Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Precedenza nelle rotonde: come comportarsi, alla francese, a due corsie

Codice della strada rotatorie e precedenze: come regolarsi?

Quando si studia il Codice Stradale le rotonde e la precedenza nelle rotatorie sono sempre tra gli argomenti più spinosi. Rispetto ad altre tematiche, infatti, la precedenza nelle rotatorie non viene sufficientemente approfondita e lascia spazio a molti dubbi. Bisogna considerare, inoltre, che quando alcuni automobilisti hanno imparato il Codice della Strada, le rotonde e le rotatorie stradali ancora non esistevano. Per questa ragione, perciò, vale la pena approfondire nel dettaglio le norme che regolano la precedenza nelle rotonde. Innanzitutto, quando si parla di rotatorie, Codice della strada e precedenza nelle rotonde, bisognerebbe distinguere due diverse situazioni: la rotonda all'italiana e la rotonda europea o francese.

Nel primo caso, le rotonde stradali vengono segnalate esclusivamente dal cartello di rotatoria, che non viene accompagnato da quello che indica di dare la precedenza; ciò significa che chi è dentro la rotonda deve dare la precedenza a chi si immette, fermandosi o comunque rallentando per facilitare l'ingresso dell'automobilista in arrivo. In altre parole, in questo tipo di rotonda il Codice della Strada prevede il rispetto della tradizionale precedenza a destra. Le rotonde francesi, invece, sono molto più diffuse e vengono segnalate dal cartello di rotatoria, accompagnato questa volta dal segnale che indica di dare la precedenza. In questo secondo caso, perciò, chi entra nella rotatoria deve dare la precedenza a chi si è già immesso; ciò significa che chi vuole immettersi nel flusso deve aspettare che la rotatoria sia libera e, in caso contrario, fermarsi o rallentare per far passare chi è già dentro la rotonda.

Indice:

  • Codice strada rotatorie: come comportarsi?
  • Precedenza nelle rotonde alla francese e a due corsie

Codice strada rotatorie: come comportarsi?

Per quanto riguarda la precedenza nelle rotatorie il Codice della Strada e l’esperienza consentono all'automobilista di guidare sempre con disinvoltura, affrontando con successo qualsiasi circostanza. Se il Codice della Strada stabilisce le regole da seguire, infatti, l'esperienza consente di acquisire dimestichezza al volante e di non farsi mai cogliere impreparati dalle varie situazioni. In altre parole, per capire le regole di precedenza della rotonda Codice della Strada, le esperienze alla guida sono ugualmente importanti. Alcuni aspetti che destavano perplessità, inoltre, sono stati chiariti direttamente dal Ministero.

Nel 2011, in particolar modo, è stata confermata dal Ministero la regola secondo la quale l'automobilista deve segnalare l'entrata in rotatoria con la freccia a sinistra e l'uscita dalla rotatoria con la freccia a destra. Nelle rotonde piuttosto ampie, non è necessario mantenere la segnalazione durante tutta la fase di percorrenza; al contrario, nelle rotatorie più piccole, può essere disagevole inserire in un breve lasso di tempo prima la freccia a sinistra e subito dopo la freccia a destra. L'esperienza, infine, aiuta a capire con esattezza in quale corsia bisogna posizionarsi all'interno della rotonda. In linea generale, nelle rotatorie di grandi dimensioni è sempre opportuno occupare la corsia di sinistra; in prossimità dell'uscita, quindi, si aziona la freccia a destra per segnalare la propria intenzione di cambiare corsia e di uscire infine dalla rotatoria.

Precedenza nelle rotonde alla francese e a due corsie

Prima di parlare delle rotonde alla francese è necessario distinguerle da quelle all’italiana. La rotonda “all’italiana” è priva del segnale di ingresso che obbliga a dare la precedenza, come ovvio in questi chi si immette nella rotonda, avrà la precedenza su chi è già entrato nella rotonda: quest’ultimo sarà dunque tenuto ad agevolare l’accesso degli altri mezzi.

Al contrario la rotatoria cosiddetta “alla francese”, largamente diffusa e oramai in maggioranza sulle strade italiane, presentano il caratteristico segnale di dare la precedenza all’immissione: perciò, prima di compiere la manovra d’immissione in questo tipo di rotonda è chiaramente necessario dare la precedenza a chi è dentro la rotonda. Questa soluzione è una particolare tipologia di eccezione rispetto alle normali regole che prevedono di norma di concedere la precedenza a chi viene da destra.Se le strade di intersezione che hanno il “dare precedenza, sono lontane tra loro, la questione della precedenza tra due o più veicoli che si devono immettere contemporaneamente non dovrebbe comportare particolari problemi per la sicurezza della circolazione. Questa soluzione ideale è purtroppo poco frequente sulle nostre strade spesso ricche di intersezioni ravvicinate.

Nel caso della rotonda a due o più corsie le regole sono leggermente più complesse rispetto a quella singola corsia. Se il conducente dovesse uscire alla prima uscita dovrebbe entrare nella rotatoria mantenendosi sul margine destro della strada ad anello. Nel momento in cui dovessi decidere di uscire dalla rotatoria dovrebbe attivare l’indicatore di direzione destro una volta raggiunta l’uscita di pertinenza. Diversamente se il conducente dovesse uscire su bracci successivi al primo, potrebbe attivare l’indicatore successivamente all’imbocco dell’anello e potrebbe serenamente impiegare qualsiasi delle corsie a patto che in prossimità della propria uscita di sposti verso l’esterno della rotonda.

Domande e risposte

  • Rotonda alla francese e all’italiana, quali differenze?

La rotonda “all’italiana” è priva del segnale di ingresso che obbliga a dare la precedenza, chi si immette nella rotonda, avrà la precedenza su chi è già entrato nella rotonda. Al contrario la rotatoria cosiddetta “alla francese”, largamente diffusa e oramai in maggioranza sulle strade italiane, presentano il caratteristico segnale di dare la precedenza all’immissione in tutti i bracci di immissione.

  • La freccia in rotonda va messa?

Si, nel 2011 è stata confermata dal Ministero la regola secondo la quale l'automobilista deve segnalare l'entrata in rotatoria con la freccia a sinistra e l'uscita dalla rotatoria con la freccia a destra. Nelle rotonde piuttosto ampie, non è necessario mantenere la segnalazione durante tutta la fase di percorrenza

  • Come funzionano le rotonde a due corsie?

Se il conducente deve uscire alla prima uscita dovrebbe entrare nella rotatoria mantenendosi sul margine destro della strada ad anello. Diversamente se il conducente deve uscire su bracci successivi al primo, può attivare l’indicatore successivamente all’imbocco dell’anello impiegando qualsiasi delle corsie a patto che in prossimità della propria uscita si sposti verso l’esterno della rotonda.

Tutti gli articoli

Spese auto deducibili: quali sono

Consigli · Burocrazia auto

Scadenza revisione auto: costo, ogni quanto, revisione moto, sanzioni

Consigli · Burocrazia auto

Posizione di guida corretta in moto: la guida

Consigli · Burocrazia auto
Mostra di più