Primo contatto: Range Rover Evoque Cabrio – Il SUV cabrio per tutte le stagioni

Che gli inglesi nutrano una certa passione per gli accostamenti insoliti non è certo una novità. Basti pensare alle salse onnipresenti, anche come accompagnamento dei piatti più improbabili, o ai sandwich ripieni di cetrioli, serviti insieme al tè del pomeriggio.

Le combinazioni più originali irrompono oggi anche nel settore automobilistico: in particolare, il riferimento va tutto al connubio fra SUV e Cabriolet. A differenza della gastronomia, il risultato - che porta il nome di Range Rover Evoque Cabrio - appare subito convincente. La versione convertibile dell'Evoque ha tutte le carte in regola per essere un successo. Prima di tutto perché è un'auto Land Rover, marchio solido e sofisticato, che può permettersi di sperimentare soluzioni innovative senza troppe preoccupazioni. A questo si aggiunge l'entusiasmo con cui il pubblico ha accolto il nuovo modello open-air, per il quale sembra già esserci grande richiesta. Il che è comprensibile, vista la combinazione tanto bizzarra quanto geniale: l'obiettivo è quello di soddisfare le esigenze dei guidatori che amano una seduta più alta, senza per questo rinunciare alla sensazione di libertà del vento tra i capelli. Se tentativi simili si erano già visti con le versioni Cabrio della Classe G, della Jeep Wrangler e della Nissan Murano - che, comunque, non è mai sbarcata nel nostro continente - ben diverso è il risultato a cui è giunta Land Rover.

Al pari della sorella maggiore, l'Evoque "scoperta" è disponibile nelle varianti a tre o a cinque porte. A caratterizzare entrambe le versioni è un design dalla silhouette esclusiva, fatto di linee affusolate che convergono verso la capote in tessuto, sagomata in un profilo audace e deciso. L'Evoque Cabrio è talmente sicura di sé da far sembrare un SUV scoperto la cosa più naturale al mondo.

Un colosso open-air

L'ampia capote di stoffa può essere aperta e richiusa in 18 secondi, anche quando l'auto è in movimento (fino a una velocità di circa 50 km/h). A tetto ripiegato, la capienza del bagagliaio si riduce a 251 litri: non si tratta certo di una cifra irrisoria, ma comunque al di sotto degli standard a cui i moderni SUV ci hanno abituati. Per compensare almeno parzialmente alla riduzione della capacità di carico, Land Rover ha comunque dotato l'auto di un vano passante, che assolve la funzione di comodo ripiano ed è in grado di ospitare anche oggetti particolarmente lunghi, come sci o tavole da snowboard.

Rispetto al modello tradizionale, l'Evoque Cabrio cresce di peso, arrivando a sfiorare le quasi due tonnellate, e di prezzo (per la versione entry level, la spesa minima è di 53.600 euro). I kg in più sono frutto dei rinforzi extra, implementati per irrobustire l'auto e per renderla più sicura, anche in condizioni di guida off-road. A riconferma di una forte vocazione fuoristradistica, contribuiscono poi le numerose tecnologie sviluppate per migliorare il controllo e la stabilità al volante, che permettono all'Evoque Cabrio di scorrazzare tranquillamente lungo i percorsi più impervi e accidentati. Se a ciò si aggiunge lo sterzo diretto, preciso e progressivo, è facile immaginare tutto il divertimento alla guida, persino in curva.

A tutto diesel

Sul fronte delle motorizzazioni, largo spazio ai diesel: secondo le stime di Land Rover, fino al 95% degli acquirenti della nuova Evoque Cabrio saranno orientati verso sistemi di propulsione a gasolio. A tal proposito, la principale novità è rappresentata dal motore Ingenium 2.0 turbodiesel, declinato in due livelli di potenza, da 150 CV e da 180 CV. Per il top della gamma, il prezzo è di 63.200 euro.

Con una coppia massima di 420 Nm, a partire da 1.750 giri, il pesante SUV compie uno scatto da zero a 100 km/h in 10,3 secondi e può raggiungere una velocità massima di 195 km/h. Prestazioni equilibrate, quindi, per un'auto di questo tipo, a garanzia di una guida open-air senza troppe turbolenze. Altro punto a favore dei sistemi di propulsione è il basso consumo di carburante che, a detta di Land Rover, si attesta sui 5,7 litri ogni 100 km percorsi.

Chi non ha remore a sacrificare i consumi ridotti in favore delle massime prestazioni può indirizzarsi verso l'unica versione a benzina, disponibile a partire da 57.600 euro. Con una potenza di ben 240 CV, il tempo di sprint si riduce a 8,6 secondi, mentre la velocità massima supera i 206 km/h.

Optional? Tanti, ma costosi

È comunque d'obbligo mettere in guardia chi sta già valutando un eventuale acquisto: anche per l'Evoque Cabrio, Land Rover ha previsto una lunga lista di optional interessanti, che possono far lievitare il prezzo finale in maniera significativa. Dal volante riscaldato all'head-up display, dai fari full LED ai sedili massaggianti, gli extra non mancano di certo, ma richiedono un investimento a parte. Un esempio? Lo schermo touch screen da 10,2 pollici è di serie, ma il prezzo sale se, al display, si desidera integrare funzioni come il navigatore satellitare o l'accesso a internet.

Pronto per gli step successivi?

Tutti gli articoli

Nuovo Toyota C-HR

Novità

Torna a Padova Auto e Moto d'Epoca: appuntamento dal 24 al 27 ottobre 2019

Novità

Aston Martin annuncia le fasi finali di sviluppo del suo primo SUV

Novità
Mostra di più