Prototipi & Concept: VW Concept BlueSport – VW Concept BlueSport: la spider del futuro!

Per l’edizione 2009 del Naias (North American International Auto Show) di Detroit, Volkswagen ha riservato una piacevole sorpresa.

Ha, infatti, presentato la Concept BlueSport, una spider con motore diesel centrale da 180 CV, trazione posteriore e un consumo di soli 4,3 litri, che vuole attirare l’attenzione di tutti gli appassionati di auto sportive.
Attualmente Volkswagen ha in programma due Cabriolet, in particolare il vecchio maggiolino – il modello successivo verrà lanciato nel 2010 – e la Eos. Dal 2010 il prototipo di questa spider, appena presentato a Detroit, potrebbe dare una svolta al mercato delle auto sportive.

Un prototipo interessante

La nuova VW è lunga meno di quattro metri, alta 1,26 metri e larga 1,75 metri. Con queste misure la Concept BlueSport acquista un aspetto solido e compatto.

La VW Concept BlueSport risulta una perfetta fusione di tecnica ed estetica. Presenta passaruota arcuati e cerchi possenti da 19 pollici con pneumatici 235/35 davanti e 245/35 dietro, è dotata di un doppio bagagliaio: quello anteriore ha una capacità di 112 litri, quello posteriore di 70 litri. Sul lato anteriore spiccano i gruppi ottici al bixeno e gli indicatori di direzione a LED, diodi che illuminano anche i gruppi ottici posteriori. I tubi di scappamento, a sezione trapezoidale, sono piuttosto pronunciati e risultano perfettamente integrati nello spoiler posteriore.

Molto particolari sono anche gli specchietti esterni e le barre antirollio, montate dietro ai poggiatesta, hanno una forma accattivante. La capote funziona con comando manuale, permettendo così di eliminare il motorino elettrico e, di conseguenza, risparmiare peso.

Trazione posteriore e motore centrale

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, la VW BlueSport è dotata di una struttura leggera, che non supera i 1200 kg, presenta una una ripartizione dei pesi ideale per un’auto sportiva, 45% all’anteriore e 55% al retrotreno e il motore centrale ha trazione posteriore. Il prototipo è dotato di un cambio a 6 marce DSG, che provvede a modificare rapidamente i rapporti, a garantire un maggiore comfort, una guida sportiva e a ridurre i consumi.

Risparmi importanti

Il prototipo presentato a Detroit monta un motore Clean-Diesel Common-Rail da 2 litri. Questo motore sviluppa una potenza di 180 CV e invia all’asse posteriore una coppia di 350 Newtonmetri. La velocità massima è di 226 km/h e, grazie al suo peso di 1200 kg, l’auto è capace di uno sprint da 0 a 100 km in 6,6 secondi. Per ciò che riguarda i consumi, nel percorso combinato sono necessari solamente 4,3 litri di gasolio per fare 100km, che comportano un’emissione di soli 113 grammi di CO2 a chilometro. Il serbatoio del carburante ha una capacità di 50 litri, che consente un’autonomia di ben oltre 1.000 chilometri. L’auto è dotata, inoltre, del dispositivo Start/Stop, di avviamento e arresto automatico, che aiuta a ridurre il consumo di carburante in città a 0,2 litri. Inoltre, il generatore, nella fase di rilascio, recupera energia, risparmiando ulteriore carburante.

Tecnologica

Nell’abitacolo la BlueSport ha ormai ben pochi degli elementi tipici VW. Il cruscotto è dotato di grossi regolatori rotanti del climatizzatore, i quali, non solo determinano la temperatura dell’abitacolo del veicolo, ma provvedono anche, a seconda del senso in cui vengono ruotati, a cambiare il colore dell’illuminazione degli elementi di comando, da azzurro (luce fredda) a rosso (luce calda). La stessa filosofia è stata adottata per l’interruttore delle luci.

L’accensione a chiave e la leva del cambio sono state sostituite da un’unica unità di comando che, come sulla Jaguar XF, seleziona a priori la marcia, attraverso la rotazione della manopola del DSG. Direttamente davanti a quest’ultima vi è uno schermo touchscreen, che, oltre al sistema di navigazione e intrattenimento, consente di comandare tutte le altre funzioni opzionali rilevanti dell’auto. I sedili sono sportivi e ben modellati, con poggiatesta integrati in modo fisso. L’abitacolo è decorato con molti elementi in alluminio lucido, che dona alla BlueSport un aspetto elegante e tecnologico.

Quando arriverà?

Molto probabilmente, Volkswagen presenterà questa spider come modello di serie, perché il prototipo è risultato molto convincente. La trazione posteriore e il motore centrale sono gli elementi caratteristici delle spider che, combinati con motori diesel a basso consumo, una carrozzeria leggera e un design classico, trasformeranno la nuova VW in un bestseller! (mb)

Pronto per gli step successivi?

Tutti gli articoli

Nuova Ford Puma

Nuova Opel Corsa: sportiva, attraente, efficiente

Porsche 718 Spyder e 718 Cayman GT4

Mostra di più