Passa al contenuto principale
Messaggio

Se fai il login, AutoScout24 ha ancora più servizi per te.

  • Sincronizza i tuoi preferiti
  • Salva le tue ricerche
  • Inserisci i tuoi annunci

Le nuove Golf Variant e Golf Alltrack

La Volkswagen amplia ulteriormente la gamma dell’ottava generazione Golf. Dopo la cinque porte, segue la seconda variante di carrozzeria: la Golf Variant completamente nuova.

Presentata per la prima volta nel 1992 con la terza generazione della Golf, la Variant si è presto affermata e ha convinto fino a oggi oltre tre milioni di Clienti per il suo valore aggiunto in termini di spazio e versatilità. Ora la Casa di Wolfsburg lancia sul mercato una Golf Variant, che porta nel segmento delle compatte tanto spazio e un nuovo design all’insegna del dinamismo. La nuova Golf Variant esibisce un profilo che non passa di certo inosservato: massime qualità aerodinamiche, un frontale inconfondibile e una vigorosa zona della spalla in stile shooting brake. Nonostante questa linea dinamica, si conferma un autentico strumento multifunzionale, capace di offrire un’abitabilità eccezionale: grazie a una capacità del bagagliaio massima di 1.642 litri e uno spazio libero per le gambe nettamente maggiore nel vano posteriore, la nuova Golf Variant si distingue per una versatilità e un comfort ulteriormente accresciuti rispetto al modello precedente.

Golf 8 Variant - anteriore - cerchi

Una gamma motori completa ed efficiente. Grazie a nuovi motori e al design aerodinamico sono migliorati anche le prestazioni su strada e i consumi. La Golf Variant si presenta per la prima volta con un sistema mild hybrid a 48 volt per gli eTSI da 110, 130 e 150 CV, e con due Turbodiesel dotati di twin dosing (2.0 TDI da 115 e 150 CV). Tutti i motori sono tanto parchi nei consumi quanto potenti e soddisfano la più recente norma sui gas di scarico Euro 6d-ISC-FCM. Sono inoltre disponibili tre motori turbo benzina TSI da 110, 130 e 150 CV, oltre al 1.5 TGI da 130 CV alimentato a gas metano. Come Turbodiesel più potente debutta poi una versione da 200 CV che equipaggia la nuova Golf Alltrack. eTSI mild hybrid a 48 V. Le propulsioni mild hybrid 1.0 eTSI 110 CV e 1.5 eTSI da 130 e 150 CV adottano una tecnologia a 48 V, abbinata di serie a un cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti. Queste Golf Variant spengono completamente il motore turbo benzina TSI ogni volta che ciò è possibile, per poter avanzare per inerzia (veleggiare) silenziosamente, a emissioni zero e risparmiando energia. Per esempio, la Golf Variant 1.0 eTSI consuma nel ciclo combinato WLTP appena 5,3 – 5,7 l/100 km, eppure è una spaziosa cinque posti che, all’occorrenza e dove possibile, può viaggiare fino a 202 km/h ed è capace di accogliere senza difficoltà i bagagli di una famiglia con tre bambini per una vacanza.

media-Golf 8 Variant - laterale

TDI da 115 e 150 CV. Uno dei maggiori progressi tecnici viene compiuto con il nuovo Turbodiesel TDI con doppio catalizzatore SCR e twin dosing, la tecnologia che trasforma gli ossidi di azoto in acqua e azoto. La Golf Variant 2.0 TDI da 115 CV è disponibile sia con cambio manuale a 6 rapporti sia con cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti, mentre la versione da 150 CV è associata a quest’ultimo. Gli interventi di sviluppo su questa famiglia di motori li hanno resi ancora più parchi e raffinati nel funzionamento: per esempio, la Golf Variant 2.0 TDI 115 CV con cambio DSG consuma solo 4,6 – 4,8 l/100 km nel ciclo combinato WLTP.

Consumi ridotti per una maggiore autonomia. Rispetto ai motori TDI di medesima potenza del modello precedente, i consumi sono stati ridotti di 0,4 l/100 km. Con la precedente Golf Variant non esisteva ancora una versione eTSI mild hybrid con DSG; il motore paragonabile in termini di potenza era abbinato a un cambio manuale e consumava 0,5 l/100 km in più rispetto al nuovo eTSI. A seconda della variante di motorizzazione, la nuova Golf Variant raggiunge un’autonomia teorica di oltre 1.000 chilometri.

media-Golf 8 Variant - interni

Abitacolo di nuova generazione. Nell’abitacolo, a parte l’eccellente ergonomia, quasi nulla è rimasto come prima. Superfici touch, touchslider e schermi digitali prendono il posto dei classici tasti e dei display analogici. L’Head-up display disponibile a richiesta proietta sul parabrezza informazioni importanti. Le nuove interfacce digitali portano la Golf Variant in una nuova epoca. Sistemi di assistenza interattivi. Evoluti sono anche i nuovi sistemi di assistenza. Il Travel Assist consente la guida assistita fino a 210 km/h e aumenta il comfort soprattutto nei lunghi viaggi. Un inedito sistema di assistenza alla svolta e il nuovo dispositivo di comunicazione Car2X migliorano notevolmente la sicurezza. Inoltre, per la prima volta su una Golf Variant, i nuovi fari a LED Matrix IQ.LIGHT assicurano una visibilità eccellente in ogni condizione.

Design: il DNA di un’icona. Il carisma è il tratto distintivo del nuovo design degli esterni. Con le sue linee ben definite e i sistemi di illuminazione basati sulla tecnologia LED, crea un richiamo visivo verso il mondo digitale. Nella parte anteriore e lateralmente, fino ai montanti centrali, la classica Golf a cinque porte e la nuova Golf Variant condividono lo stesso profilo iconico. Nella parte posteriore, la Variant mostra la sua originalità. Grazie alla marcata zona della spalla, al lungo tetto che digrada verso il retro e al lunotto inclinato, la Golf Variant è più sportiva che mai. L’aumento della lunghezza riorganizza inoltre le proporzioni e conferisce alla Golf Variant un aspetto più slanciato ed esteticamente ribassato. La nuova generazione della Variant è lunga 4.633 mm; il passo ora misura 2.686 mm (66 mm in più rispetto alla versione precedente). La Golf Variant è larga 1.789 mm e alta 1.455 mm (senza mancorrenti sul tetto). A titolo di confronto, l’attuale Golf a cinque porte è lunga 4.284 mm, il passo misura 2.619 mm.

media-Golf 8 Variant - bagagliaio

Una nuova offerta. La Casa di Wolfsburg ha riconfigurato la gamma della Golf

Variant: al di sopra della versione di accesso denominata semplicemente Golf (non disponibile in Italia), seguono gli allestimenti Life, Style e R-Line. La Golf Alltrack con trazione integrale 4MOTION si propone sul mercato come modello indipendente.

media-Golf Alltrack - tre quarti anteriore

Equipaggiamento ancora più ricco. Gli equipaggiamenti si presentano oggi più ricchi. Per la gamma italiana, fanno sempre parte della dotazione dispositivi quali: i cerchi in lega da 16 pollici, il cruise control adattivo ACC, l’assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist, il sistema di controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni, il nuovo assistente di svolta, il sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore, il dispositivo elettronico di bloccaggio trasversale XDS e il sistema di avvertimento locale Car2X. Inoltre sempre di serie, tra gli altri: il Digital Cockpit Pro (strumentazione digitale), la connettività smartphone App-Connect, i servizi e le funzioni online di We Connect e We Connect Plus, un nuovo volante multifunzione, il climatizzatore automatico Air Care Climatronic, il sistema di avviamento senza chiave Keyless Go, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori Park Pilot, nonché i fari anteriori e i gruppi ottici posteriori a LED comprensivi di comando automatico delle luci di marcia.

media-Golf Alltrack - posteriore

Golf Alltrack, il crossover che s’ispira alla Variant e ai SUV. Insieme alla Golf Variant è stata lanciata anche la nuova Golf Alltrack. Crossover che s’ispira alla Golf Variant e al mondo dei SUV, la Alltrack è fornita di serie con trazione integrale 4MOTION, maggiore altezza dal suolo, look offroad, inclusi paraurti ad hoc e interni personalizzati. La nuova Golf Alltrack offre una straordinaria tenuta su percorsi non asfaltati, è un ottimo veicolo da traino (fino 2.000 kg di peso rimorchiabile; frenato con pendenze del 12%) e convince per il suo stile unico. La nuova generazione della Golf Alltrack, modello presentato per la prima volta nel 2015, ripropone tutte le novità tecnologiche della nuova Golf Variant.

media-Golf Alltrack - laterale

Equipaggiamenti di serie e dotazioni a richiesta: fari a LED, ACC e Lane Assist di serie

Variant in tante declinazioni. La Volkswagen ha concepito completamente ex novo la configurazione delle linee di allestimento, ridefinendone i nomi e ampliando allo stesso tempo la gamma delle dotazioni di serie. Le linee di allestimento Trendline, Comfortline e Highline offerte finora vengono sostituite dalle linee Golf (non disponibile in Italia), Life e Style, nonché dalla versione sportiva R-Line. È stata ripresa invece la denominazione Golf Alltrack per il modello a sé stante, che viene offerto solo con trazione integrale.

Golf. La gamma internazionale della nuova Golf Variant parte dalla versione denominata semplicemente Golf. Già in questa versione base, che non viene offerta in Italia, la vettura comprende equipaggiamenti di serie molto più ricchi rispetto alla versione paragonabile del modello precedente. La dotazione di bordo, infatti, adesso prevede l’assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist, il sistema di controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni proattivo, Car2X (comunicazione locale con gli altri veicoli e con l’infrastruttura del traffico), la strumentazione interamente digitale, We Connect e We Connect Plus (servizi e funzioni mobili online), volante multifunzione, l’Air Care Climatronic con filtro ai carboni attivi e chiusura centralizzata senza chiave Keyless Go. Sempre di serie: fari a LED, gruppi ottici posteriori a LED, luci di lettura a LED e due prese USB-C. Interni di serie rivestiti in tessuto Quad Paper. La Golf Variant inoltre è sempre dotata di copertura del vano bagagli e di un piano di carico regolabile nel vano posteriore. A richiesta la Casa tedesca offre una rete divisoria che può essere tesa dietro la prima o la seconda fila di sedili e consente di caricare il bagagliaio in alto fino al tetto.

Life. L’allestimento Life, che rappresenta l’accesso alla gamma italiana, comprende, oltre alle dotazioni della versione Golf, i seguenti dettagli: cerchi in lega leggera da 16 pollici Norfolk, illuminazione ambiente per gli esterni comprensiva di proiezione del logo a terra (luce integrata nelle porte anteriori) e alloggiamenti delle maniglie illuminati, connettività smartphone App-Connect, bracciolo centrale anteriore (con due ulteriori interfacce USB-C e bocchette dell’aria per il vano posteriore), bracciolo centrale posteriore (con apertura per carico passante), elementi cromati nella zona delle bocchette di aerazione, dei pulsanti degli alzacristalli e dei comandi per la regolazione degli specchietti, strumentazione interamente digitale Digital Cockpit Pro da 10,25 pollici, cruise control adattivo ACC, sensori di parcheggio anteriori e posteriori Park Pilot. Sempre di serie: volante multifunzione rivestito in pelle, supporto lombare per i sedili anteriori, sedile del passeggero anteriore regolabile in altezza, sedili anteriori dotati di tasche per smartphone e cartine stradale, sistema di infotainment con gamma di funzioni ampliata, presa a 12 volt nel bagagliaio, specchietto di cortesia illuminato nelle alette parasole e piano di carico variabile. A partire dalla linea di allestimento Life, la Golf Variant è anche dotata di illuminazione ambiente per gli interni regolabile in dieci diversi colori. Sedili e rivestimenti di serie in tessuto in design Maze.

Style. Nell’allestimento top di gamma Style, la dotazione di serie della Golf Variant comprende i seguenti dettagli, che si aggiungono oppure variano le dotazioni delle versioni Golf e Life: cerchi in lega leggera Belmont da 17 pollici, cromature aggiuntive negli esterni (tra gli altri: terminali di scarico trapezoidali e linea alla base dei cristalli laterali), sedili anteriori con fasce centrali in ArtVelours (lato guida con sedile ErgoActive a regolazione elettrica), pedaliera in look alluminio, regolazione degli specchietti retrovisori esterni con funzione Memory, App-Connect Wireless, illuminazione ambiente per gli interni in 30 colori, fari a LED con luci di svolta e luci all weather, gruppi ottici posteriori a LED con funzione animata per gli indicatori di direzione, Climatronic Air Care con regolazione della temperatura in 3 zone e Travel Assist con Emergency Assist (per DSG) e Traffic Jam Assist.

R-Line. La nuova versione R-Line è la linea di allestimento più sportiva della nuova Golf Variant. Analogamente alla versione Style, anche in questo caso la configurazione base comprende gli equipaggiamenti delle linee Golf e Life. Inoltre, la versione R-Line si distingue per le seguenti dotazioni (estratto): cerchi in lega leggera da 17 pollici Valencia, vetri posteriori oscurati, paraurti specifici per la versione R-Line, listelli battitacco in nero lucido, diffusore posteriore, sedili sportivi con appoggiatesta integrati, illuminazione ambiente in 30 colori, telaio sportivo, sterzo progressivo, selezione del profilo di guida, padiglione nero, pomello della leva del cambio in alluminio, volante multifunzione rivestito in pelle traforata, cuciture decorative e in contrasto specifiche per la versione R-Line, nonché pedaliera e poggiapiede in acciaio inox spazzolato. Rivestimenti di serie negli interni: tessuto Sardegna (fasce centrali) e ArtVelours (fianchetti).

Alltrack. La Golf Alltrack è un modello a sé stante, che coniuga la versatilità e la spaziosità di una Variant al look robusto e alle caratteristiche fuoristrada di un SUV. Pertanto la dotazione di serie della versione include la trazione integrale 4MOTION, il più potente dei motori Turbodiesel della gamma da 200 CV accoppiato di serie al cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti, protezione del sottoscocca e una maggiore altezza dal suolo. La Golf Alltrack, inoltre, è dotata di una selezione del profilo di guida con modalità supplementare offroad, che consente al guidatore di affrontare i tratti in fuoristrada leggero con ancora maggiore semplicità. L’allestimento si basa sull’elevato livello della Style, offrendo però numerose particolarità.

Grande tetto panoramico. La Volkswagen ha sviluppato per la Golf Variant un nuovo tetto panoramico scorrevole e sollevabile, suddiviso in due parti: la parte anteriore può essere aperta, mentre quella sopra il vano posteriore è fissa. La parte anteriore del tetto si apre e si chiude mediante un cursore touch posizionato sulla zona anteriore del padiglione. Al fine di evitare la formazione di turbolenze aerodinamiche e quindi di rumorosità alle andature più elevate, il tetto aperto viene automaticamente richiuso in parte (se lo si desidera) all’aumentare della velocità. 

Pronto per gli step successivi?

Tutti gli articoli

Nissan presenta il nuovo Qashqai

Novità

Nuova Porsche 911 GT3: un concentrato di sportività

Novità

Audi e-tron GT: la Granturismo nell’era della mobilità elettrica

Novità
Mostra di più