Mitsubishi i MiEV - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Mitsubishi i MiEV

Mitsubishi i MiEV

Mitsubishi i-MiEV: una piccola rivoluzione elettrica

La Mitsubishi i-MiEV è una citycar destinata a fare epoca, perché è la prima automobile a essere alimentata esclusivamente a energia elettrica. È prodotta dalla nota casa giapponese sin dal 2009, ma solo negli ultimi anni si sta affacciando nel mercato europeo. La forma, particolarmente arrotondata, ricorda quella di un uovo e nella sua categoria è una delle vetture più piccole. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Il rifornimento si trasferisce sotto casa

Il motore elettrico e le batterie nella Mitsubishi i-MiEV occupano molto spazio, e per ottimizzare il tutto sono stato collocati rispettivamente nel baule e sotto l’abitacolo. Le batterie vantano 88 celle agli ioni al litio, e la ricarica completa garantisce un’autonomia di 150 km. La procedura di ricarica dura 7 ore, e può essere effettuata nel proprio garage grazie ad una normale presa della corrente: una gran bella comodità, soprattutto se si considera il fatto che, ad oggi, non sono tantissime le colonnine per le ricariche che si possono trovare nelle strade italiane. Sull’autonomia, invece, siamo ancora lontani dalle prestazioni delle altre vetture: la Mitsubishi i-MiEV non è ancora completamente affidabile sui grandi viaggi. Sul piano del risparmio il vantaggio risulta essere enorme: infatti mediamente, un pieno di energia elettrica in questa vettura costa appena 3 euro, ma se si considera che ad oggi, a listino, una Mitsubishi i-MiEV costa circa 30mila euro, l’ammortamento dei costi è molto lungo nel tempo.

Piccola auto, grandi spazi

Il fatto che la Mitsubishi i-MiEV sia tra le più piccole citycar del momento non rappresenta un deterrente per l’abitacolo: la vettura è omologata per quattro individui e complice anche i vetri molto luminosi, la sensazione è che lo spazio sia più che sufficiente. Il volante non è regolabile e la pedaliera è molto piccola, ma il fatto che manchi la frizione (cambio automatico) agevola i movimenti dei piedi. Per la logica della coperta corta, però, è il baule a farne le spese: è davvero molto piccolo e per i trasporti più esigenti occorre reclinare i sedili posteriori.

Grande esperienza di guida

Mettersi alla guida di una Mitsubishi i-MiEV riconcilia qualsiasi utente con il concetto di guida: grazie alla motorizzazione elettrica, tutti i rumori sono ridotti al minimo e sembra quasi di guidare un veicolo mosso dal vento. Eccezionali anche le prestazioni: nonostante sia una citycar, questa vettura raggiunge i 100 km orari in appena 9 secondi, superando altre automobili di motorizzazione superiore. La velocità di punta è attestata sui 130 km/h, lo sterzo si muove dolcemente tra le mani e il traffico cittadino non è più così ostico da affrontare. Un appunto possiamo muoverlo sull'impianto frenante: il pedale sembra non rispondere come si deve alle sollecitazioni del piede e in caso di arresto brusco occorre fare molta forza con la gamba per evitare il peggio. La Mitsubishi i-MiEV è quindi una vettura progettata per la città: consumi e autonomia sono pensati proprio per chi non ha bisogno di percorrere tanti km.