Moto Guzzi - Annunci Moto Usate e Nuove - AutoScout24

Trova la tua moto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Moto Guzzi

Il produttore italiano di motociclette Moto Guzzi

L’azienda italiana Moto Guzzi costruisce motociclette dal 1921. In quell’anno l’ingegnere aeronautico Carlo Guzzi ed il suo amico Giorgio Parodi costituirono la società Moto Guzzi. La prima fabbrica fu aperta nella cittadina italiana di Mandello del Lario. La prima motocicletta, la Guzzi Parodi, rappresentò il prototipo per i 17 modelli costruiti durante il primo anno d’attività. Fin dall’inizio tutte le macchine portavano il logo aziendale, un’aquila con le ali spiegate, come ricordo dell’amico Giovanni Ravelli, che aveva perso la vita durante la prima guerra mondiale.

Moto Guzzi si fece conoscere negli anni ‘30 del secolo scorso con le prime motociclette da corsa. Durante una gara a Monza, nel 1924, le motociclette di Moto Guzzi si piazzarono rispettivamente al primo, secondo e quinto posto. Queste moto erano conosciute come Falcone monocilindrico da 500 cm³.  Questa motocicletta di Moto Guzzi divenne cosi famosa che già nel 1925 lavoravano 300 dipendenti nello stabilimento di Mandello del Lario e venivano prodotte annualmente 1200 macchine. Giuseppe Guzzi, fratello di Carlo Guzzi, sviluppò nel 1928 la leggendaria sospensione posteriore, con cui Moto Guzzi divenne famosa.     

Moto Guzzi: i successi nelle corse

Già nel 1934 l’azienda era il più grande produttore italiano di motociclette. Gli ordini di molte scuderie sportive erano dovuti principalmente alla sospensione posteriore della Moto Guzzi. Le motociclette di Moto Guzzi ottennero molte vittorie e presero parte ai campionati europei. Pertanto, Moto Guzzi decise di non costruire solo motociclette da 500 cm³ ma anche da 250 cm³ e da 160 cm³. Dal 1955 Moto Guzzi costruì anche una macchina da corsa con motore V8. Dal 1949 al 1957 conquistò diversi titoli mondiali. Dopo la crisi del mercato motociclistico italiano, la società SEIMM fu rifondata e cominciarono ad essere sviluppati nuovi modelli di Moto Guzzi. Da lì in poi furono prodotte anche motociclette da 550 cm³ e macchine V7 da 700 e 750 cm³. Nel 1973 l’azienda fu rilevata da De Tomaso insieme alle stesse linee di costruzione. Il sistema di frenata integrale fu sviluppato un anno dopo. Sotto la nuova gestione furono sviluppate due linee di motociclette: una moto da turismo conosciuta in tutto il mondo con il nome di California e motociclette sportive come Le Mans, Centauro e Daytona.

Da Moto Guzzi ad Aprilia a Piaggio

Nonostante molte nuove moto, l’azienda riscontrò continue difficoltà finanziarie e fu rilevata da Aprilia nell’anno 2000. La prima motocicletta, la Rosso Mandello, costruita sotto la nuova gestione riscosse immediatamente ottimi risultati. Nel 2004 Aprila, e di conseguenza anche Moto Guzzi, fu rilevata dal gruppo Piaggio con la nascita del leader italiano nel settore motociclistico. Piaggio continua sempre a presentare sul mercato, nuove e migliori motociclette con motorizzazioni più elevate. Alcuni esempi sono la California Classic con 1064 cm³, la MGS-01 Corsa con 1225 cm³ o la Bellagio con 936 cm³.   

Mehr anzeigen