Consigli · Vendita di auto

Cambiare targa

Può capitare di dover sostituire la targa dell'auto, perché smarrita, deteriorata o danneggiata da un urto o da un tamponamento.

La mancata sostituzione della targa può causare multe piuttosto salate: come fare quindi a ricorrere al cambio della targa ed evitare sanzioni pecuniarie e provvedimenti che possono causare la decurtazione dei punti dalla patente? Ecco qui di seguito i consigli utili per effettuare la reimmatricolazione della targa smarrita o non più leggibile.

Come cambiare la targa

Come previsto dall'articolo 102 del Codice della Strada, la targa di ogni veicolo deve risultare perfettamente riconoscibile, onde evitare di incappare in sanzioni pecuniarie comprese tra i 41 e i 168 €. Il regolamento impone, inoltre, che la targa risulti leggibile in ogni punto e che non sia in alcun modo compromessa o danneggiata. Per portare a termine le procedure necessarie alla sostituzione della targa dell'auto occorre effettuare richiesta presso lo "Sportello Telematico dell'Automobilista". Il richiedente dovrà portare con sé tutti i documenti necessari, tra cui: la carta di circolazione; il certificato di proprietà del veicolo; il modulo di richiesta di reimmatricolazione, ovvero il modello specifico "DTT2119"; il modulo per il rinnovo dell'iscrizione al PRA; la fotocopia fronte/retro della carta di identità dell'intestatario; la targa da sostituire. Nel caso la richiesta avvenga perché la targa è stata smarrita o rubata, occorre prima sporgere denuncia alla Polizia. Non appena saranno trascorsi 15 giorni dalla denuncia di smarrimento, sarà possibile effettuare la richiesta di reimmatricolazione come descritto, allegando alla richiesta presentata una copia del verbale. Nel periodo che intercorre tra l'avvenuta denuncia e la richiesta di sostituzione della targa sarà possibile circolare applicando in luogo della targa un pannello bianco riportante tutte le indicazioni contenute nella targa originale: la mancata trascrizione o la trascrizione errata dei dettagli riportati sulla targa, possono causare multe il cui importo è compreso tra 84 e 335 €. Pertanto bisogna sempre prestare attenzione per non incorrere in sanzioni indesiderate.

Quanto costa l'operazione?

I costi obbligatori sono fissati dall'apposita legge esistente e riguardano: il bollo per l'iscrizione al PRA da 32 €; gli emolumenti ACI fissati in 27 €; i diritti MCTC, che costano 10,20 €; il bollo per la richiesta di reimmatricolazione da 32 €. Alle spese appena elencate bisognerà aggiungere il costo della targa, stabilito dal "dipartimento dei trasporti terrestri". Cambiare la targa dell'auto può comportare alcune seccature non da poco, ma bisogna agire tempestivamente, onde evitare sanzioni supplementari.

Tutti gli articoli

Vendere l’auto online in sicurezza

Sostituzione catena moto

Valutazione del prezzo di vendita

Mostra di più