Ricerca rapida

 

da


Dacia Break

Dacia Break: storia e informazioni

Dacia Break sulla base della Renault 19


Da quando alla fine degli anni Sessanta la casa rumena Dacia aveva iniziato la produzione di auto, ha collaborato per lo sviluppo e alla fabbricazione delle proprie berline e SW con il gruppo francese Renault, che nel 1999 l’ha infine assorbita completamente al suo interno. Mentre la Fiat in Polonia, sulla base dell’impegno che aveva iniziato già negli anni Trenta, ha fondato il marchio autonomo Polski Fiat, i francesi durante l’era del comunismo si erano accontentati di vendere progetti strutturali ai partner, consentendo alla Dacia di riprodurre con il proprio marchio alcuni modelli quali la Renault 8. Anche per la Renault 12, presentata in Francia nel 1969 in versione berlina e SW, la casa rumena si è assicurata i diritti di licenza, iniziando così la produzione della Dacia 1300. Questo modello prodotto fino al 2004 ha costituito la base per la prima SW della casa rumena. Seguendo il modello francese, questa SW è stata chiamata Break. La Dacia Break ha circolato anche sulle strade dell’Europa occidentale come modello di importazione. Attraverso una carrozzeria differente la Dacia Break è quindi stata trasformata in un modello con superficie di carico scoperta che verrà proposto con il nome di Dacia Pick-up. La Dacia Break è stata sostituita con le SW della serie Dacia Logan, inserite nel programma nel 2004. Viceversa il pick-up costruito sulla base della piattaforma della Dacia Break è stato prodotto fino al 2006.


Lancio della Dacia Break nel 1973


La Dacia Break prodotta sulla base della Renault 12 è stata realizzata per la prima volta in Romania nel 1973 con il nome di Dacia 1300, ed è stata esportata anche con il nome di Dacia Denem o Dacia Break. Nel corso degli anni il design di quest’auto è stato rimodernato parecchie volte fino al 2004, anno in cui ne è stata sospesa la produzione. Anche l’apparato tecnico della Dacia Break non è rimasto sempre invariato. Le versioni "top" più recenti della Dacia Break erano dotate addirittura di alzacristalli elettrici e di cambio a cinque marce, mentre invece a certi sistemi di sicurezza quali ABS o ESP gli acquirenti della Dacia Break hanno dovuto rinunciare fino al termine della produzione.


Versioni della Dacia Break dal 1980 al 2004


Il primo intervento di modernizzazione della linea estetica è stato effettuato nel 1980, quando è stata presentata la Dacia Break della nuova serie 1310. Al posto dei vecchi proiettori anteriori rettangolari sono stati montati quattro proiettori di forma circolare integrati all’interno di una mascherina a griglia del radiatore in plastica nera. Negli anni 1989 e 1993 sono uscite altre nuove versioni della Dacia Break leggermente modificate. Nel 1998 è stata quindi proposta l’ultima generazione della Dacia Break, dotata di una mascherina a griglia del radiatore più stretta e di un blocco proiettori anteriori trapezoidale.


Modello "top" dal 2000


In virtù della robustezza dell’apparato tecnico, le Dacia Break venivano considerate nell’Europa sia occidentale che orientale molto affidabili e facili da riparare. Nella versione a benzina la Dacia Break veniva proposta con motori di partenza dalla cilindrata di 1,2 litri o 1,3 litri, che sviluppavano una potenza fino a 56 kW (76 CV). Erano inoltre disponibili altre due versioni della Dacia Break con motori dalla cilindrata di 1,4 litri e 1,6 litri, che sviluppavano una potenza fino a 72 kW (98 CV). La versione "top" Dacia Break CLi con iniezione di benzina proposta negli anni tra il 2000 e il 2004 raggiungeva una velocità di circa 150 m/h.


Dacia Break usata - prezzi e offerte

Vi raccomandiamo di specificare maggiori criteri possibili per limitare i risultati.
Auto nella tua zona:
Ordine:
per:
Risultati:
Foto Prezzo Chilometraggio Anno Potenza

Al momento non esistono offerte sono disponibili qui.