Consigli · Tecnica auto

Raggio di sterzata

Il raggio di sterzata coincide con la quantità di spazio necessaria ad una vettura per effettuare una svolta di 180 gradi.

In altre parole, il raggio di sterzata serve a calcolare la quantità di spazio di cui necessita un veicolo per compiere una inversione di marcia. Il raggio di sterzata è condizionato da molti fattori differenti, fra cui le dimensioni della vettura e l’angolo di sterzo che si può impartire alle ruote anteriori della stessa. Le vetture a trazione posteriore, ad esempio, risultano più agili e sono dotate di un raggio, o diametro di sterzata, ridotto rispetto a quelle con trazione anteriore. Nelle vetture a trazione posteriore, infatti, le ruote dell’avantreno possono raggiungere angoli di sterzata più elevati sfruttando l’assenza dei dispositivi di trazione come i semiassi.

Cosa comporta guidare un’auto con un raggio sterzata più ampio o più ridotto?

Un raggio di sterzata ridotto dona alla vettura una maggiore agilità ed una facilità di parcheggio superiore, caratteristiche queste, preziosissime per chi è abituato a guidare e a muoversi nel traffico cittadino. Proprio per tale motivo, le city car, più compatte e dotate di un angolo di sterzata minore, sono le vetture preferite per chi vive in città ed ha la necessità di muoversi in spazi angusti. Fare una sosta e trovare un parcheggio gratuito all’interno delle ZTL dei grandi centri urbani, oggigiorno è diventato un incubo e negli orari di punta può risultare davvero impossibile. Come affrontare la situazione? Una scelta oculata in fatto di auto potrebbe essere la soluzione migliore: le auto di dimensioni inferiori a 4 metri o le ancora più piccole city car, infatti, consentono di sfruttare al meglio gli spazi a disposizione e permettono di parcheggiare anche negli anfratti più angusti, senza dover sconfinare sulla carreggiata e senza temere per eventuali danni alla carrozzeria o agli specchietti retrovisori.

Le auto più comode da parcheggiare in città

Citroën e Peugeot offrono numerose alternative in grado di fare la gioia dei guidatori costretti a parcheggiare l’auto in spazi stretti, ma anche alcuni marchi giapponesi quali Mitsubishi e Toyota, mettono a disposizione interessanti soluzioni per quanto riguarda il parcheggio semplice nei centri urbani. Come detto, dimensioni della vettura e diametro di sterzata costituiscono gli elementi imprescindibili per muoversi con agilità negli spazi più angusti e trafficati delle nostre città, pertanto potrebbe essere molto utile fornire consigli circa le vetture più comode in circolazione. La classifica delle auto più facili da guidare è ovviamente dominata dalle Smart: cabrio, coupé biposto, Forfour e versioni ecologiche. Anche Twizy, recente soluzione dotata di motore elettrico offerta da Renault, sta conquistando il cuore di tanti appassionati. Seguono la Citroën C1, la Peugeot 108, la Toyota Aygo e la Mitsubishi i-MiEV.

Tutti gli articoli

Dotazioni di sicurezza

Auto alte da terra

Inversione gomme

Mostra di più