Toyota GT 86 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Toyota GT 86

Toyota GT 86

Una stradale adatta alla pista

Divertente, agile e sportiva. Così si può definire la Toyota GT86. Una coupé dall’animo grintoso che ha nella meccanica e nella dinamica di guida i propri punti di forza. Nata dalla collaborazione tra la Casa giapponese e Subaru, viene presentata per la prima volta al Tokyo Motor Show nell’ottobre del 2009 con il nome di FT-86. Si tratta di un prototipo che già nel nome racchiudeva alcuni dettagli del progetto. Infatti, con il numero 86 si indica la misura in millimetri della corsa del pistone, dell’alesaggio del cilindro e del diametro dei terminali di scarico. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Toyota GT 86: pepatissima coupé giapponese

La versione stradale della FT-86 è stata presentata al pubblico al Salone di Ginevra 2012, stesso anno in cui trovò spazio nel mercato delle sportive “economiche”. Prodotta nello stabilimento Subaru di Ōta, in Giappone, dove usciva anche in versione “Casa delle Pleiadi” sotto il nome di BRZ, la Toyota GT86 riuscì fin da subito a trovare grande approvazione dalla critica, assicurandosi nel suo primo anno di vita il premio di vettura dell’anno dalla rivista Top Gear.

Toyota GT86: come è fatta, pro e contro

La lunghezza di 4,24 metri, la larghezza di 1,775 metri e l’altezza di soli 1,285 metri la rendono una delle coupé più compatte di sempre. Una coupé a tutti gli effetti spinta da un motore boxer posto sotto il cofano anteriore che per l’architettura a cilindri orizzontali e contrapposti ha potuto essere alloggiato più in basso, riducendo anche l’altezza del baricentro, a tutto vantaggio della dinamica di guida. Sportiva vecchio stampo, progettata per massimizzare il piacere di guida, la GT86 non poteva che adottare uno schema a trazione posteriore. Da un punto di vista estetico, la carrozzeria della vettura riprende alcuni dettagli dalla vecchia Toyota Celica, con linee fluide e lisce nella parte anteriore e laterale e forme un po’ più squadrate in quella posteriore. Il design risulta così molto sportivo, con grandi prese d’aria sulla parte anteriore, impreziosita da pendici aerodinamiche. La parte posteriore, ribassata dopo il restyling del 2016, ospita un semplice ma accattivante alettone che completa una coda dal taglio deciso. I gruppi ottici anteriori e posteriori contengono una tecnologia con trama completamente a Led. Anche se le dimensioni della Toyota GT86 sono quelle di una 2+2 vera e propria, l’abitabilità all’interno della vettura almeno nei due posti anteriori è gradevole. Mentre i sedili posteriori, divisi dal tunnel centrale, riescono ad ospitare due persone di bassa statura costringendole a qualche sacrificio. Buona, invece, l’accessibilità, grazie all’ampio angolo della portiera e alla forma dei due sedili anteriori, che anche con i supporti laterali garantiscono una seduta comoda, grazie alle varie regolazioni disponibili, e allo stesso tempo sportiva, offrendo una posizione di guida molto bassa e allungata. La corta leva del cambio posizionata in basso nel tunnel centrale e il volante piccolo e verticale completano l’imprinting sportivo, ben evidente anche nell’interno della vettura. L’abitacolo è impreziosito dalla presenza di un sistema multimediale con schermo da 6”1 con Bluetooth e comandi al volante, e da un pannello strumenti che dà la possibilità di visualizzare le performance della vettura come accelerazione laterale, longitudinale, curve di coppia e potenza e un cronometro dedicato alla pista. I materiali utilizzati, con cornici in rilievo e varie combinazioni di colori suscitano un’impressione piacevole, nel segno della razionalità e della funzionalità del progetto. Nella consolle centrale è presente anche il pulsante per il controllo della stabilità VSC, che permette di innalzare la soglia dell’intervento in modalità Sport (premendo una sola volta) o disattivare tutti i controlli (tenendolo premuto). Parlando di dinamica di guida, la Toyota GT86 non teme confronti con altre concorrenti dirette. Il peso a vuoto di 1.180 kg è ben distribuito lungo la vettura: grava per il 53% sull’asse anteriore e per il 47% sull’asse posteriore. Il baricentro molto basso garantisce ottima stabilità in curva con rollio e beccheggio molto contenuti anche grazie al sistema di sospensioni sportive con MacPherson sull’anteriore e multilink sul posteriore. L’auto, inoltre, presenta anche un telaio irrigidito che contrasta le deformazioni strutturali a tutto vantaggio della reattività.

Toyota GT86: allestimenti, motori, prezzi

La Toyota GT86 è disponibile esclusivamente con il motore Boxer di 2.0 litri da 200 CV e la trazione posteriore. L’unica scelta offerta riguarda la trasmissione. Si può scegliere un cambio manuale a sei marce o, in alternativa, un automatico a sei rapporti con modalità sequenziale e palette al volante. Il propulsore aspirato a benzina è dotato di un mix tra iniezione indiretta e diretta, grazie ad ugelli sia in camera di combustione sia nei collettori di aspirazione. Questo permette non solo di raggiungere una potenza massima di 200 CV a 7000 giri/minuto e una coppia massima di 205 Nm a 6600 giri/minuto, ma anche di salvaguardare i consumi e le emissioni grazie a una migliore distribuzione della coppia sui 7500 giri disponibili. Il manuale a 6 marce restituisce al conducente sensazioni sportive grazie al posizionamento della scatola cambio direttamente sotto la leva. Questa configurazione permette di non utilizzare i cavi Bowden per il cambio marcia che avviene in maniera diretta. La trasmissione viene completata dal differenziale autobloccante meccanico Torsen, che consente di ripartire la coppia motrice tra le due ruote senza mai bloccare del tutto i due semiassi. La GT86 è disponibile a listino in due allestimenti: Rock&Road e Racing Edition. Il primo allestimento parte da 31.950 euro (in promo a 28.150 euro) e offre cerchi in lega da 17” con pneumatici 21545 R17, sospensioni anteriori e posteriori Showa, sistema multimediale Toyota Touch con display da 6”,1. L’allestimento Racing Edition si differenzia per aver un solo colore di carrozzeria disponibile (Thunder Blue) e per alcune migliorie tecniche come le sospensioni anteriori e posteriori Sachs e l’impianto frenante Brembo che è più performante grazie a dischi anteriori e posteriori di maggiori dimensioni e per le pinze freno che diventano fisse a 4 e 2 pompanti. Il tutto a partire da 35.650 euro (in promo a 31.350 euro). Per il cambio automatico bisogna sborsare 1.500 euro in più. Benzina

  • 2.0 200 CV esclusivamente a trazione posteriore con cambio manuale o automatico

Toyota GT86: conclusioni

La Toyota GT86 è la vettura giusta per chi cerca una coupé sportiva ad un prezzo ragionevole. Certamente una vettura da appassionato che riesce a emozionare grazie alle sue qualità dinamiche e il boxer di 2.0 litri da 200 CV. Tuttavia, la vettura risulta impegnativa nell’uso quotidiano sia per le sospensioni puramente sportive, che nelle strade cittadine fanno fatica a restituire comfort al conducente, sia per l’erogazione del motore che dà il meglio sopra i 4.500 giri.

Recensioni dei veicoli Toyota GT 86

2 Recensioni

5,0