Passa al contenuto principale
Messaggio

Se fai il login, AutoScout24 ha ancora più servizi per te.

  • Sincronizza i tuoi preferiti
  • Salva le tue ricerche
  • Inserisci i tuoi annunci
Focus: Diesel
Focus: Diesel

Diesel vs Benzina: quali sono le differenze?

Fino a pochi anni fa le auto diesel erano di gran lunga le più gettonate in Italia, tanto che a luglio 2016 la loro quota sfiorava il 60%: su 5 auto vendute in Italia, in altri termini, 3 avevano il motore a gasolio.

Fino a pochi anni fa le auto diesel erano di gran lunga le più gettonate in Italia, tanto che a luglio 2016 la loro quota sfiorava il 60%: su 5 auto vendute in Italia, in altri termini, 3 avevano il motore a gasolio.

Negli ultimi tempi però si sono fatte sentire le conseguenze del Dieselgate, lo scandalo di cui si è reso responsabile il Gruppo Volkswagen, che “truccava” alcuni motori diesel per fargli superare i test di omologazione, sebbene violassero i limiti sulle emissioni inquinanti di ossidi d’azoto. Le conseguenze sono state drastiche: molti Comuni e regioni (in Italia e nel mondo) hanno iniziato a mettere nel mirino le auto diesel, anche quelle più recenti, spaventati dalle conseguenze sulla salute umana degli ossidi d’azoto. Le vendite ne hanno risentito, perché a luglio 2019 le auto diesel erano 37 su 100. Questo però non significa che le auto benzina siano meglio delle auto diesel. Anzi.

Per quanto riguarda i blocchi alla circolazione, lo spauracchio di chi possiede o guida un’auto diesel non più recentissima, bisogna precisare che questi interessano per lo più le Regioni e le città del Nord Italia, quindi chi vive al Centro, al Sud o fa tanti chilometri in autostrada non deve temerli. Per le auto diesel più recenti, inoltre, i blocchi valgono solo dopo vari giorni consecutivi di aria inquinata e nel periodo invernale (1 ottobre-31 marzo), perciò chi guida un’auto diesel Euro 4 o Euro 5 non è detto che debba tenerla ferma spesso; solo Roma ferma le auto diesel Euro 6, ma esclusivamente in quattro domeniche ecologiche dall’inverno alla primavera.

Le auto diesel Euro 4 e Euro 5 sono state vendute fra il 1/01/2006 e il 1/09/2015. È anche vero però che Milano, il Piemonte, la Lombardia, il Veneto e l’Emilia Romagna intendono stringere le maglie nei confronti delle diesel Euro 4 e Euro 5 (le auto diesel fino alla classe Euro 3 sono già off limits), quindi lo scenario a lungo termine delle auto diesel non è favorevole. Detto ciò, vediamo quali sono le differenze fra motore diesel e benzina e cos’è meglio e cosa conviene comprare.

Diesel vs Benzina: consumi e prezzo

Le auto diesel consumano meno e perciò sono meno costose da mantenere, perché il pieno alla pompa è più economico. Vediamo un esempio, prendendo in considerazione le BMW diesel e benzina: la BMW 320i, con il 4 cilindri turbobenzina 2.0 da 184 CV, percorre in media 18,18 km/l e perciò consuma 5,5 litri di benzina con 1 litro di gasolio; la BMW 320d, con il 4 cilindri turbodiesel 2.0 da 190 CV, invece “beve” 4,2 l/100 km e perciò percorre in media 23,80 km/l. E’ una differenza del 30%. La versione diesel però costa di più al momento dell’acquisto: a parità di allestimento e trasmissione (automatica per entrambe), la 320i parte da 43.500 euro e la 320d da 43.800 euro. La differenza in ogni caso può essere più marcata. Inoltre, bisogna considerare che i tagliandi di manutenzione sono più costosi per le auto diesel, e che le moderne auto benzina non rischiano di incappare nei blocchi alla circolazione: a Milano per esempio le auto benzina Euro 4 non possono accedere ad Area B dal 1 ottobre 2028, ma nello stesso giorno vengono fermate anche le più recenti auto diesel Euro 6 acquistate prima del 31/12/2018. Auto benzina vs diesel, per riassumere: le prime per chi vuole risparmiare all’acquisto e non vuole incappare nei blocchi alla circolazione, le seconde per chi fa tanta strada o vuole risparmiare alla pompa.

Cosa cambia tra un motore diesel e un benzina

Al di là di queste considerazioni, però, quali sono le differenze fra un motore diesel e uno benzina? A cambiare è prima di tutto il carburante: entrambi derivano dal petrolio, ma la benzina è più lavorata e il gasolio – che alimenta i motori, dal cognome del loro inventore Rudolf Diesel – meno. La tassazione è più favorevole per il diesel: per ogni 1.000 litri vanno allo Stato oltre 617 euro, contro i 728 della benzina.

La differenza principale fra benzina e diesel è nel modo in cui avviene la combustione: la miscela aria/benzina infatti si accende – è l’esplosione a far muovere i cilindri – tramite una scintilla, prodotta dalla candela, mentre la miscela aria/gasolio si accende in seguito alla compressione da parte del pistone. La differenza di costo fra benzina e diesel è di pochi centesimi, circa 11 a favore della benzina, ma a pesare sono le differenze nei listini: a parità di potenza le auto diesel costano o poche centinaia di euro in più, come nel caso della Serie 3, oppure fino a 1.500/2.000 euro in più.

Diesel vs Benzina: qual è più facile da guidare

“È più facile guidare una macchina diesel o benzina?”. In molti se lo chiedono, ma in realtà la domanda ha una risposta facile facile: sono più facili da guidare le auto diesel. Questo perché i loro motori hanno più coppia e la erogano a regimi inferiori: ciò significa che lo spunto da fermo è più deciso e bisogna “lavorare” meno con la frizione per riprendere velocità. La coppia più elevata inoltre fa sì che l’auto diesel possa guadagnare velocità anche con una marcia in più di quella corretta. Le auto benzina, d’altro canto, erogano la coppia massima a regimi più elevati, quindi bisogna “tirare” le marce per riprende velocità, mentre a bassa velocità la loro risposta non è altrettanto decisa: bisogna perciò scalare marcia.

Tutti gli articoli

Auto diesel: la classifica dei consumi

Diesel · Cosa c'è da sapere sulle auto diesel

Auto diesel Euro 5: fino a quando possono circolare?

Diesel · Cosa c'è da sapere sulle auto diesel

Blocco auto diesel: quali sono gli scenari futuri?

Diesel · Cosa c'è da sapere sulle auto diesel
Mostra di più