Pagani - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Pagani

Pagani

Trova ora lauto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Inserisci gratis il tuo annuncio.

Pagani, una vita all'insegna della velocità

Già da giovanissimo sperimenta e trasforma modelli di macchine già esistenti per creare le forme e il design dei suoi sogni. Il brand si afferma soprattutto per il decisivo contributo dato per la realizzazione della Lamborghini Diablo. Già dalle forme e dalle linee studiate dal marchio per la struttura della Diablo svelano quali saranno i suoi progetti futuri. I sogni di Pagani iniziano però molto prima. Infatti, già nel 1988 aveva iniziato a realizzare degli schizzi per la costruzione del suo sogno. Il sogno del fondatore si chiama Zonda ed è una vettura avveniristica. Nel 1991 fonda la Modena Design che collabora con marchi del calibro della Dallara, Ferrari, Berman, Lange e Renault. E solo un anno dopo, nel 1992, realizza il primo prototipo della sua Zonda, all'ora chiamata Fangio F1in onore del pilota Juan Manuel Fangio. Nel 1999 fonda la Pagani Automobili che ha sede a San Cesario sul Panaro, nella provincia di Modena. Il sogno diventa realtà con la presentazione nel 1999 della Zonda al Salone di Ginevra.

Pagani: Zonda e Huayra due vetture nate per sfidare il vento

Il marchio produce solo ed esclusivamente due modelli di vetture: la Zonda e la Huayra. La prima è la coronazione del sogno del capo fondare della casa automobilistica. La visione futuristica è avveniristica del giovane Horacio si concretizza nel 1998, dopo lunghi e minuziosi anni di lavoro e di studi. Il risultato è totalmente realizzata a mano, unica nel suo genere. Una super-sportiva, con telaio e scocca realizzati in fibra di carbonio. Il design è disegnato direttamente dal vento e prende direttamente spunto dai prototipi del Gruppo C della Mercedes-Benz. La Zonda dopo aver superato i test aerodinamici condotti nella galleria del vento della Dallara, nel 1993, deve essere ancora terminata. Dotata di un motore Mercedes-Benz AMG, interamente costruito a mano,tipo V12 M120 da 5987 cm³, finalmente viene omologata ed è pronta per scendere in pista. La Zonda debutta ufficialmente in società nel 1999 con la presentazione al Salone di Ginevra. A seguire, poi, arriveranno altri modelli della Zonda. Più evoluta e innovativa la Huayra, la seconda vettura prodotta dalla ditta modenese. Nata dal progetto C9, riguardante degli studi per l'ammodernamento della Zonda, quest'auto è la versione avanzata sia dal punto di vista stilistico che meccanico della primogenita della casa costruttrice. Il primo modello monta un motore AMG V12 a due turbocompressori da 5980 cm³ capace di incrementare una potenza di oltre 730 CV, la vettura può arrivare a una velocità massima di 374 km/h, l'accelerazione arriva da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi.

Zonda: dalla C12 alla Revolucion l'evoluzione della perfezione

La Zonda è una delle vetture più apprezzate dell'automobilismo internazionale. Anche osservando il mercato delle usate di lusso, si nota il costante apprezzamento dei modelli del marchio, che sono tra quelle autovetture che mantengono costantemente un prezzo abbastanza elevato. Questo veicolo, nel corso della storia, ha subito diverse modifiche e differenti evoluzioni. Nel 1999 esce la versione C12 , la primogenita della casa automobilistica. Da allora tutto diventa leggenda. Nel 2002 la vettura conquista nuova potenza con un motore da 7,3 litri Mercedes-AMG da 555 CV dotato di controllo di trazione. Anche l'estetica subisce dei cambiamenti egli spigoli risultano più morbidi e arrotondati. Il 2003 è l'anno della Roadster. Il 2005, è il momento della Zonda F, e poi avanti così. Negli anni vengono prodotti dei modelli sempre nuovi, più competitivi ed esclusivi, sempre più al passo con la tecnologia e la meccanica di precisione, ma sempre con la classe e lo stille che contraddistingue quest'azienda. Ultimo modello prodotto nel 2013 è la Zonda Revolucion, aggressiva e grintosa, a vederla sembra quasi di fissare una pantera. Questo modello è l'apice della tecnologia e della forma. Molti appassionati sognano un giorno di poter semplicemente guidare un modello di questo brand. Aprire lo sportello e prendere posto sul sedile, sentire il rombo sordo del motore appena acceso e poi godersi la guida sportiva e confortevole assicurata dal marchio. Ma oltre all'esclusività dei veicoli, ricordiamo anche l'esiguo numero degli esemplari fabbricati. Come ogni oggetto curato nei dettagli e fatto a mano con passione e sentimento, gli esemplari di auto Pagani sono numerati e prodotti in serie limitata, quindi chi volesse acquistare un modello degli anni passati probabilmente dovrà rivolgersi al mercato delle auto usate.

Pagani Huayra: il sogno che non ha smesso mai di crescere

La Huayra, ultima nata in casa Pagani, è già la portavoce ufficiale di questa importante ditta italiana. La continua ricerca ed il desiderio mai spento di evolversi e spingersi sempre più verso la perfezione e di raggiungere vette sempre più alte, nonché velocità sempre maggiori, ha dato vita alla vettura. Evoluzione stilistica e tecnologia del modello della Zonda R, la Huayra è l'ultimo successo della Pagani Automobili. Sviluppatasi nel design, ancor più aerodinamico e più attento nei particolari, e progredita meccanicamente, al suo interno un motore Mercedes AMG biturbo da 730 CV, la Huayra è l'evoluzione di un sogno in costante divenire. Dalla sinergia della Pagani con altre ditte leader nel settore della componentistica della autovetture, come la Mercedes e la Pirelli, nasce la Huayra, emblema di tecnologia e potenza, di ingegneria e arte. Questo veicolo è un autentico gioiello della meccanica dell'industria italiana d'eccellenza, un'auto dall'eleganza esclusiva pronta a sfidare il vento.