Miniescavatore: caratteristiche tecniche e modelli

Il miniescavatore è una particolare macchina usata per quelle operazioni che comportano il movimento terra. Uguali, come forma e funzioni, ai tradizionali escavatori, i miniescavatori si caratterizzano per le loro dimensioni ridotte e la loro maggiore maneggevolezza.

Storia, descrizione e caratteristiche delle macchine escavatrici

Il primo escavatore, chiamato anche pala meccanica, fu inventato e costruito nel 1837 da William Otis. Gli interventi di scavo possono avere diversi scopi; ad esempio possono essere richiesti nelle cave a cielo aperto, o nello scavo di fondazioni sia di grandi dimensioni sia di dimensioni più ridotte. In quest'ultimo caso viene adoperato il miniescavatore, che risulta essere maggiormente adatto a lavori di precisione.

Gli escavatori e i miniescavatori, a seconda del tipo di lavoro che andranno a svolgere, possono essere di diverse tipologie e avere caratteristiche specifiche.

 

Per consentire al miniescavatore di muoversi, esso deve essere munito di un telaio che permetta lo spostamento del mezzo; il telaio può essere di quattro tipi diversi. Quello cingolato è dotato di cingoli ed è utilizzato nei lavori in cui si dà priorità alla forza di carico piuttosto che alla velocità. Il miniescavatore o escavatore cingolato si usa, ad esempio, nelle cave e nelle miniere, dove non sono necessari frequenti spostamenti.

 

Il telaio gommato è dotato di pneumatici; lo si usa per lavori che richiedono una capacità di carico ridotta, ma una maggiore efficienza per quanto riguarda la velocità di spostamento. Il tipo gommato è utilizzato soprattutto nei casi di scavi su aree molto ampie e distanti tra loro, per quanto riguarda lo scarico e il carico di materiale. Il telaio può essere anche montato su pattini, ovvero su delle strutture di tipo metallico che restano a contato con il terreno.

 

Queste strutture possono essere spostate sia in senso verticale che orizzontale, attraverso l'utilizzo di appositi pistoni idraulici. Il telaio ad appoggi articolati, infine, è dotato di piedi chiamati anche staffe, che permettono di posizionare il miniescavatore in maniera ottimale, anche in presenza di terreni scoscesi e molto inclinati.

 

Gli escavatori e i miniescavatori sono dotati di un attrezzo per lo scavo che può essere di due tipi: la benna e il cucchiaione. Anche la benna, a sua volta, può essere di due tipi: mordente o trascinata. Per quanto riguarda la benna mordente, questa viene di solito impiegata quando si ha necessità di utilizzare l'escavatore su un piano posto molto al di sotto rispetto a dove poggia la macchina escavatrice: è il caso dello scavo di piccole o grandi fondazioni, oppure del drenaggio di fondali e letti dei fiumi. La benna trascinata, invece, è solitamente montata su macchine dotate di un braccio sensibilmente più lungo e serve per coprire distanze maggiori.

 

Il cucchiaione, o cucchiaia, può essere rovescio o frontale in base alla posizione che assume la "bocca". I miniescavatori sono stati inventati e progettati con il compito preciso di essere quanto più maneggevoli e pratici possibile. I modelli moderni sono pensati per garantire alti livelli di produttività, oltre che una sensibile riduzione dei costi e dei consumi rispetto all'escavatore classico.

 

Vengono utilizzati soprattutto vicino a impianti per lavori di fondazione, o per le costruzioni o demolizioni in ambienti chiusi o particolarmente ristretti. I miniescavatori presentano il grande vantaggio di essere molto compatti, oltre che leggeri; questa loro caratteristica fa sì che possano essere facilmente spostati da un cantiere all'altro.

 

Tutti i miniescavatori sono dotati di una postazione per il conducente, protetta spesso da un tettuccio con telaio in acciaio rinforzato. La postazione dell'operatore è in genere dotata anche di un pratico e comodo sedile ammortizzato.

I maggiori marchi produttori di miniescavatori

Sono molto numerose le aziende che producono e vendono macchine per il movimento terra e, quindi, miniescavatori.

 

Tra le più conosciute e rinomate c'è la Caterpillar, un'azienda statunitense che produce a livello mondiale macchine per l'estrazione e le costruzioni. Anche la Volvo Construction Equipment è un'importante azienda che opera a livello internazionale nel campo dello sviluppo di macchinari per l'edilizia e per le costruzioni.

 

Tra le maggiori case produttrici spicca anche la Komatsu, un'azienda giapponese che opera nel settore delle macchine per il movimento terra. Anche la Hitachi Construction Machinery, azienda produttrice di macchinari industriali e per il movimento terra, ha sede in Giappone. La Hyundai Heavy Industries, invece, è un'azienda con sede nella Corea del Sud.

I modelli più venduti e conosciuti delle principali aziende produttrici.

L'azienda Caterpillar offre un'ampia gamma di miniescavatori idraulici. Tra i modelli principali troviamo il 300.9D e il 301.7D CR dotato di cingoli.

 

I modelli di miniescavatori Komatsu sono famosi in tutto il mondo per le loro prestazioni e affidabilità. Modelli celebri sono il PC14R-3, il PC09-1, caratterizzato da una grande maneggevolezza, e il PC22MR-3.

 

Dell'azienda Hyundai possiamo citare mezzi come l'R16-9 e l'R60 CR-9, mentre alcuni modelli dell'Hitachi sono lo ZX17U-5 e il modello ZX10U-2.

Torna su