Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Posizione di guida: moto

Molti motociclisti inesperti assumono una posizione di guida in moto errata, che si traduce in scarsa manovrabilità della stessa e quindi in minore sicurezza.

Inoltre una posizione errata, soprattutto se si percorrono molti chilometri in moto, può provocare dolori alla schiena, ai polsi e alle caviglie. Per cui vediamo come assumere una posizione di guida corretta e come regolare il manubrio, le leve ed i pedali della nostra moto affinché sia praticamente "cucita" su di noi.

Posizione corretta di guida in moto

Una volta posti in sella alla moto, il busto non deve essere troppo arretrato costringendo la massima distensione delle braccia per afferrare il manubrio, ma nemmeno avanzare in avanti cosi tanto da costringere le braccia e le gambe ad assumere una posizione innaturale: la posizione corretta di guida prevede che il busto sia leggermente declinato in avanti, che le braccia siano piegate all’altezza del gomito e le gambe libere di poggiare in maniera naturale sulle pedane, affinché si possa esercitare, quando necessario, la dovuta pressione. Le mani devono essere semplicemente appoggiate sul manubrio senza mai aggrapparsi, pronte a spingerlo per poter guidare e poter utilizzare tutti gli strumenti necessari ad esso collegati: gas, frizione, freno anteriore. Il dito indice e medio devono essere sempre appoggiati alla frizione ed al freno, pronte ad usarle nel più breve tempo possibile all’occorrenza. E’ assolutamente errato, durante la guida, tirare il manubrio poiché può portare a perdere stabilità, o eseguire la curva spostando il busto verso l’interno di questa per tentare di indirizzare la moto o peggio ancora verso l’esterno: la curva deve essere affrontata assecondando il naturale movimento della moto.

Regolazione del manubrio, delle leve e dei pedali

Per poter assumere una postura corretta durante la guida della moto è necessario procedere, in maniera adeguata, alla regolazione del manubrio, delle leve e dei pedali. Il manubrio deve essere regolato in modo che una volta in sella il busto sia leggermente declinato in avanti e le braccia siano piegate in maniera naturale all’altezza del gomito. Terminata la regolazione è necessario verificare che il manubrio non tocchi il serbatoio e la carena quando è sterzato al massimo a destra ed a sinistra. Successivamente si devono regolare le leve del manubrio: le leve vanno ruotate verso l’alto o verso il basso facendo in modo che il polso, durante la guida, non subisca nessun tipo di angolazione rispetto all’avambraccio. Fissate le leve, dobbiamo verificare che queste non tocchino il serbatoio o la carena sotto massima sterzatura. Anche la regolazione della distanza della leva del freno e della frizione dalla manopola è importante: il dito indice e medio devono poter afferrare con naturalezza le leve nel punto in cui c’è l’apposita curvatura. Infine devono essere regolati in maniera adeguata i pedali di cambio e di freno. In base alle proprie caratteristiche fisiche i pedali devono essere regolati in maniera tale da essere posizionati leggermente sotto le dita dei piedi.

Fonte: http://www.banditdevis.com/documents/Arte_sicurezza_moto.pdf

Tutti gli articoli

Targa provvisoria per esportazione

Consigli · Burocrazia auto

Acquisto auto legge 104

Consigli · Burocrazia auto

Scadenza revisione auto

Consigli · Burocrazia auto
Mostra di più