivestimento in
legno sulle fiancate. Questa variante,
chiamata Mini Countryman, era in programma negli anni tra il 1961 e il 1969.

Nel 2010 il modello crossover della Mini Countryman è stato introdotto sul mercato

Un rivestimento in legno, che
poteva essere ordinato nella prima generazione della Mini Countryman,
non era più disponibile con la nuova versione con un design
retrò. Gli esperti di marketing del marchio credevano che il
nome fosse perfetto per un nuovo modello di mini, che era concepita
come crossover. Poiché gli altri modelli della famiglia Mini
erano concepiti in primo luogo come veicoli per uso urbano, la Mini
crossover avrebbe dovuto risvegliare anche l’associazione ad
un piacere di guida rurale. Inoltre, la storica denominazione del
modello detto Countryman era perfetto nel concetto generale. Come il
modello originale, la Mini Countryman della nuova generazione era
costruita sulla piattaforma dei normali modelli. Tuttavia, il telaio
utilizzato per la costruzione era di un piccolo Sport Utility Vehicle
(SUV). In questo modo la Mini Countryman a cinque porte con una
lunghezza superiore ai quattro metri, rappresentava il più
grande modello della serie Mini. Altre particolarità sono:
la Mini Countryman è offerta come benzina e diesel e nella
versione di punta con la caratteristica opzionale delle ruote motrici.
Come motorizzazione di base viene offerto un motore a benzina di 72 kW
(98 CV), come controparte è stato inserito nel programma un
motore diesel di 66 kW (90 CV).