Vespa Sprint - comprare o vendere moto usate o nuove - AutoScout24

Vespa Sprint

La tradizione che non invecchia.

Se si pensa alla Vespa, la mente va immediatamente ai film degli anni della Dolce Vita. Che sia per le sue forme morbide e raffinate o per i suoi colori brillanti, poco importa: ciò che conta è che, ancora oggi, la Vespa sia stata in grado di conquistare gli amanti del genere, senza mai stancare. Ovviamente, ogni azienda ha dei segreti che non può svelare ma che i veri appassionati possono intuire ammirando l'evoluzione dei diversi modelli. Nel caso della nuova Vespa Sprint, non è difficile notare come le caratteristiche base del modello siano state riprese ed elaborate in una nuova veste, più moderna ma in grado di mantenere intatto il fascino del modello originale. Occorre, allora, analizzare nel dettaglio la storia del modello e la sua progressiva evoluzione, così da comprendere le novità della nuova Vespa Sprint. Per risalire all'origine di questo nuovo modello, occorre pensare ai veicoli degli anni '60: Vespa dominava il mercato italiano grazie ai suoi modelli dotati di carrozzeria robusta e motore brillante, ideale per i giovanissimi che non potevano permettersi il più noto Vespone ma che non volevano ripiegare sul Vespino. Passano gli anni e si arriva al 1996, quando la Super Sprint 90 diventa la vera regina delle strade italiane. A fare di questo modello il più apprezzato degli anni '90 fu l'insieme di potenza e design: il motore da 90 cavalli raggiungeva serenamente i 93 km/h, mentre la marmitta, più lunga dei modelli concorrenti e con rivestimento cromato, dava al veicolo un tocco di lucentezza in più. Si trattava di un modello giovane, riproposto adesso dalla casa italiana per tutti i nostalgici degli anni in cui Vespa Sprint era sinonimo di affidabilità e spensieratezza.

Caratteristiche tecniche al passo con i tempi.

Vespa Sprint ricalca alcuni dei tratti distintivi del modello del 1996. In primo luogo, i cerchi ruota in lega di alluminio dal diametro pari a 12 pollici: si tratta di cerchi dal diametro superiore alla media, specie per un modello di piccole dimensioni, ma che regalano al veicolo una stabilità notevole. Il faro anteriore, dalla forma rettangolare e con cornice cromata, riprende una scelta già presentata dalla casa madre per i modelli sportivi. Ad arricchire il tutto sono le bordature rosse che evidenziano le prese d'aria, rendendo la Vespa Sprint giovane e accattivante. È lecito, a questo punto, chiedersi quali siano le vere novità di un modello che, stando a quanto detto, sembra incarnare l'essenza del vintage. A rendere Vespa Sprint innovativa è la nuova pedana, progettata per facilitare l'appoggio dei piedi a terra da parte del guidatore e per agevolare il passeggero che voglia montare in sella. Inoltre, lo spazio dietro lo scudo è stato aumentato e l'altezza della sella (appena 790 millimetri dal suolo) permette di aumentare la stabilità del veicolo, anche in curva. Un tocco in più è dato dalla parte terminale del mezzo, più appuntita e somigliante al pungiglione di una vespa, chiaro omaggio al nome del mezzo. La scocca, rigida e dal design accurato, è pensata per sopportare gli urti. Dal canto loro, i comandi elettrici inseriti nei bracciali collocati sui manubri, ricordano la tradizione ma si rivelano moderni e in grado di catturare l'attenzione del guidatore. La sella, comoda e ben rifinita, nasconde un vano benzina da 16,6 litri ed uno spazio in cui riporre il casco o dei piccoli pacchi.

Il veicolo ideale per superare gli ostacoli con disinvoltura.

Agile nel traffico e semplice da manovrare, Vespa Sprint diventa il veicolo ideale per la città. Le ruote con cerchi da 12'' rendono il mezzo stabile e adatto anche alle strade di periferia. Ma il modello Sprint rivela il meglio di sé tra curve e auto incolonnate. Lo scatto in partenza, poi, permette di avviare il mezzo con facilità dopo uno stop al semaforo, mentre i freni hanno una capacità di reazione tale da bloccare la Vespa con semplicità e in breve tempo. Alla luce di quanto detto, questo modello si rivela l'investimento ideale non solo per i giovanissimi, ma anche per i nostalgici che vedono in Vespa l'azienda italiana per eccellenza. Un vero gioiello.