Il Carro attrezzi

Nato circa cento anni fa da una felice intuizione del meccanico americano Ernest Holmes, il carro attrezzi è diventato un mezzo insostituibile per il soccorso stradale: in caso di incidente; rispettivamente per il trasporto e la rimozione coatta di veicoli in avaria ed in stato di violazione del codice stradale. Nel corso degli anni, sono stati scelti per la funzione di carro attrezzi numerosi modelli di furgone ed autocarro prodotti dalle diverse case automobilistiche che, opportunamente modificati ed equipaggiati da ditte specializzate, venivano trasformati e messi in grado di adempiere alle funzioni di soccorso e di trasporto speciale.
Il raggio d'azione e l'efficienza dei carri attrezzi è andato di pari passo con lo sviluppo tecnologico: si è passati da un funzionamento prevalentemente meccanico e regolato manualmente dei presidi di soccorso e di trasporto, all'impiego di dispositivi elettronici e idraulici completamente automatici.


Caratteristiche degli allestimenti per soccorso stradale

Ciascun carro attrezzi deve avere in dotazione determinati allestimenti ed accessori, in base alle sue dimensioni ed alla sua destinazione d'uso. L'equipaggiamento fondamentale è costituito dal pianale scarrabile in lamiera d'acciaio, che può essere inclinabile o ribaltabile idraulicamente, il verricello di tiro traslabile a funzionamento elettrico o idraulico, il gancio traino, la forca posteriore per il recupero del secondo veicolo, il bloccaggio automatico delle sospensioni posteriori e la barra lampeggiante. I veicoli di soccorso di dimensioni maggiori sono dotati di un potente braccio gru telescopico munito di faro di lavoro e di una telecamera posteriore.
Tra gli accessori che un carro attrezzi dovrebbe avere in dotazione vi sono un'estintore, una cassetta per gli attrezzi, una presa elettrica a cavi per la messa in moto di autovetture, un porta moto a carrello, delle taniche per l'acqua ed un radiocomando.


I principali modelli usati per l'allestimento di carri attrezzi

In Italia operano diverse aziende specializzate negli allestimenti di veicoli speciali, sia per uso civile che militare. Le vetture maggiormente utilizzate per essere trasformate in carri attrezzi sono l'Iveco Daily, il Ford Transit e il Renault Master Mascott, furgoni di medie dimensioni agili e robusti, particolarmente adatti per il trasporto di automobili e motociclette, e l'Iveco Eurocargo, un potente autocarro capace di trasportare anche veicoli molto pesanti come camper, natanti, ruspe ed escavatori.
Per poter essere messi in circolazione, i carriattrezzi devo superare le strette misure di controllo ed i criteri di omologazione stabiliti dalla MCTC e devono periodicamente essere sottoposti a revisione.


Torna su