Triumph Bonneville - Vendo e Cerco - AutoScout24

Trova la tua moto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Triumph Bonneville

La motocicletta Triumph Bonneville


Nel 1959 il cuore dei motociclisti ha cominciato a battere più forte.Con la Triumph Bonneville era arrivata una moto sul mercato, che si è sviluppata rapidamente come la più amata di tutti i modelli Triumph.La prima macchina di questa serie è stata una 650 cc Bonneville T120. Questo classico si è sviluppato con una versione potente a doppio carburatore dalla già esistente Triumph T110 Tiger. Sia la Triumph 110 Tiger sia i modelli Trophy, già prima dello sviluppo della Triumph Bonneville T120, erano stati modificati per essere veicoli a doppio carburatore – ed era eseguita da conducenti particolarmente orientati alla potenza.La logica conseguenza per Triumph è stata un altro modello con questo equipaggiamento e migliori prestazioni.L’allora capo di Triumph Edward Turner ha chiamato il nuovo modello Bonneville – in ricordo della corsa record Johnny Allen sul lago di sale di Bonneville (USA) nell’anno 1955.


La pubblicità per la Triumph Bonneville


Johnny Allen era un pilota da corsa texano della Triumph e ha stabilito nel 1955 un record di velocità massima di 311 km/h. Questa prestazione è stata riconosciuta come un record dall’AMA (American Motorcyle Association), ma non dalla FIM Federazione Mondiale: il motivo è stato che nessun esaminatore era presente durante questo tentativo di record per portelo confermare. Nel frattempo, una velocità media ancora più elevata di 344 km/h rilevata un anno dopo, non è stata riconosciuta nuovamente dalla Federazione Mondiale FIM. La controversia che ne seguì portò alla società Triumph una pubblicità involontaria, ma particolarmente efficace, una pubblicità enorme.


Nella metà degli anni settanta è nato il successore T140 Bonneville ed è rimasto in produzione fino agli anni ottanta.La Triumph Bonneville è stata l’ultimo modello , che è stato costruito a Meriden, al momento della sua chiusura nel 1983.Ma anche dopo la chiusura, la Bonneville non era finita. Un licenziatario, l’azienda “LF Harris” in Newton Abbot (Devon), ha prodotto ancora un piccolo numero di pezzi negli anni 1985 – 1988.


La Triumph Bonneville sullo schermo


Anche nei famosi film di Hollywood la Bonnenville è diventata famosa. Nel 1968 Clint Eastwood la guidava attraverso il Central Park di New York nel film “Coogan‘s Bluff“. Come la Bonneville sia stata in grado di mantenersi così bene per vari decenni è documentato molto bene, con l’apparizione della Bonneville T140 nel film “Ufficiale e Gentiluomo“ con Richard Gere.


La nuova edizione della Triumph Bonneville nel 2000


Il successo della Bonneville ha spinto Triumph a sviluppare una nuova versione di questo modello. Nel 1997 è iniziata la discussione per dare un gemello alla “vecchia“ Bonneville, che trasmettesse lo stesso feeling dell’autentica Bonneville, così come il suono, cha aveva reso questa motocicletta una marca di culto. Nel 2000, la nuova Triumph Bonneville è stata finalmente svelata, durante l’Intermot di Monaco.


Nel 2007, la Bonneville è stata ancora una volta modificata per adeguarsi al mercato motociclistico. La cilindrata è stata aumentata da 790 a 865 cc. La leva della frizione è regolabile e il motore è nero con coperture lucide e laccate. La Bonneville di Triumph, con i suoi nuovi modelli, è entrata ancora una volta presa in considerazione dai fanatici di motociclette. Il nome è conosciuto, il formato pure. La Bonneville si presenta con un design classico, un assetto maneggevole e soprattutto con un nome e un formato ben conosciuto. Con il più evoluto livello di tecnica la società Triumph, ha restituito un mito agli appassionati di questa motocicletta.


Mehr anzeigen