Le roulotte d'epoca: belle, originali e molto longeve

La roulotte si è dimostrata un mezzo estremamente longevo e non è così inusuale imbattersi in un "pezzo d'epoca" ancora in ottimo stato. Dopo l'apice produttivo degli anni '70, quando anche molti produttori italiani (Adria, Laverda, Laika, Elnagh, Lander, Roller, Nardi) si cimentavano con successo nella produzione di roulotte di ogni genere e tipo, la loro diffusione ha visto un brusco declino a metà degli anni '80 dovuta all'ingresso prepotente degli autocaravan sul mercato. Fenomeno molto italiano, questo, mentre all'estero la roulotte continua ad essere diffusa in Germania, Inghilterra, Olanda, Francia per i vantaggi che presenta rispetto al mezzo motorizzato: spese d'esercizio nettamente inferiori, praticità, economicità e semplicità di manutenzione.

Famiglia, natura e libertà

L'idea vincente della roulotte era quella di poter andare ovunque. La roulotte diviene in quell'epoca un simbolo di libertà, di vacanze con la famiglia e in mezzo alla natura. La roulotte è anche ecologica oltre che divertente, come sottolinea la Elnagh. Altri marchi più piccoli mettono in evidenza la robustezza, la durata, la qualità dei materiali, come nel caso di Alfacar, Franza e Malloreen. C'è chi, come Roller, sottolinea la facilità di traino delle loro strutture, i Marchi Erika e Rimor sottolineano invece gli aspetti della sicurezza. Molti produttori evidenziano come una roulotte sia come una casa da portare con sé, con tutte le comodità e i comfort dell'ambiente domestico. La Tabbert presenta invece l'acquisto di un caravan come forma di investimento. Il tempo sembra dare loro ragione.
Torna su