Sostituire airbag

Tra gli accessori in dotazione ai veicoli che spesso tanti automobilisti ignorano di avere, uno dei più importanti è l’airbag.

Presentati come una grande innovazione per la sicurezza agli inizi degli anni Novanta, gli airbag hanno in realtà molti più anni di quanto non si sospetti, e sono già sul viale della quarantina. Se questo dispositivo entra in funzione, a causa di un sinistro, è importante anche sapere come sostituire un airbag dopo che questo è stato utilizzato. Premesso che l’augurio è che non ci sia mai bisogno di mettere in pratica questi consigli, per ovvi motivi, vediamo comunque tutto quello che c’è da sapere sulla sostituzione degli airbag.

La normativa in merito

Volendo essere precisi, secondo la normativa vigente le case automobilistiche non sono tenute a montare obbligatoriamente gli airbag. Questi accessori dovrebbero essere, infatti, tra gli optional facoltativi che sceglie l’utente finale. Poiché però le automobili, prima di essere messe in commercio, devono superare una serie scrupolosa di crash test, i produttori per non avere problemi durante queste verifiche aggiungono sempre gli airbag. Ovviamente il giusto livello di sicurezza è la cosa che un automobilista cerca al momento dell’acquisto, e gli airbag sono fondamentali.

Come comportarsi dopo un sinistro

Se l’airbag si apre e si gonfia a seguito di un urto violento durante un sinistro stradale, i palloncini devono per forza essere smontati e sostituiti. Si tratta infatti di accessori monouso, che non possono essere riutilizzati in futuro. La stessa sostituzione degli airbag, poi, non può chiaramente essere fatta autonomamente dagli automobilisti, ma bisogna sempre rivolgersi alla propria officina meccanica di fiducia. Il costo per la sostituzione dell’airbag oscilla a seconda del modello di vettura oggetto dell’intervento: solo considerando le cosiddette utilitarie, la spesa per sostituire un airbag varia da un minimo di 350 € fino ad oltre 900 €. Nel caso sulla stessa vettura si aprano entrambi gli airbag anteriori (cosa che accade nella stragrande maggioranza dei casi) i costi ovviamente raddoppiano. Così come crescono vertiginosamente se la vettura sinistrata è di fascia alta. Come se non bastasse, a seguito di un urto l’apertura di un airbag comporta anche il danneggiamento della centralina e delle cinture di sicurezza. Ribadendo che in casi di sinistri violenti l’integrità fisica è la cosa più importante, è davvero triste pensare che il malcapitato automobilista, che è già disperato per aver subito un grosso danno alla sua auto, dovrà sborsare centinaia di euro solo per ripristinare gli airbag.

Tutti gli articoli

Spie macchina: significato

Consigli · Riparazione auto

Graffi parabrezza

Consigli · Riparazione auto

Ventosa per carrozzeria

Consigli · Riparazione auto
Mostra di più