Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Bonus Revisione Auto 2021. Ecco come richiederlo.

Dal 1° novembre 2021 al via l'aumento del costo della revisione auto. L'aumento prevede il passaggio da 66,88 a 79,02 euro a causa del rincaro di 9,95 euro della tariffa ministeriale (da 45,00 a 54,95 euro). È previsto però il bonus veicoli sicuri per compensare l'aumento.

Bonus revisione 2021: cos'è

Per compensare l'aumento lo Stato ha previsto l’erogazione di un buono di 9,95 euro per chi sottopone il veicolo a revisione presso i centri autorizzati.

Un po' come il bonus per l'acquisto di auto nuove e usate, anche il bonus veicoli sicuri (ai sensi dell'art. 1, comma 706, della legge 30 dicembre 2020, nr. 178) viene assegnato secondo l’ordine temporale di ricezione delle richieste fino a esaurimento delle risorse disponibili.

L’incentivo, sotto forma di rimborso, ha validità triennale (dal 1° novembre 2021 al 31 ottobre 2024) e può essere riconosciuto per un solo veicolo a motore e per una sola volta.

Si rivolge ai proprietari di veicoli a motore che, dal 1° novembre 2021 e per i successivi tre anni, sottopongono il proprio veicolo alle operazioni di revisione (di cui all'art. 80, comma 8, del Codice della strada.) presso le officine e i centri autorizzati.

Bonus revisione 2021: come richiederlo

Si potrà richiedere il contributo attraverso la piattaforma informatica "Buono Veicoli Sicuri" del MIMS, che sarà attiva dal 21 dicembre 2021 e alla quale si potrà accedere solo con SPID o CIE (carta d’Identità elettronica) o CNS (carta nazionale dei servizi). La richiesta è completamente a carico dell’intestatario del veicolo, che potrà effettuarla solo dopo aver eseguito la revisione.

Dati da inserire nella piattaforma:

  • numero di targa del veicolo sottoposto alle operazioni di revisione di cui all'art.80 del Codice della Strada, intestato al richiedente il rimborso o alla società del caso in cui il richiedente sia incaricato dalla società stessa.
  • la data dell'operazione di revisione.
  • il codice IBAN per l'accredito del rimborso.
  • cognome e nome dell'intestatario o cointestatario del conto corrente, che deve coincidere con la denominazione sociale in caso di incaricato di società.
  • indirizzo e-mail per eventuali comunicazioni connesse all'erogazione del rimborso.

Prima dell’accredito del bonus la CONSAP effettuerà le dovute verifiche per stabilire se il richiedente ne abbia veramente il diritto

Effettuare la revisione è un'operazione obbligatoria da effettuarsi ogni 2 anni, pena multe e blocco del veicolo non a norma.

Tutti gli articoli

Revisione veicoli storici: le novità del 2022

Consigli · Burocrazia auto

Codice della strada 2021: tutte le novità in sintesi

Consigli · Burocrazia auto

Cambiare ruota auto

Consigli · Burocrazia auto
Mostra di più