Fiat Ritmo cabrio - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Fiat Ritmo cabrio

Fiat Ritmo Cabrio: tra le cabriolet italiane più amate di sempre

A lungo la cabriolet italiana più venduta, salvo la 500 convertibile, fu la Fiat Ritmo Cabrio, che rappresenta un indiscusso successo commerciale. Versione decapottabile di uno dei modelli più fortunati della casa motoristica torinese, la Fiat Ritmo Cabrio fu presentata in pompa magna al Salone dell'Auto di Francoforte nel 1979, pur entrando in commercio solo nel 1981. Un ritardo causato da due motivi: da un lato i dubbi dei dirigenti del lingotto indecisi su quale allestimento usare per realizzare la versione cabriolet di questa berlina afferente al segmento C, e dall'altro sul modo migliore per aumentare il desiderio degli acquirenti, ingolositi dall'anteprima avvenuta nella città tedesca. La Ritmo fu la prima vettura prodotta da Fiat che fece largo uso di strategie di marketing per imporsi sul mercato. E il rimandare l'uscita di questa versione rientrava nei piani del Lingotto che, comunque, ebbe cura di svelare, poco a poco, le caratteristiche del mezzo ai giornali di settore nell'intervallo di due anni tra la presentazione e l'effettiva uscita nelle concessionarie.

Un design rimasto impresso nell'immaginario collettivo

Il design della carrozzeria della Fiat Ritmo Cabrio fu disegnato da Bertone. Ancora oggi, nell'immaginario di molti appassionati, è ancora vivida l'immagine del caratteristico roll bar centrale di questa vettura, sempre in tinta con i colori della capote e della livrea. Particolarissimo anche il portellone posteriore. Considerando l'ampio spazio occupato dalla capote abbassata, l'unica soluzione fu lo spostare verso l'alto il lunotto e verso il basso il coperchio del vano bagagli. La meccanica della Fiat Ritmo Cabrio era la stessa della versione 85 Super. Uguale anche il motore, un propulsore Fiat da 1498 cm³ di cilindrata capace di erogare una potenza di 85 CV. Lussuosi gli interni, specialmente per una vettura associata al segmento C. Disponibile solo nella versione a tre porte, come del resto tutte le cabriolet (salvo rarissime eccezioni), la Fiat Ritmo Cabrio fu un enorme successo commerciale.

Un nuovo motore per la Fiat Ritmo Cabrio a partire dal 1982

Nel 1982 fu presentata la seconda serie della Ritmo, pur essendo in commercio solo dal 1978. Esteticamente le due versioni erano molto simili, ma in realtà il Facelift fu profondo, specialmente sotto l'aspetto meccanico e nella scelta dei materiali. Modifiche che interessarono anche la gamma cabriolet che fu arricchita anche con un motore da 1,3 litri dai consumi più modesti. La produzione della Fiat Ritmo Cabrio cessò nel 1988, ma l'autovettura è ancora assai ricercata nel mercato delle auto usate per il suo innegabile fascino.