Porsche 993 - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Auto puramente sportiva


Piccoli quantitativi, apparato tecnico affidabile, dinamismo sportivo e immagine esclusiva del marchio hanno provveduto ad affermare la Porsche 911 per tradizione tra le auto sportive dal valore stabile. I modelli costruiti tra il 1993 e il 1998 con il nome di Porsche 993 sono addirittura riusciti a farsi vendere sul mercato dell’usato a prezzi più elevati rispetto al modello successivo Porsche 996, in quanto la Porsche 993 è stata l’ultimo modello che ha circolato sulle strade dal 1963 incorporando il puro stile delle Porsche 911.


Richiami al design del tipo originale 911


Le dimensioni e l’autentico feeling di auto sportiva che si avverte all’interno dell’abitacolo erano pressoché identici a quelli del modello originale. Trent’anni dopo il lancio sul mercato, la Porsche 911 ha subito un ritocco della porzione anteriore consistente in proiettori leggermente ovali e paraurti posteriori integrati nella carrozzeria, ovvero ha subito una prima netta trasformazione. Con alcune innovazioni orientate al tipo originario, il capo-designer Harm Lagaay ha comunque provveduto affinché la Porsche 993 mantenesse l’immagine di una vera e propria 911. Ciò contemplava inoltre il classico motore Boxer raffreddato ad aria che è stato montato fino al 1997 ed era caratterizzato da un tipico sound. La Porsche 993 è stata quindi l’ultimo modello della serie 911 realizzata con il classico sistema di raffreddamento ad aria. Con la Porsche 996 della serie successiva la casa di Zuffenhausen ha sostituito questo apparato tecnico adottato fin dai primi anni con motori più moderni raffreddati ad acqua.


La Porsche 993 sfonda il limite dei 400 CV


Come già il modello suo precedente, la Porsche 993 è stata proposta nelle tre varianti di carrozzeria coupé, cabriolet e Targa. Oltre che nel modello Carrera a trazione posteriore, la Porsche 993 era disponibile in versione Carrera 4 e Turbo anche nuovamente con trazione integrale, introdotta nel 1988 a bordo della Porsche 964. Con il suo modello “top” biturbo da 300 kW (408 CV) caratterizzato dalle staffe di sostegno verniciate in rosso e lo spoiler posteriore fisso, nel 1995 la Porsche 993 ha superato per la prima volta il limite dei 400 CV. I modelli speciali Carrera RS e GT2, dal peso più ridotto, sviluppavano una potenza di 221 kW (300 CV). Le Porsche 993 più piccole dotate del piccolo spoiler posteriore ad estrazione automatica a partire dalla velocità di 80 km/h sono state fabbricate fino al 1996 con un motore da 3,6 litri e 200 kW (272 CV), e successivamente con un propulsore modificato da 210 kW (285 CV).


Con la generazione della Porsche 993 la 911 va in serie come Carrera S


Dopo parecchio tempo la 911 nella serie della Porsche 993 è inoltre uscita nuovamente con questa motorizzazione in una versione S di serie dotata di un equipaggiamento migliore, riconoscibile dai parafanghi più larghi e le staffe di sostegno verniciati in rosso come sul modello Turbo. I modelli S, ordinabili a scelta con trazione posteriore o integrale, compivano lo sprint da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi e raggiungevano quindi una velocità massima di 270 km/h. A titolo di confronto: la Porsche 993 Turbo compiva lo sprint in 4,5 secondi e raggiungeva quindi una velocità di 290 km/h. Il “top” è stato raggiunto con la GT2 più leggera, che raggiungeva quota cento km/h in 4,4 secondi e raggiungeva quindi una velocità massima di 295 km/h. Nel 1997 la produzione della Porsche 993 è stata sospesa a favore del modello successore Porsche 996, dalla linea completamente rinnovata e dotato dei motori Boxer raffreddati ad acqua della nuova generazione.

Mehr anzeigen