Prototipi & Concept: VW Golf R Touch – Touch!

Curiosi di sapere come sarà l'aspetto della nuova VW Golf? Forse, allora, dovreste guardare più da vicino il vostro smartphone. E chiunque, ancora, non sia in possesso di uno smartphone, dovrebbe, forse, iniziare a pensarci: la Golf della nuova generazione potrebbe essere davvero una sorpresa.

Heinz-Jakob Neußer è a conoscenza del fatto che, la maggior parte dei suoi clienti, è in possesso di uno smartphone all'avanguardia, moderno, super tecnologico: sì, insomma, un esemplare di iPhone o Android. Gli smartphone, ma anche i nuovi tablet e gli orologi intelligenti di ultima generazione, sono in continua evoluzione. "Questo trend sempre più in espansione colpisce inevitabilmente anche l'industria automobilistica" dichiara, sicuro, lo Chief Development Officer di casa Volkswagen. Ed è per questo motivo che il suo team ha presentato, in occasione del Consumer Electronics Show di Las Vegas, la sua visione della tecnologia di controllo del futuro che sta per arrivare.

Fuori una normale Golf

Ebbene, a guardarla non si direbbe: è in tutto e per tutto una normalissima Golf. Tuttavia, il protagonista della situazione, è il Golf R-Touch. Si potrebbe definire come una show car, normale fuori, esattamente come un modello sportivo classico del bestseller Wolfsburg. Tuttavia, al suo interno, nasconde un cuore pulsante, un cuore cibernetico, un cuore futuristico: un touch e tre grandi schermi. Si preservano gli strumenti classici di navigazione, le informazioni sull'auto vengono mostrate immediatamente sopra al volante. Il pilota virtuale condurrà il guidatore verso un futuro innovativo, in altissima risoluzione.

Il touch screen posizionato nella consolle centrale, in effetti, potrebbe non sembrare così rivoluzionario: parliamo di un display di 12.8 pollici. Ma il bello, deve ancora arrivare: il display è infatti collegato a una fotocamera 3D posizionata sul tettino, ed è possibile interagire con questi strumenti anche mediante gestures, non necessariamente attraverso un tocco diretto. "Il gesto per interagire con uno schermo è alla portata di tutti, grazie proprio all'esistenza e alla diffusione degli smartphone. Noi lo abbiamo portato anche in auto!" ha dichiarato Neußer. E così, diventa possibile scegliere tra i brani preferiti, con uno swipe, esattamente come sul nostro smartphone.

Trasparente, ma senza vantaggi

Il terzo schermo posizionato inferiormente, da 8 pollici, contempla tutte quelle funzioni standard dei classici computer di bordo da auto: la gestione e l'impostazione dell'aria condizionata o la classica mappa per raggiungere le nostre mete. Tutto, a portata di un indice.

La particolarità introdotta dal gruppo Volkswagen interessa in special modo la concentrazione del guidatore, che non sarà mai disturbata: sguardo sulla strada e un computer di bordo intelligente e facile da azionare con un semplice tocco Grazie a R-Touch anche l'accensione delle luci o l'apertura dei finestrini, dipendono da un semplice gesto, idem il tettino decappottabile. Un vantaggio niente male!

Che ogni pulsante venga sostituito da una superficie touch screen? Questo Neußer non lo sa. "Seguiremo l'avanzamento e lo sviluppo tecnologico di smartphone e tablet, cercando di abbracciare le abitudini di utilizzo di ogni utente". Quel che è certo, è che Volkswagen integrerà R-Touch su molti modelli nel proprio futuro.

Pronto per gli step successivi?

Tutti gli articoli

Nuova Ford Puma

Nuova Opel Corsa: sportiva, attraente, efficiente

Porsche 718 Spyder e 718 Cayman GT4

Mostra di più