Mini Clubman John Cooper Works - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Mini Clubman John Cooper Works

MINI John Cooper Works Clubman: la più potente in gamma

L’ultima generazione di MINI John Cooper Works Clubman è stata presentata al Salone dell’auto di Parigi nel 2016. Come sulle versioni meno sportive, una sua peculiarità sono le sei porte (con quella del bagagliaio doppia), con due nuove porte per i passeggeri posteriori che sostituiscono la più piccola portiera controvento. La firma John Cooper Works forgia le vetture più prestazionali del marchio britannico, e questa Clubman non fa eccezione.

MINI John Cooper Works Clubman: com’è fatta, pro e contro

La di MINI John Cooper Works Clubman cresce nelle dimensioni: misura 4,25 metri in lunghezza, 1,80 metri in larghezza e 1,44 metri di altezza. La piattaforma è la l’UKL2 della Casa dell’Elica, studiata per ospitare il binomio trazione anteriore e motore trasversale. Nonostante i numeri crescano rispetto al modello precedente (a tutto favore dei passeggeri posteriori) le dimensioni rimangono comunque contenute per un utilizzo urbano. La posizione di guida è bassa, molto sportiva considerando il sedile ben regolabile e un volante poco inclinato.

Il look degli esterni è caratterizzato da linee morbide che aggiungono nel complesso un carattere sportivo. I proiettori ottici anteriori rimangono tondeggianti e, volendo, ospitano i fari bi-LED con funzione Cornering Light. Non solo migliorie estetiche, infatti, l’Air Curtain e l’Air Breather ottimizzano le proprietà aerodinamiche.

La silhouette laterale è caratterizzata da piccoli finestrini squadrati, un tetto lineare e piatto e una linea di cintura alta che aggiunge un carattere premium. Il posteriore ospita i nuovi proiettori a sviluppo orizzontale che rendono la Clubman ben piantata a terra a livello visivo. Le due portiere per accedere al vano baule sono una peculiarità di questa vettura (un rimando all’originale Traveller del 1960) ma risultano scomode quando si guarda attraverso lo specchietto retrovisore. Davvero alto il livello di personalizzazione degli esterni, con svariate tinte di carrozzeria, colori a contrasto per tetto e retrovisori.

All’interno si respira un’aria preziosa e giovane, con il LED ring che regala un carattere davvero scenografico di notte. Il volante con badge specifico John Cooper, dispone dei paddle per la trasmissione. Il sistema di infotainment utilizza uno schermo da 8.8” (2.120 € per la versione Professional) abbinato al nuovo controller MINI con Touchpad. Peccato per i troppi gli optional disponibili. Il piccolo quadro strumenti rimane analogico, a richiesta si può avere l’head-up display con contenuti specifici John Cooper Works.

Gli ADAS non mancano, però, dalla Clubman ci si aspetterebbe qualcosa in più. A richiesta si possono avere il cruise control, il cruise control adattivo e il Driving Assistant, che comprende il riconoscimento dei segnali stradali, gli abbaglianti automatici e la frenata di emergenza. Non ci sono però tutti i dispositivi per garantire un primo livello di guida autonoma come per esempio il mantenimento di carreggiata.

Anche se penalizza l’handling, il passo di 2,67 metri offre un discreto spazio per gli occupanti posteriori. Il vano bagagli ha una capienza di 360 litri (espandibili a 1.250 litri), 100 litri in più del modello precedente, ma rimane in stile “MINI”.

Poche le concorrenti in grado di regalare forti emozioni alla guida e versatilità con soli 4,25 metri di lunghezza, però, in termini di dimensioni, potremmo citare la Seat Leon FR e la Mercedes-Benz Classe A.

MINI John Cooper Works Clubman: allestimenti, motori e prezzi

La MINI John Cooper Works Clubman è disponibile nell’omonimo allestimento. Sono diversi gli optional disponibili, dal capitolo infotainment a quello estetico.

La motorizzazione è il 2.0 turbobenzina TwinPower Turbo da 231 CV (39 CV in più rispetto alla Cooper S) ed è affiancata al cambio manuale a sei rapporti, oppure al cambio Steptronic sportivo a otto rapporti. La trazione è integrale ALL4.

Benzina

  • 2.0 litri turbobenzina da 231 CV abbinato, a richiesta, al cambio automatico 8 rapporti Steptronic
I consumi si attestano intorno ai 6,8 l/100 km.

MINI John Cooper Works Clubman parte da un listino di circa 38.000 euro. Per quanto riguarda i prezzi di MINI John Cooper Works Clubman di seconda mano, questi sono disponibili sul sito di AutoScout24.

MINI John Cooper Works Clubman: conclusioni

La MINI John Cooper Works Clubman è una vettura capace di unire alla versatilità delle sei porte, grandi emozioni grazie al suo propulsore 2.0 turbobenzina da 231 CV. La classe e la sportività all’interno dell’abitacolo non mancano ma, da una vettura che strizza l’occhio al mondo premium, ci si aspetterebbe un equipaggiamento di serie più ampio. Lo spazio non manca e la Clubman JCW è l’unica shooting brake sotto i 4,25 metri ad offrire un motore così potente. La doppia porta al posto del portellone rappresenta una peculiarità della Clubman ma risulta scomoda quando si guarda dallo specchietto retrovisore.