Honda CX 500 - comprare o vendere moto usate o nuove - AutoScout24

Honda CX 500

Honda: la storia di un mito.

Nata nel 1948 a Tokyo, la Honda è una Società per Azioni quotata in borsa che ha come obiettivo la costruzione di auto e moto sempre all'avanguardia. Dopo una iniziale attività di costruzione di pistoni, la sua zona di competenza si è ben presto espansa fino ad interessare molti altri settori della meccanica. Attiva anche nel campo della robotica, la sua produzione primaria rimane però quella di motocicli, ed attualmente occupa il primo posto nel mondo tra i costruttori di due ruote. La prima realizzazione risale al 1948. Nel dopoguerra, quando vi era scarsità di risorse economiche e di carburanti, l'azienda pensò ad un motore semplice e di piccola cilindrata, da applicare direttamente alla bicicletta. Il successo che ebbe questa invenzione in Giappone è stato senza dubbio il trampolino di lancio di una azienda che oggi può definirsi un colosso nel settore dei trasporti. Sempre attenta alle ultime esigenze e alle variazioni di richiesta del mercato, Honda ha conquistato il cuore di numerosi fedelissimi con i suoi prodotti affidabili ed innovativi. Il primato di maggior costruttore di motocicli, conquistato negli anni '70, appartiene ancora alla casa costruttrice giapponese. Anche in campo agonistico Honda è presente da moltissimo tempo. La sua prima apparizione risale al 1959, quando si iscrisse al Tourist Trophy nell'isola di Man. Le prime vittorie arrivarono due anni dopo, con Mike Hailwood, che ottenne un doppio successo nella classe 125 e 250. Nel 1966 giunse il primo successo anche nella classe più prestigiosa: la 500. A dimostrazione di quanto impegno la casa automobilistica giapponese mettesse nelle competizioni sportive occorre ricordare che nel 1962 realizzò il circuito di Suzuka, una pista privata creata appositamente per provare e testare le proprie moto da corsa.

Honda CX 500: caratteristiche generali.

Honda CX racchiude una serie di modelli di moto prodotte dalla casa costruttrice giapponese nel periodo che va dal 1977 al 1986. Il primo modello prodotto della serie è la Honda CX 500, presentata al pubblico già nel 1977. Una moto bicilindrica con motore a V di 80°, con una cilindrata di 496 cm³ ed il raffreddamento del motore a liquido. Il successo ottenuto sul mercato europeo è stato determinante alla prosecuzione della serie. Ancora oggi molto apprezzata e richiesta sul mercato delle moto usate (la produzione è infatti cessata nel 1986), è stata la base che ha poi dato il via alla Honda CX 500 C e alla Honda CX 500 Turbo. Sottoposta a leggero restyling nel 1979, la versione base venne provvista di un cupolino protettivo che poteva offrire una maggiore sicurezza alle alte velocità. La possibilità di collocare borse e bauletti nella parte posteriore rendeva la Honda CX 500 una moto dalla duplice funzionalità. Oltre che mezzo per gli amanti delle competizioni sportive divenne infatti anche la due ruote ideale per il mototurismo a lungo raggio. Un equipaggiamento ancora più completo per questa ultima funzione verrà poi ripreso ed offerto dalla casa costruttrice giapponese con la serie Honda GL 500 Silver Wing.

Honda CX 500: motorizzazione.

Con il suo motore bicilindrico a quattro tempi e la sua potenza di 50 HP a 9000 giri/minuto la Honda CX 500 si colloca tra i motori più potenti. La casa costruttrice giapponese ha sempre avuto un occhio di riguardo per la sicurezza dei propri appassionati, e la moto è in grado di offrire tutta la sicurezza di un freno anteriore a doppio disco da 240 mm, unito ad un freno posteriore a tamburo da 160 mm. Anche il comfort riveste un'importanza fondamentale, e viene assicurato dalle sospensioni anteriori a forcella telescopica da 33 mm. Coloro che sono alla ricerca di un design bello ed accattivante non potranno non notare il telaio in tubi e lamiera stampata a struttura mista. Alimentata con due carburatori Keihin da 35 mm, la moto riesce a raggiungere la velocità massima di 185 km/h impiegando solo 5,5 secondi per arrivare a 100 km/h partendo da fermo. Anche i consumi sono contenuti. I valori dichiarati dalla casa costruttrice indicano la capacità di percorrenza di 16,7 km con un litro di carburante.