Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
Focus: Acquisto
Focus: Acquisto

Incentivi rottamazione auto 2022, in Veneto fino a 6000 euro di sconto

La Giunta regionale, come riporta il sito internet ufficiale, ha approvato un bando rivolto ai privati cittadini per la concessione di un contributo da 1.000 a 6.000 Euro a fronte della rottamazione di auto altamente inquinanti e contestuale acquisto di auto a basso impatto ambientale.

Descrizione dell'iniziativa

Il bando sarà finalizzato all’assegnazione di un contributo a fondo perduto ai cittadini residenti in Veneto che procedano alla rottamazione di un veicolo appartenente alla categoria M1 (ai sensi del comma 2, lett. b), dell’art. 47, del D.Lgs. 285/1992) di classe ambientale fino a Euro 4 se alimentati a benzina o bifuel (benzina/metano, benzina/GPL, gasolio/metano, gasolio/GPL o metano) o di classe ambientale fino a Euro 5 se alimentati a gasolio, e acquistino o hanno acquistato un veicolo di nuova immatricolazione a minor impatto ambientale, sempre di categoria M1 e di classe ambientale Euro 6 Temp o successiva.

Il costo massimo ammesso per l’acquisto della nuova auto è di € 40.000,00+IVA.

Caratteristiche dell'agevolazione

Il contributo, variabile tra € 1.000,00 e € 6.000,00, è determinato in funzione delle emissioni calcolate secondo il metodo WLTP di CO₂ e le emissioni di PM10 e NOx della vettura da acquistare.

Il contributo regionale viene determinato partendo dalla seguente tabella:

Incentivi rottamazione auto in Veneto 2022

L’entità effettiva del contributo regionale viene incrementata in base alla fascia ISEE di appartenenza (ISEE ordinario 2022):

  1. Fascia A (ISEE < € 25.000,00) = importo moltiplicato per 1,2
  2. Fascia B (ISEE tra € 25.001,00 e € 40.000,00) = importo moltiplicato per 1,1
  3. Fascia C (ISEE tra € 40.001,00 e € 50.000,00) = importo riportato in tabella, non incrementato

Esempi di determinazione contributo regionale

Esempio 1: utente che acquista un veicolo elettrico, incentivo secondo tabella di 5.000 €, ISEE ordinario 2022 di 24.000 €

Contributo Regionale= (5.000 * 1,2) = 6.000,00 €

Esempio 2: utente che acquista un veicolo elettrico, incentivo secondo tabella di 5.000 €, ISEE ordinario 2022 di 28.000 €

Contributo Regionale= (5.000 * 1,1) = 5.500,00 €

Esempio 3: utente che acquista un veicolo elettrico, incentivo secondo tabella di 5.000 €, ISEE ordinario 2022 di 45.000 €

Contributo Regionale= (5.000 * 1) = 5.000,00 €

Chi può partecipare

Come riporta il sito internet della Regione Veneto, le richieste di partecipazione al bando devono essere presentate all’intestatario/cointestatario del veicolo da rottamare che deve essere residente in Veneto e deve risultare intestatario/cointestatario anche del nuovo veicolo.

Non saranno ammesse istanze provenienti da richiedenti che presentino una situazione economica familiare (da dimostrare con I.S.E.E. ordinario 2022) superiore a € 50.000,00.

Ciascuna persona fisica potrà presentare una sola richiesta di contributo e il veicolo acquistato non deve costituire un bene per l’esercizio di attività professionale o d’impresa.

Inoltre è ammessa la presentazione di una sola istanza per nucleo familiare, come definito all’art. 3 del DPCM del 5 dicembre 2013, n. 159.

Non sono ammesse istanze da parte di soggetti appartenenti al nucleo familiare come sopra descritto in cui uno dei componenti abbia beneficiato di un contributo della Regione del Veneto per la medesima finalità, nel quinquennio precedente alla presente iniziativa.

Sono altresì ammessi a partecipare al Bando auto 2022, i seguenti soggetti che hanno partecipato al Bando Auto 2021:

  • i soggetti inseriti nell’elenco approvato con decreto del Direttore della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica n. 17 del 27.01.2022 ed a cui non è seguita erogazione del contributo per esaurimento dello stanziamento relativo alla misura (vedere il punto 3.9 del Bando)

  • i soggetti inseriti nella graduatoria approvata con decreto del Direttore della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica n. 27 del 18.08.2021, che hanno un contratto di acquisto antecedente o pari al 31.08.2021 e non hanno potuto finalizzare l’acquisto entro il termine di chiusura del “bando auto 2021”, corrispondente al 30.09.2021 (vedere il punto 3.10 del Bando)

Tali soggetti, se in possesso dei requisiti previsti dal Bando auto 2022, potranno partecipare per il medesimo intervento di rottamazione e contestuale acquisto di veicolo a basse emissioni per il quale risultano in elenco/graduatoria del Bando auto 2021 sopra richiamato, mediante presentazione della manifestazione di interesse secondo le condizioni del Bando auto 2022.

Come richiedere l'incentivo

La misura si articolerà in due fasi

Nella prima fase denominata “manifestazione d’interesse”, i richiedenti, a partire dalle ore 10:00 del 15 novembre 2022, dovranno presentare istanza online sulla piattaforma informatica messa a disposizione e attiva fino alle ore 12:00 del 27 dicembre 2022.

I richiedenti saranno tenuti a dichiarare in forma di autocertificazione o dichiarazione sostitutiva:

-i propri dati anagrafici (nome, cognome, residenza, codice fiscale, etc);

-il rispetto delle condizioni riportate al comma 1 della Legge Regionale n. 16 del 11 maggio 2018 (carichi pendenti);

e dovranno produrre:

-copia dell’I.S.E.E. ordinario 2022;

L’istruttoria sulle manifestazioni di interesse pervenute si concluderà con la pubblicazione nel BURV, entro il 24 gennaio 2023, di una graduatoria determinata sulla base della situazione economica e del Comune di residenza del richiedente, moltiplicando il valore risultante dall’ISEE ordinario 2022 per un coefficiente pari a 0,8 in caso di Comuni che abbiano adottato dal 2019 ordinanze per il miglioramento della qualità dell’aria, altrimenti pari a 1 per Comuni che non ne abbiano adottate. La graduatoria è determinata in ordine crescente: ai valori più bassi spetta dunque la posizione più alta in graduatoria. A parità di punteggio, si tiene conto dell’ordine cronologico di arrivo della manifestazione d’interesse.

Nella seconda fase, che inizia il primo giorno lavorativo successivo alla pubblicazione della graduatoria nel BURV e termina alle ore 12:00 del 28 aprile 2023, i richiedenti ammessi dovranno presentare la seguente documentazione.

  • copia della carta di circolazione dalla quale risulti la conformità del veicolo rottamato/demolito alle caratteristiche previste nel presente bando;

  • copia della carta di circolazione dalla quale risulti la conformità del veicolo acquistato alle caratteristiche previste nel presente bando;

  • copia della/e fattura/e di acquisto a titolo di acconti e saldo intestata/e al richiedente;

  • copia della documentazione comprovante il pagamento della fattura che dovrà avvenire con modalità tracciabile (ovvero autocertificazione da parte del concessionario o del beneficiario);

  • copia dell'attestazione di pagamento del primo bollo dell'auto acquistata, ovvero autocertificazione di rientrare nelle casistiche di esenzione (si veda il link https://www.regione.veneto.it/web/tributi-regionali/esenzioni);

  • copia del certificato di rottamazione del veicolo sostituito rilasciato dal rottamatore regolarmente autorizzato con indicazione del numero di autorizzazione della Provincia competente (non è ammessa ricevuta PRA di comunicazione cessazione dalla circolazione).

Gli articoli 3.9 e 3.10 del Bando specificano la documentazione richiesta ai soggetti che hanno partecipato al Bando auto 2021 e che sono ammessi a partecipare al presente Bando.

L’istruttoria si concluderà con l’approvazione delle domande ammissibili e l’erogazione del contributo nell’ordine di posizione in graduatoria, fino ad esaurimento della somma stanziata.

Le modalità di trasmissione delle istanze e le relative procedure saranno tutte trattate con sistemi informatizzati, in ottemperanza alle vigenti norme in materia di dematerializzazione e di semplificazione amministrativa.

L'elenco degli ammessi al contributo e l'elenco degli esclusi saranno successivamente pubblicati sul BURV. L'erogazione del contributo agli ammessi sarà poi effettuata nell'ordine della graduatoria predisposta nella fase precedente e fino ad esaurimento della somma stanziata.

Fonte: www.regione.veneto.it

Tutti gli articoli

DR EVO: il marchio del SUV low cost full optional

Consigli · Prima dell'acquisto

Mercedes Classe A, quale scegliere e perché

Consigli · Prima dell'acquisto

Auto nuove economiche 2022: le 10 auto meno care sul mercato

Consigli · Prima dell'acquisto
Mostra di più