Durata gomme invernali

Non si può dire in senso assoluto quale sia la durata degli pneumatici invernali.

Infatti, quando si parla di gomme invernali durata e usura sono due aspetti da prendere in considerazione contemporaneamente. A questo scopo, vale la pena di controllare spesso lo stato e l’efficienza delle gomme invernali, in modo da avere una garanzia di sicurezza anche quando le condizioni climatiche sono avverse. L’usura dei pneumatici invernali, in particolar modo, può aumentare il rischio di aquaplaning quando le strade sono bagnate e può ridurre la capacità di controllo del veicolo da parte del conducente. La scadenza delle gomme invernali varia in base a una serie di fattori, quali il peso e la tipologia del veicolo, la condizione delle strade che si attraversano tutti i giorni, il numero di chilometri percorsi, lo stile di guida dell’automobilista, la frequenza dei fenomeni piovosi e nevosi. Se il manto stradale è in pessimo stato, ad esempio, le ruote subiscono maggiori sollecitazioni e, di conseguenza, la durata delle gomme invernali diminuisce in maniera significativa. Considerando tutti questi aspetti, non è facile stabilire con assoluta certezza quanto durano le gomme invernali. Tuttavia, secondo quanto previsto dal Codice della Strada e dalle normative europee, è possibile definire in maniera puramente indicativa la scadenza pneumatici invernali. Nello specifico, quando lo spessore del battistrada scende al di sotto di 1,6 mm, si consiglia di sostituire le gomme invernali usurate con pneumatici nuovi e in perfetto stato.

Quanto durano i pneumatici invernali?

Statisticamente, la durata delle gomme invernali è compresa tra i 5 e i 10 anni. Ciò dipende essenzialmente dal fatto che le gomme vengono usurate non solo dal consumo pneumatici invernali durante i mesi più freddi, ma anche dallo stoccaggio durante la bella stagione. A questo proposito, è opportuno fare attenzione all’umidità e alla luminosità che possono in qualche modo contribuire all’usura delle gomme dell’automobile; gli pneumatici, nello specifico, andrebbero conservati possibilmente in un luogo fresco, asciutto e non esposto alla luce diretta del sole. Allo stesso modo, è possibile rallentare il processo di usura delle gomme invernali, adottando dei piccoli e semplici accorgimenti. Innanzitutto bisogna verificare spesso che gli pneumatici siano integri, ovvero che non presentino né fori né deformazioni; periodicamente, inoltre, occorre controllare anche la pressione delle gomme. Il consumo gomme invernali, infatti, aumenta quando la pressione è troppo elevata, in quanto la parte centrale dello pneumatico va ad usurarsi; se la pressione è scarsa, invece, si usurano i lati della gomma. Non bisogna dimenticare, infine, che le brusche variazioni di temperatura, tipiche della stagione invernale, tendono a modificare la pressione; proprio per tale ragione, è importante controllare questo aspetto con una relativa frequenza. Verifiche periodiche servono anche a misurare lo spessore del battistrada e a valutare con maggiore precisione quale sia la durata delle gomme invernali.

In conclusione, gli pneumatici invernali devono essere sostituiti quando lo spessore del battistrada risulta inferiore a 1,6 mm o quando la gomma presenta fori, tagli, deformazioni o ancora zone particolarmente usurate.

Tutti gli articoli

Cera per auto

Consigli · Cura dell'auto

Pellicola vetri auto

Consigli · Cura dell'auto

Trazione anteriore o posteriore

Consigli · Cura dell'auto
Mostra di più