I veicoli per il trasporto merci devono sapersi adattare alle molteplici esigenze degli utilizzatori, spesso molto specifiche e particolari. Le merci infatti possono essere voluminose, deperibili, pesanti o sfuse: è evidente che non esiste una soluzione adatta ad ogni tipologia di contenuto. Per questo motivo una categoria di mezzi che ha molto successo fra i professionisti dei trasporti è sicuramente quella degli autocarri furgonati, o casse mobili, che hanno il grosso vantaggio di essere personalizzabili a misura di cliente. Le case produttrici infatti si limitano generalmente a fornire il mezzo base, costituito da cabina di guida e pianale posteriore, sul quale poi gli allestitori specializzati installeranno la cassa più adatta alle esigenze del cliente: normale o refrigerata, con la porta a due battenti o a scomparsa, più o meno alta a seconda delle necessità. Ovviamente ce ne sono di tutte le dimensioni, per soddisfare tutte le esigenze di carico: si va dai più piccoli da 3,5t, fino ai mezzi che superano le 20t.

Progettati per essere efficienti

Sicuramente la caratteristica più apprezzata dai trasportatori è la redditività del veicolo: bassi consumi significano risparmio economico e quindi guadagni per l'imprenditore. Per ottimizzare il carico delle merci, le casse posteriori hanno forma di parallelepipedo e sono totalmente prive di sporgenze o punti di intralcio: per questo motivo sono particolarmente apprezzate dalle ditte di traslochi, dai mobilifici e dai corriere espresso. Altri requisiti importanti sono la comodità di guida e la facilità di manovra, che significano anche sicurezza e maggior produttività, e la predisposizione agli allestimenti più disparati. A seconda dell'uso si possono poi scegliere veicoli più o meno grandi ed ovviamente motorizzazioni più o meno potenti.

Una panoramica del mercato

Tutti i produttori di veicoli commerciali hanno in catalogo diversi autocarri predisposti ad ospitare casse mobili posteriori, coprendo anche varie fasce di dimensione e potenza. Iveco ad esempio, per la fascia 2,8t-7, ha in produzione il Daily cabinato, proposto in varie soluzioni, differenti per passo, dimensioni della cabina e peso. Suoi concorrenti sono Master di Renault e Crafter di Volkswagen. Per maggiori esigenze, fino a 20t, c'è invece Iveco Eurocargo, anch'esso disponibile in tante versioni. Appartengono alla stessa categoria, quella dei mezzi medio-pesanti, anche la serie Midlum di Renault, Atego di Mercedes Trucks, TGL di Man, LF di DAF e la famiglia FL di Volvo Trucks.

Torna su