Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
wartburg-l.jpg

Wartburg

1 / 3
wartburg-l.jpg
wartburg-311-m-03.jpg
wartburg-m-02.jpg

Wartburg: storia, modelli, prezzi, nuovo e usato

Wartburg è stata uno storico modello prodotto negli anni ‘60 dall’altrettanto storica Casa automobilistica tedesca Automobilwerk Eisenach, attiva dal 1896 al 1991. La Wartburg, chiamata così in onore all’omonimo castello che sorge nella zona nei dintorni di Eisenach, proprio al centro della Germania, è stata un’autovettura molto famosa poiché fu l’utilitaria più in voga nella Germania orientale, l’ex DDR, quando ancora era nella sua posizione il famoso Muro di Berlino. Si tratta di modelli popolari prodotti dalla fabbrica tedesca sopra citata e tra i più famosi si contano la 311, la sua erede 353 sostituita a sua volta dalla 1.3 che è stata prodotta fino al 1991.

wartburg-m-02.jpg
wartburg-353-w460-m-03.jpg
wartburg-312-m-04.jpg

I modelli Wartburg più cercati

Aktuelle Topmodelle

Trova ora l'auto dei tuoi sogni. Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Modelli per la classe media che si legano indissolubilmente alla storia europea del secondo dopoguerra e alla non felice parentesi della divisione tra le due Germanie.

Caratteristiche del brand Wartburg

  • Wartburg è sinonimo di auto tedesca ex DDR
  • Auto utilitarie per famiglie
  • Se ne trovano usate da collezione

Storia di Wartburg

La storia di Wartburg, cui si associa quella di Trabant, è a doppio filo legata a quella della Germania dell’est, la ex DDR così chiamata fino al crollo del Muro di Berlino nel 1989. Nata come Fabbrica di veicoli di Eisenach e soprannominata Wartburg in onore dell’omonimo castello sito nella zona dello stabilimento, la Wartburg si associa a doppio filo con la storia di un altro costruttore tedesco molto famoso, BMW. Per l’esattezza già all’inizio del ventesimo secolo la Wartburg diventa Dixi dopo l’uscita di scena del fondatore Ehrhardt. La stessa Dixi viene acquisita dalla BMW e proprio grazie a questo passaggio che inizia a produrre automobili, dopo i primi interessi coltivati con le motociclette e i motori aeronautici (da cui deriva il suo logo).

La storia di Wartburg, quindi, può ricominciare dopo che nel 1949 la neonata Repubblica Democratica Tedesca (DDR) fa trasformare la fabbrica di Eisenach in EMW (Eisenach Motor Werk) per poi ripescare dal passato il Marchio Wartburg che accompagnerà i modelli prodotti fino alla chiusura nel 1991. In un certo senso, però, molti degli operai Wartburg proseguirono il loro lavoro assunti da Opel, che proprio a Eisenach ha uno dei suoi stabilimenti più grandi.

Modelli di Wartburg

Da quando negli anni ‘50 è tornato il nome Wartburg, sono stati principalmente tre i modelli di Wartburg prodotti tra il 1956 e il 1991, per 35 anni. La Wartburg 311 è stata la prima di questi e da essa derivarono anche la 312 e la 313. Nata sulle basi della EMW 309, la Wartburg 311 fu la prima auto a rispolverare la storica sigla, omaggio al Castello di Eisenach, non più utilizzata dal 1930 e prima ancora dal 1898. La Wartburg 311 nacque, dunque, con una forma più evoluta e tipica degli anni ‘50 rispetto alla EWM 309, mentre il motore scelto fu lo stesso, il tre cilindri da 0,9 litri con potenza aumentata a 37 CV. Della 311 sono state prodotte anche le versioni giardinetta e cabrio, così come la curiosa Camping-Limousine. Dalla 311 nacque l’evoluzione 313: abitacolo per due persone, cofano allungato, hard-top o tetto in tela e potenza aumentata a 50 CV; pochi o tanti, fu uno dei modelli più sportivi nell’ex DDR dell’epoca e per questo famoso tra gli appassionati. La Wartburg 312, invece, fu il modello temporaneo con telaio della nascente 353 sulla carrozzeria della vecchia 311.

Il secondo dei modelli di Wartburg è stata la 353, presentata nel 1965 e rimasta in produzione fino al 1989, anno della caduta del Muro di Berlino. Famoso per essere rimasto 24 anni nel listino Wartburg, introdusse innovazioni come le sospensioni indipendenti su ogni ruota, mentre mantenne il motore 2 tempi già diventato anacronistico fuori dalla Germania Orientale. Più compatta di 13 centimetri rispetto alla 311, la 353 proponeva un design già in linea con molte concorrenti. Motore anteriore, come la trazione, e potenza che raggiungeva i 45 CV per 120 km/h di velocità massima. Ancora a longheroni il telaio, unito da tre staffe orizzontali d’acciaio. Lungo i 24 anni di carriera arrivarono la 353 Tourist, la 353W del 1975 (aggiornata per essere più sicura, vennero introdotti i freni a disco) e una nuova 353W del 1985 che accompagnò questo modello verso gli ultimi anni della sua carriera. Nel 1985 venne prodotto il milionesimo esemplare di 353, che ricevette il nuovo motore di origine Volkswagen. La vettura ebbe successo ovviamente in Germania e in altri paesi tra cui Gran Bretagna e Sudafrica, ma non arrivò mai in Italia.

wartburg-311-frontansicht

La Wartburg 1.3 fu l’ultimo dei tre modelli di Wartburg prodotti in 35 anni. La sua carriera durò pochi anni andando a coincidere con la chiusura della fabbrica. Il nome 1.3 deriva semplicemente dal nuovo motore Volkswagen che, non senza complicazioni politiche, venne utilizzato dalla fabbrica di Eisenach. Rispetto alla 353W la 1.3 si riconosce per la diversa forma della calandra e il motore è stata la sua più grande innovazione: finalmente 4 tempi e moderno per concezione, 1,3 litri per 58 CV. Non pochi i problemi per l’installazione su un telaio ormai superato per tecnologia. Fu riproposta la 1.3 Tourist e arrivò anche la 1.3 Trans, con la forma di un pick-up.

Prezzi Wartburg

Prezzi Wartburg nuove

Wartburg non produce più auto nuove dal 1991 quindi non è possibile conoscerne i listini.

Prezzi Wartburg usate

Nel momento in cui scriviamo non sono presenti annunci con prezzi di Wartburg usate in Italia, ma questo è dovuto al fatto che questo brand dell’ex DDR non è mai stato commercializzato in Italia e men che meno importato. Allargando il campo al resto dell’Europa sono diversi gli annunci che riguardano i tre modelli sopra citati e le loro evoluzioni. Ad esempio una 1.3, l’ultima Wartburg prodotta fino al 1991, viene messa in vendita usata con prezzi a partire da 3.500 euro, tra cui anche una versione pick-up. Una 311 degli anni ‘50, invece, si può trovare usata in Germania a partire da poco meno di 3.000 euro. Ancora più economica la 353, prodotta per 24 anni e quindi piuttosto diffusa tra le auto usate.

Brand concorrenti di Wartburg

I brand concorrenti di Wartburg si riducono a uno, la Trabant. Nei decenni in cui la Germania è stata divisa in due, quella dell’ovest sotto l’influenza occidentale e quella dell’est sotto l’influenza del regime comunista, sono stati principalmente due i brand a contendersi un mercato pesantemente influenzato dalle decisioni politiche che non permettevano a nuovi brand di affacciarsi oltre la cortina di ferro, se non Volkswagen che iniziò a fornire i motori a Wartburg e Trabant solo dalla metà degli anni ‘80 in poi, quando la Guerra Fredda era ormai sul punto di terminare. La Trabant 601 è stata quindi la rivale della 353 e come lei è stata prodotta per molti anni, dal 1964 al 1990. Stesso discorso per la 1.1, rivale della 1.3. La P50, invece, fu la concorrente diretta della prima Wartburg 311.

FAQ Wartburg

Quante Wartburg sono state prodotte?
Dal 1950 in poi tre, con le loro evoluzioni. La 311, la 353 e l’ultima 1.3 fino al 1991 quando la Wartburg ha chiuso i battenti.
Quanto vale una Wartburg usata?
In Germania si può trovare usata a prezzi inferiori ai 5.000 euro.
Che marca è la Wartburg?
Il nome Wartburg venne utilizzato per la prima volta nel 1898 in omaggio al castello omonimo vicino a Eisenach, dove aveva sede la Automobilwerk Eisenach. Nel 1956 è tornato il nome Wartburg in seguito alla riorganizzazione industriale delle fabbriche di auto della Germania dell’est.