Patente AM

Cosa si può guidare con il patentino per motorino? La patente AM consente di guidare tre categorie circoscritte di veicoli a motore.

Con il patentino AM si possono innanzitutto guidare ciclomotori a due ruote che non superano i 50 cm3 di cilindrata, con una potenza massima di 4 Kw e una velocità massima di 45 km/h, altrimenti indicati con la categoria L1e. Con la patente AM ci si può anche mettere alla guida di ciclomotori a 3 ruote (L2e), aventi le stesse prestazioni sopra descritte, o quadricicli leggeri (L6e) con massa a vuoto inferiore o pari a 350 Kg e le medesime caratteristiche tecniche. Per questi ultimi, se elettrici il calcolo non deve includere il peso delle batterie.

A quanti anni si prende il patentino, requisiti minimi

A che età si prende il patentino? Il patentino per motorino si può prendere sin dal compimento dei 14 anni di età. Non può prendere la patente AM chi è in possesso di una patente di guida B, essendo già autorizzato a guidare ciclomotori oltre che veicoli a due, tre o quattro ruote di cilindrate superiori. Per acquisire il patentino dai 14 anni occorre inoltre essere residenti in Italia. Alla domanda va infine allegato un certificato medico che attesti l’idoneità psichica e fisica del candidato, il quale deve essere in possesso di determinati requisiti visivi e non. Il certificato deve essere accompagnato da un bollo di 16 € e una fotografia, e deve essere autenticato da un ufficiale medico sanitario autorizzato.

Come prendere il patentino: esercitazioni

Le esercitazioni con ciclomotori a 2,3 ruote o quadricicli leggeri non omologati per il trasporto di passeggeri, devono essere effettuate in luoghi poco frequentati; le esercitazioni con ciclomotori a 3 ruote o quadricicli che possono trasportare passeggeri richiedono la presenza di un istruttore. Queste sono fondamentali per prepararsi alla prova pratica e per prendere confidenza con il mezzo, e idealmente vanno svolte dapprima in strade secondarie poco frequentate, e solo in un secondo momento in mezzo al traffico. Eventuali esercitazioni con la scuola guida andranno a sommarsi alle voci di costo della patente AM: normalmente le autoscuole chiedono 50 € all’ora per le esercitazioni pratiche.

Patente ciclomotore: la prova teorica

Per conseguire la patente per motorino occorre superare un esame teorico e successivamente un esame pratico. Non è obbligatorio frequentare un corso, ma si può anche procedere da “privatista”, studiando per conto proprio senza iscriversi a una scuola guida. La prova teorica del patentino scooter è informatizzata, con trenta quiz del tipo vero-falso da svolgere nel tempo massimo di 25 minuti. Sono consentiti al massimo tre errori, dopodiché la prova potrà essere ripetuta una sola volta senza necessità di presentare nuovamente tutta la documentazione. In caso di candidati affetti da determinati disturbi, da dislessia o sordomutismo, o di candidati stranieri, la prova teorica può essere svolta oralmente, in forma di colloquio. Per prepararsi alla prova teorica ci si può avvalere sia di un manuale che di un libro di quiz fac-simile, molto utile per valutare il proprio livello e saggiare le difficoltà che aspettano il candidato il giorno dell’esame.

Quali sono gli argomenti d’esame per la patente AM?

Tra gli argomenti d’esame sono compresi: i segnali stradali, ovvero quelli di pericolo, di divieto, d’obbligo e di precedenza, ma anche i segnali luminosi e la segnaletica orizzontale; la normativa su limiti di velocità, distanza di sicurezza, cambio di corsia e sorpasso; sosta e fermata; assicurazione e comportamento in caso di sinistro stradale; valore e necessità della regola; rispetto della vita, comportamenti solidali alla guida, salute e rispetto dell’ambiente. Costituiscono materia d’esame anche argomenti strettamente correlati ai ciclomotori, come l’utilizzo obbligatorio del casco, gli elementi del ciclomotore e le basi del suo funzionamento, nonché le condizioni psicofisiche richieste per la guida delle due ruote. Il tutto è mirato alla completa acquisizione dell Codice della Strada che regola il comportamento da tenere, e come comportarsi in casi particolari.

La prova pratica della patente per scooter

La prova pratica per il conseguimento della patente di categoria AM è suddivisa a sua volta in due dimostrazioni distinte: la prima si svolge in un’area attrezzata, dove si valuta la padronanza del mezzo, e la seconda in mezzo al traffico. Solo se si supera la prima fase si può passare alla successiva; entrambe le prove hanno una durata massima di 25 minuti. A valutare la performance del candidato sarà un esaminatore della motorizzazione, che nel caso di tricicli o quadricicli a motore ospiteranno anche l’istruttore. Quest’ultimo dovrà avere un’età inferiore ai 65 anni e dovrà essere titolare da minimo 10 anni di una patente di categoria non inferiore alla B.

Documenti da presentare per la patente scooter

Per richiedere la patente AM occorre presentare: la domanda TT2112, disponibile presso gli uffici della motorizzazione civile; tre versamenti, disponibili negli uffici postali e alla motorizzazione; il certificato medico; la fotocopia del codice fiscale; la fotocopia del documento d’identità del candidato, mentre l’originale dovrà essere mostrato in sede d’esame; due fotografie in formato tessera; la dichiarazione sostitutiva per l’utilizzo del veicolo, in cui il proprietario del veicolo adibito alle esercitazioni autorizza l’utilizzo dello stesso. Dovrà essere presentato anche il permesso di soggiorno se il candidato è un cittadino extracomunitario.

Patente am, costo per ottenere la licenza

Quanto costa il patentino? Per chi desidera conseguire la patente per motorino, il costo cambia sensibilmente se si decide di studiare come privatista piuttosto che iscriversi a una scuola guida. Per il patentino per ciclomotore, il costo previsto dalla motorizzazione include: un versamento da 26,40 € su c./c. 9001 valido per tre mesi, un versamento di 16 € su c./c 4028 e un ulteriore versamento su c./c. 4028 di 16 € per la prenotazione dell’esame. A questi si aggiunga il pagamento di una marca da bollo di 16 € da allegare al certificato medico. Per chi si affida alla scuola guida per prendere il patentino, il costo delle lezioni in aula può raggiungere anche i 250 €, contro i 150 € sostenuti da chi sceglie di studiare da privatista.

Patentino: il prezzo del rinnovo

Una volta scaduto il patentino occorre richiederne il rinnovo. Il prezzo del patentino nuovo include: un versamento di 16 € sul conto corrente n. 4028, un versamento di 10,20 € sul conto corrente n. 9001. È inoltre necessario sottoporsi a una nuova visita medica, nel cui certificato andrà apposto un bollo da 16 €. Nel costo del patentino per motorino andrà conteggiato anche quello di una nuova fototessera. Il rinnovo non prevede il superamento della prova d’esame del patentino per motorino, costo che va sostenuto solo al momento del conseguimento della licenza.

Tutti gli articoli

Dimensioni parcheggio auto

Consigli · Diritto

Patente a 17 anni

Consigli · Diritto

Patente CE

Consigli · Diritto
Mostra di più