Carrello elevatore Nissan: un modello per ogni esigenza

Forte dell'esperienza maturata nel campo automobilistico, a partire dal 1957 la Nissan Motor Co. comincia la produzione in serie di carrelli elevatori con il nome di Nissan Forklift. I primi modelli ottengono un grande successo grazie alla forma compatta unita ad un'elevata capacità di carico. Altra caratteristica apprezzata è la riduzione del numero di parti mobili che rende semplice la riparazione o l'eventuale sostituzione di componenti usurati.

Storia del modello e dell'offerta Nissan

Negli anni la gamma di modelli offerta diventa piuttosto varia, ai classici carrelli a 3 o 4 ruote, si affiancano motorizzazioni elettriche a gas, benzina o diesel, mezzi per utilizzi speciali come la movimentazione aeroportuale.

 

Nel 2007 la Nissan Forklift ingloba la Atlet, fiorente azienda svedese di carrelli elevatori e nel 2011 inizia una collaborazione con la TCM Corporation del gruppo Hitachi. Dall'unione di Nissan Forklift, TCM e Atlet nasce la Unicarriers che attualmente produce e distribuisce carrelli elevatori con questo marchio mantenendo invariati nomi e sigle dei modelli precedentemente marcati Nissan.

Platinum II: il modello storico

Il più noto e diffuso è il muletto Nissan, ora Unicarriers, Platinum II con ruote a gomma piena e motore a combustione alimentato a gas, o dual power. I modelli della serie sono dotati di motori Nissan K21 da 2.1 l. o K25 da 2.5 l. ad iniezione elettronica, la capacità di sollevamento certificata va dai 1300 Kg ai 3600 Kg.

 

Il sistema di scarico combinato al sistema elettronico di ottimizzazione dell'utilizzo del carburante, assicurano consumi ridotti ed emissioni minime di gas nocivi. Sono inoltre dotati di soluzioni per la sicurezza come il sedile con sensore di presenza guidatore. La riduzione al minimo di parti mobili e componenti, inoltre, rende semplice ed economica la manutenzione del mezzo.

Gomme pneumatiche per ogni terreno

Per l'utilizzo outdoor sono disponibili anche le versioni con pneumatici. Il Nomad Platinum II, con motore K21 e capacità di sollevamento fino a 2300Kg e il Platinum II Pneumatic Tyre disponibile anche con motore K25 fino a 3600 Kg di peso sollevabile.

 

Per lavori più pesanti, la serie si arricchisce dei modelli GO4 e GO6. Il GO4 è disponibile con motore TB45 da 4.5 l. a gas o dual power e lo ZD30, diesel da 3.0 l., capaci di sollevare fino a 5 t. Top della gamma il GO6 è alimentato da motore diesel industriale turbo intercooler da 5.2 l., il 4HK1-TC che permette di sollevare fino a 10 t.

Compatti a motore elettrico per gli spazi ristretti

La famiglia dei sollevatori Nissan è completata dalla gamma con alimentazione elettrica, ideati per l'utilizzo in spazi ristretti al chiuso. Il più piccolo TX-M a 3 ruote, studiato per l'utilizzo in ambienti con poco spazio di manovra, solleva fino a 1800 Kg, con sistema di sterzo completamente elettrico. La velocità di sollevamento e la posizione delle forche è controllata elettronicamente per ottimizzare i tempi di carico scarico.

 

La posizione di guida "in piedi" rendono invece il modello SCX ancora più compatto e ideale per la movimentazione di merce di magazzino. Completano la gamma di sollevatori elettrici il QX e il BX, entrambe con 4 ruote e capaci di sollevare rispettivamente 2800 Kg e 3600 Kg.

Torna su