Mitsubishi i MiEV - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Mitsubishi i MiEV

Mitsubishi i MiEV

Mitsubishi i-MiEV: elettrica con 100 km di autonomia

Quello dell'elettrificazione è uno degli argomenti di maggiore attualità quando si parla di mobilità del futuro. Sempre più produttori stanno progressivamente modificando le loro gamme, sterzando violentemente verso l'elettrico. Tuttavia, c'è chi già nel 2010 anticipava i tempi presentando un primo modello completamente elettrico pensato per muoversi in città a zero emissioni: la Mitsubishi i-MiEV.Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Mitsubishi i-MiEV: com’è fatta, pro e contro

La i-MiEV (acronimo di Mitsubishi innovative Electric Vehicle) nasce da una partnership tecnica fra Mitsubishi, Peugeot e Citroën. Dallo stesso progetto comune, infatti, sono nate anche la iOn della Casa del Leone e la C-Zero, del Double Chevron. Realizzata sulla base della i, modello ad alimentazione tradizionale commercializzato dalla Casa dei Tre Diamanti in Giappone, la i-MiEV si caratterizza per l’inedita forma a goccia della sua carrozzeria, che se da una parte la rende un po’ lontana da quelli che sono i canoni stilistici europei, dall’altra permette di capire fin dal primissimo colpo d’occhio che si tratta di una vettura elettrica. Le ruote sono posizionate alle estremità della vettura, tanto che i paraurti diventano un tutt’uno con i parafanghi. Dietro, invece, i fari a sviluppo verticale posizionati in alto sono inglobati nel lunotto, dando alla i-MiEV un aspetto molto futuristico. Il lungo parabrezza, unito alla generosa vetratura laterale, contribuiscono a trasmettere una sensazione di maggiore ariosità all’interno dell’abitacolo, altrimenti un po’ angusto.

Con una lunghezza di 3,47 metri, ma soprattutto una larghezza di soli 1,47 metri, bisogna tenere in considerazione che all’interno della i-MiEV si viaggia sempre a stretto contatto con chi siede al nostro fianco. Di contro, però, grazie al notevole passo di 2,55 metri, lo spazio, soprattutto per le gambe di chi si accomoda dietro, comunque non manca. Buona, sempre considerando le dimensioni della vettura, anche la capacità di carico, che si attesta sui 235 litri in configurazione standard, che diventano 860 abbattendo la seconda fila di sedili. A differenza di molti altri modelli elettrici, la i-MiEV non offre una dotazione tecnologica particolarmente evoluta. Almeno non sul fronte infotainment. Al centro della plancia, infatti, non è presente alcuno schermo ad eccezione di quello dell’autoradio. Molto semplice anche il quadro strumenti, con contachilometri digitale, indicatore di carica della batteria e autonomia residua. Molto tecnologico, invece, il controllo in remoto del climatizzatore (offerto come optional), che può essere comandato a distanza intervenendo su un’apposita chiave in dotazione. Escludendo le sorelle Peugeot iOn e Citroën C-Zero, le rivali della i-MiEV oggi a listino sono diverse. Tra queste spiccano la Smart EQ forfour, la Volkswagen e-up!, ma anche la Renault Zoe.

Mitsubishi i-MiEV: allestimenti, motori e prezzi

Come dicevamo, la i-MiEV nasce sulla base della i. La scelta di partire da questo modello è stata dettata dalla particolare architettura della piccola giapponese venduta solo nel Paese del Sol Levante, che monta un propulsore a tre cilindri di 660 cc in posizione posteriore, mentre il serbatoio trova posto sotto il pianale. I tecnici hanno quindi provveduto a sostituire il motore termico con uno elettrico in grado di sviluppare una potenza massima di 48 kW, equivalenti a 67 CV, per una coppia di 180 Nm. Al posto del serbatoio, invece, è stato montato il pacco batterie, costituito da 88 elementi agli ioni di litio, con una capacità complessiva di 16 kWh e un voltaggio di 330 Volt. L’autonomia garantita dal sistema è di 100 km secondo il nuovo standard di omologazione WLTP, mentre il consumo medio si attesta sui 170 kW/100 km. Per una ricarica completa alla presa di corrente domestica sono necessarie 11 ore, che scendono a sei ore se si utilizza una colonnina a 14 A. Uno solo l’allestimento disponibile per il nostro mercato, che viene offerto di serie con una dotazione giù sufficientemente completa che comprende anche i cerchi in lega e il sensore luci.

La Mitsubishi i-MiEV è in vendita a un prezzo di partenza di 29.900 euro. Per quanto riguarda i prezzi della i-MiEV di seconda mano questi sono disponibili su AutoScout24.

Mitsubishi i-MiEV: conclusioni

La piccola Mitsubishi i-MiEV è stata una delle prime vetture full-electric ad approdare nel Vecchio Continente. Oggi, a otto anni dalla sua commercializzazione, risente un po’ degli anni sulle spalle e sconta, rispetto ai modelli di ultima generazione, un’autonomia troppo bassa, buona soltanto per muoversi in città. Anche il prezzo, a fronte soprattutto delle dimensioni contenute e della scarsa autonomia, è piuttosto elevato se confrontato a quello di alcune sue dirette rivali.