Fiat monovolume - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Fiat monovolume

Fiat: le auto Made in Italy

La Fabbrica Automobili Italiana Torino, conosciuta nel mondo con la sigla Fiat ha origini antichissime. Fondata nel 1899 nella provincia piemontese come fabbrica dedita alla produzione di veicoli, ha rivolto, solo successivamente, lo sguardo verso altri settori. Dal 2007 il colosso italiano è entrato a far parte del marchio Fiat Group Automobilies, insieme ad altri marchi prestigiosi di veicoli come Alfa Romeo e Lancia.

La produzione Fiat dalla sua nascita ad oggi

Il primo modello di vettura prodotto dalla nota casa automobilistica italiana è datato 1900. Si trattava della Fiat 3/12hp prodotta in soli 24 esemplari. Da quel primo modello, caratterizzato dalla mancanza della retromarcia, la casa automobilistica ha fatto moltissima strada, proponendo modelli sempre nuovi, curati fin nei minimi particolari. L'immediato dopoguerra vede la casa automobilistica realizzare il suo più grande successo, la Fiat 500, considerata forse l'icona dell'azienda. Ancora successi e cambiamenti negli anni '70, con la nascita di una Società per azioni denominata Fiat Auto S.p.A, che racchiude tutte le aziende del settore automobilistico attive all'interno del gruppo. Poi negli stessi anni si assiste alla nascita di alcuni modelli che resteranno per sempre nella storia delle automobili: Fiat 126, Fiat 127 e Fiat Ritmo, per concludere con Fiat Panda.

Fiat monovolume: l'evoluzione marchiata Fiat

Nel 1955 l'azienda avvertì l'esigenza di creare un nuovo modello che andasse a sostituire la Fiat 500, che aveva oramai raggiunto il suo traguardo. La scelta cadde su un modello innovativo per l'epoca: la Fiat 600 Multipla. Presentata nel 1956 rappresentò la prima Fiat monovolume realizzata dalla fabbrica torinese, anticipando di molti anni le più dirette concorrenti americane e giapponesi. Realizzata sulla base della Fiat 600 poteva ospitare fino a sei persone, grazie alla presenza di un sedile anteriore in grado di accogliere due persone, e a due file di sedute ripiegabili. Il motore trovava posto nel cofano posteriore ed il posto di guida, risultava spostato in avanti, rispetto al modello base della Fiat 600: tale spostamento, consentiva alla Fiat monovolume, di estendersi lungo 3,5 metri di spazio. Viene considerata l'antenata della Nuova Fiat Multipla, alla quale ha ceduto non solo la denominazione ma anche l'apprezzamento del pubblico: la Multipla, infatti, tra le monovolume europee continua ad essere una delle vetture più richieste e vendute presso il mercato delle auto usate.