Sostituzione pastiglie freni

Le pastiglie dei freni sono un componente indispensabile per serrare il disco freno, ovvero per rallentare la rotazione sfruttando l’attrito.

Essendo il disco legato alla ruota dell’automobile, ogni frenata va a usurare leggermente le pasticche che, di conseguenza, dovranno essere periodicamente sostituite.

Pastiglie freni quando cambiarle?

Non si può dire in senso assoluto ogni quanto cambiare pastiglie freni auto: l’usura, infatti, dipende dal numero di chilometri percorsi, dal tipo di strade frequentate, dallo stile di guida e da molti altri fattori. Sapere come controllare le pastiglie dei freni è molto importante: pasticche consumate, infatti, possono ridurre in maniera significativa l’efficienza della frenata. Ciò avviene anche quando il disco freno è danneggiato: questo componente, tuttavia, deve essere sostituito con minore frequenza rispetto alle pasticche. Nella maggior parte dei casi, la sostituzione pastiglie freni auto deve essere effettuata ogni 35000 km circa. Alcune pasticche, tuttavia, integrano un indicatore che permette di valutarne immediatamente lo spessore; per capire quando effettuare la sostituzione, infine, è possibile procedere al controllo pastiglie freni.

Controllare pastiglie freni: come si fa?

Per capire quando sostituire pastiglie freni, è possibile eseguire due tipi diversi di controllo. Innanzitutto, bisogna dare un’occhiata al cruscotto per verificare che la spia del cambio pastiglie freni non sia accesa; se l’indicatore luminoso risulta acceso, infatti, bisogna procedere con la sostituzione pasticche freni. Un’altra spia da tenere sotto controllo è quella del liquido dei freni: un livello minimo, segnalato sempre da una spia sul cruscotto, può essere legato all’usura delle pasticche. Per sapere quando cambiare pastiglie freni, è possibile procedere anche con un controllo visivo; in questo caso è sufficiente rimuovere le pastiglie dalla ruota per individuare l’eventuale necessità di un cambio pasticche freni.

Sostituzione pastiglie freni: dove farla?

Quando si cambiano le pastiglie dei freni, è possibile prendere in considerazione due diverse alternative. Rivolgersi a esperti nel settore oppure occuparsi autonomamente della sostituzione pastiglie freni. Cambiare pastiglie freni in officina non richiede una spesa particolarmente elevata: il costo delle pastiglie non supera quasi mai i €100 e la manodopera è in genere altrettanto economica. I meno esperti, che non hanno idea su come sostituire le pastiglie dei freni, non dovrebbero mai rischiare di danneggiare la propria vettura; in questo caso, perciò, si consiglia sempre di fare riferimento a un’officina. Chi sa come cambiare pastiglie freni auto, invece, può procedere alla sostituzione e risparmiare così sulle spese di manutenzione.

Come sostituire pastiglie freni?

Capire come cambiare le pastiglie dei freni non è particolarmente difficile. Dopo aver sollevato l’automobile e rimosso le ruote, bisogna scollegare il filo che fa accendere l’indicatore di pastiglie usurate. Fatto ciò, occorre lavorare sulle pinze freno; per quelle anteriori si mette il pistone in posizione di riposo, mentre per quelle posteriori si opta direttamente per la rimozione. A questo punto, è necessario rimuovere le pastiglie dalla pinza: si tratta di una fase estremamente delicata, in quanto le nuove pastiglie andranno posizionate allo stesso modo. Per tale ragione, può essere utile prendere degli appunti o, ancor meglio, scattare una foto. Si procede, quindi, con la sostituzione vera e propria. Se la pinza ha una parte basculante, si libera la parte mobile, si svita il perno in basso, si apre la pinza, si svitano anche i perni in alto e si rimuovono le pastiglie usurate. Se la pinza è fissa, invece, è sufficiente limitarsi a rimuovere le molle e le graffe per poter estrarre le pasticche. In entrambi i casi, infine, non bisogna far altro che inserire le nuove pastiglie, seguendo però la disposizione iniziale.

Tutti gli articoli

Riparare ammaccature auto

Acqua nel motore

Fari opachi

Mostra di più