Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Codice della strada 2021: tutte le novità in sintesi

Il Codice della Strada si aggiorna e sono tante le novità per gli automobilisti o, in generale, i fruitori di servizi di mobilità. Vediamo quali sono le novità che entreranno in vigore entro il 10 novembre:

Uso di smartphone e altri dispositivi

La prima in assoluto è quella che riguarda l’uso del telefonino alla guida e di dispositivi simili. Il nuovo Codice della Strada, infatti, oltre allo smartphone, vieta di usare “apparecchi radiotelefonici”, ovver, altri device elettronici, come tablet, computer portatili, notebook e “dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante”.

Uso di smartphone e altri dispositivi

Parcheggi per disabili

Una seconda novità riguarda chi parcheggia - senza averne diritto - nelle aree di sosta per disabili. Il nuovo provvedimento per questi casi prevede sanzioni da 168 a 672 euro, inasprendole quindi rispetto a quelle previste in precedenza (da 84 a 335 euro). Contestualmente i punti decurtati dalla patente diventeranno passeranno da 2 a 6.

Un’altra novità correlata alla precedente, ma in vigore da Gennaio 2022, riguarda la possibilità per i disabili muniti di regolare contrassegno di parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu (qualora fossero occupate le specifiche aree di sosta).

Parcheggi per disabili

Parcheggi rosa

Una quarta novità riguarda i parcheggi “rosa” che saranno riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli fino a due anni. Per usufruirne sarà necessario avere un regolare contrassegno esposto.

Parcheggi rosa

Parcheggi per ricarica di auto elettriche

La quinta novità riguarda gli stalli destinati alla ricarica di auto elettriche o di un veicolo elettrico in generale. Il nuovo c.d.s. prevede che dovranno essere occupati solo nell’arco di tempo necessario per ricaricare il mezzo. Dopo al massimo 1 ora dalla ricarica completa, sarà vietato sostare ulteriormente. Il divieto non vale tra le 23 e le 7 del mattino, ad eccezione degli spazi riservati alle colonnine fast e alle super fast, che dovranno essere liberati non appena terminata l’operazione di ricarica.

Parcheggi per ricarica di auto elettriche

Due ruote, multa per il passeggero senza casco

La sesta novità riguarda chi va sulle due ruote ma viaggia senza casco. A differenza di come avveniva prima, se il passeggero non indossa il casco ed è minorenne viene sanzionato, a prescindere dall’età quindi.

Due ruote, multa per il passeggero senza casco

Monopattini

La settima novità riguarda la micromobilià e nello specifico i monopattini. Dal 1° luglio 2022, saranno obbligatorie le frecce, gli stop e i freni su entrambe le ruote. Dalla stessa data non si potranno vendere più monopattini, se non con le nuove caratteristiche, quelli già in commercio dovranno adeguarsi entro il 1° gennaio 2024.

La copertura assicurativa sarà obbligatoria solo per i mezzi a noleggio, ma al momento non su quelli di proprietà. Regolamentata anche la velocità e la sosta: se si circola in aree pedonali la velocità massima non potrà superare i 6 km/h, se invece si percorrono altre zone la velocità non potrà andare oltre i 20 km/h. Stop infine alla sosta e circolazione sui marciapiedi e in contromano. Per questi ultimi casi salvo deroghe comunali.

Monopattini

Patente di guida, foglio rosa, bonus

L’ottava novità riguarda la patente i neopatentati. La validità del foglio rosa passera da 6 mesi ad 1 anno.

L’esame di guida per conseguire la patente B potrà essere ripetuto un massimo tre volte e sarà elevata la multa per chi si esercita alla guida senza istruttore al proprio fianco: si va da 430 a 1.731 euro e il fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi.

Il nuovo C.d.S. prevede un importante contributo economico per il conseguimento dell’ambita patente di guida ma per chi lavora nell’ambito autotrasporto. Si tratta di un bonus fino mille euro per i giovani fino a 35 anni, per chi riceve reddito di cittadinanza o ammortizzatori sociali. Il contributo dovrà coprire al massimo il 50% delle spese sostenute per l’ottenimento del documento di guida e sarà ottenibile dal 1° gennaio al 30 giugno 2022. È destinato, però ai lavoratori dell’autotrasporto ed a massimo 3 mesi dal conseguimento della patente, per ottenere il contributo, si dovrà avere un contratto di lavoro come conducente.

Patente di guida, foglio rosa, bonus

Multe in caso di auto a noleggio

La nona novità riguarda i clienti delle società di noleggio che prenderanno sanzioni alla guida. A pagare le infrazioni commesse saranno le medesime persone, a fronte della fornitura alle autorità delle generalità del sottoscrittore del contratto di locazione, affinché il verbale venga notificato al responsabile dell’infrazione.

Sempre in ambito multe, gli enti locali dovranno pubblicare una relazione annuale sulla destinazione dei proventi delle multe e rendere noti tali dati sul loro sito istituzionale.

Multe in caso di auto a noleggio

Pedoni e attraversamento pedonale

La decisa novità riguarda l’obbligo di far passare i pedoni chi si apprestano ad attraversare la strada. Nello specifico, cosa che solitamente avviene già attualmente, i conducenti dei veicoli dovranno dargli la precedenza a prescindere dal fatto che i pedoni abbiano iniziato l’attraversamento, tenendo conto anche di quelli che si accingano a farlo.

Pedoni e attraversamento pedonale

Passaggi a livello con telecamera

La undicesima novità riguarda l’installazione di telecamere per i passaggi a livello, che serviranno a verificare se si rispetta il divieto di attraversamento e per l’accertamento automatico delle violazioni.

Passaggi a livello con telecamera

Mezzi pubblici inquinanti

La dodicesima novità riguarda i mezzi pubblici più inquinanti. Al fine di garantire mezzi sempre più in linea con l’ambiente, dal 30 giugno 2022 sarà vietata la circolazione dei veicoli Euro 1 di categoria M2 e M3 e dal 1° gennaio 2023 anche quelli Euro 2, fino ad arrivare al 1° gennaio 2024 dove il divieto per i mezzi di categoria M2 ed M3, riguarderà anche gli Euro 3.

Mezzi pubblici inquinanti

Pubblicità sessiste

Ultima novità, ma di certo non per importanza, riguarda il divisto di qualsiasi forma di pubblicità dal contenuto considerato sessista o violento, così come per i "messaggi lesivi del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili e politici, del credo religioso o dell'appartenenza etnica oppure discriminatori con riferimento all'orientamento sessuale, all'identità di genere o alle abilità fisiche e psichiche".

Per chi ignora il divieto è prevista la revoca della relativa autorizzazione e la rimozione del cartello pubblicitario.

pubblicità sessiste - non rappresenta un esempio - immagine a solo fine di identificare una pubblicità stradale

Tutti gli articoli

Cambiare ruota auto

Consigli · Burocrazia auto

La carta di circolazione

Consigli · Burocrazia auto

Targa provvisoria per esportazione

Consigli · Burocrazia auto
Mostra di più