Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Lavare auto

Ogni automobilista, che sia particolarmente legato al proprio mezzo di trasporto o meno, potrebbe sentire la necessità di tenere pulita la propria vettura.

Ogni automobilista, che sia particolarmente legato al proprio mezzo di trasporto o meno, potrebbe sentire la necessità di tenere pulita la propria vettura. Questo procedimento può rivelarsi molto meticoloso e, in certi casi, anche dispendioso: per questo motivo, il lavaggio fai da te può essere la soluzione giusta per lavare auto a una modica cifra.

Oltre a garantire una sensazione di benessere e di soddisfazione al guidatore, pulire la propria auto in modo autonomo può essere anche un modo per evitare che questa venga accidentalmente danneggiata; infatti, i rulli e le spazzole degli autolavaggi e delle stazioni di servizio potrebbero, in alcuni casi, graffiare la carrozzeria e procurarle delle abrasioni. Invece, lavando l’auto da soli, si può riuscire ad evitare che ciò avvenga, garantendo al proprio mezzo un’ottima apparenza estetica, in quanto vi è la certezza che la qualità della vernice non venga contaminata da macchinari troppo aggressivi o invadenti.

Qual è la differenza tra il lavaggio degli interni e quello degli esterni? Come si scelgono i prodotti giusti? È possibile regalare alla nostra auto un aspetto completamente nuovo? In questa pagina troverai la guida completa al lavaggio fai da te delle automobili.

Sommario

- Lavare auto: la guida completa

- Come pulire i sedili

- Lavaggio auto: esterno

- Domande e risposte

Lavare auto: la guida completa

Per rispondere al primo dei nostri quesiti, c’è una grande differenza tra la pulizia degli interni e quella degli esterni: analizziamo, innanzitutto, i primi. L’interno di un’autovettura rappresenta la fonte principale di comfort e sicurezza sia per il guidatore che per i passeggeri: per questo è fondamentale che esso sia pulito e che non presenti cattivi odori, sporcizia o eventuali residui che possano disturbare i viaggiatori.

Innanzitutto, bisogna rimuovere qualsiasi oggetto che non sia legato alla funzionalità dell’auto, come buste, carte, spazzatura, quindi qualunque elemento che potrebbe rivelarsi d’intralcio per la pulizia o, addirittura, contribuire al proliferare di batteri, compromettendo la salubrità degli interni.

La prima cosa da fare è sicuramente quella di utilizzare un piccolo aspirapolvere per rimuovere polvere, briciole e ogni altro tipo di particella invadente. Oltre alla zona dei sedili, è importante ricordare di concentrarsi anche sui tappetini del pavimento, inizialmente con l’aspirapolvere e poi con un detersivo o spray specifico all’uso (è consigliabile anche l’utilizzo di una spazzola a setole dure per la sporcizia depositata sul fondo).

Gli stessi prodotti usati per il pavimento possono essere sfruttati anche per la pulizia dei tappetini. Per facilitare il procedimento, è consigliabile estrarre quest’ultimi dal veicolo e, per eliminare lo sporco più ostinato, sarebbe opportuno spazzolare con cura gli spazi fra le eventuali fessure e sporgenze, prima di utilizzare i vari detersivi.

Se il detersivo non dovesse essere sufficiente per la rimozione di ipotetiche macchie, potrete affidarvi a dei prodotti specifici. I tappetini possono essere lavati anche con l’acqua corrente, ma bisogna fare attenzione: nel caso questi dovessero essere realizzati in stoffa, quest’ultima potrebbe rovinarsi; se invece questi sono in materiale sintetico, si può procedere tranquillamente.

Una volta asciutti, i tappetini possono essere nuovamente inseriti nell’auto. Per quanto riguarda l’abitacolo e la tappezzeria, i prodotti vanno selezionati in base al materiale: per cui, la scelta di essi varia se le superfici sono in plastica o costituite da materiali più delicati, come la pelle o il legno.

Come pulire i sedili

Come già anticipato poc’anzi, la stoffa è un materiale particolarmente delicato e richiede un certo tipo di cura, in quanto non può essere esposta a tutti i tipi di prodotti. Nel caso dei sedili in stoffa, il primo step è sicuramente quello di pulirne la superficie con un’aspirapolvere, accertandosi di agire anche nella profondità delle fessure fra schienale e sedile, dove potrebbe raccogliersi una grande quantità di sporcizia.

Per quanto riguarda i prodotti specifici, non solo questi possono essere acquistati in un comune supermercato, ma è possibile anche realizzarli comodamente in casa, in modo rapido e semplice.

Basta un detersivo per piatti, del bicarbonato e dell’acqua calda: una volta mischiati tra di loro e ottenuta una consistenza liquida, basterà cospargere la soluzione sui sedili utilizzando una spazzola e, in poco tempo, tutte le macchie di grasso scompariranno dai tessuti dei sedili. È importante applicare il prodotto muovendo la spazzola o la spugna in modo circolare e ricordarsi di usare un asciugamano pulito per tamponare le chiazze bagnate.

Anche la pelle, come la stoffa, necessita di attenzioni particolari; quindi si parte con una pulizia superficiale mediante un’aspirapolvere e si applica lo stesso detersivo fai da te già citato, ma stavolta sarà necessario aspettare che l’acqua si raffreddi prima di iniziare a pulire.

Nei mesi estivi basterà tenere finestrini e portiere aperte per far asciugare i sedili e, dopo pochi attimi, i risultati saranno già evidenti. Tuttavia, nella stagione invernale è consigliabile accendere i riscaldamenti, in quanto i sedili bagnati necessiteranno di una fonte di calore per asciugarsi correttamente. Una volta che questi saranno completamente asciutti, utilizzate un balsamo con pH neutro a base di acqua per conferirgli nuovamente un aspetto lucente.

Lavaggio auto: esterno

Una bella automobile si riconosce sin da subito per il suo aspetto estetico e, quindi, dalle condizioni della sua carrozzeria. Vediamo come mantenere pulito l’esterno della nostra autovettura.

Innanzitutto, se si sceglie di lavare auto all’aria aperta, sarebbe opportuno parcheggiarla in una zona ombrosa, onde evitare che il sole faccia evaporare l’acqua, rovinando la vernice.

Partiamo dalle prime accortezze che bisogna avere: alzare i tergicristalli, rimuovere l’antenna e chiudere i finestrini. Questa serie di attenzioni può salvaguardare il vostro veicolo da eventuali inconvenienti. Per lavare la vostra macchina sono necessari:

  • Due secchi d’acqua (di cui uno per insaponare e uno per risciacquare)
  • Dei guanti
  • Dei panni in microfibra
  • Un tubo da giardino
  • Una spatola per le gomme

Per rimuovere lo sporco superficiale, iniziate a bagnare l’auto con il tubo da giardino servendovi di un getto non troppo potente, che potrebbe rovinare la vernice. È consigliabile indirizzare l’acqua verso il basso, così che la sporcizia scivoli giù e non rimanga sulla carrozzeria del veicolo.

Molto probabilmente, dei residui si insedieranno nelle aperture dei cerchioni delle ruote, per cui sarà meglio pulirle con una spatola e, successivamente, lavarle con una spugna.

È sempre meglio verificare che non vi siano particelle ruvide e pericolose per la vernice sulla macchina, come granelli di polvere o terra, per cui usate più volte il tubo da giardino per garantire una pulizia profonda al vostro mezzo. Una volta lavata ogni zona, bisognerà risciacquare l’auto, prima di far asciugare il sapone, in quanto potrebbero formarsi degli aloni permanenti sulla vernice. A questo punto, passate un panno pulito sull’intera carrozzeria e applicate la cera per concludere il lavoro.

Domande e risposte

Quante volte bisogna lavare la macchina?

Un’autovettura, di norma, dovrebbe essere lavata almeno una volta al mese (o, al massimo, ogni due mesi), considerando che, quotidianamente, si posano sporcizie varie a nostra insaputa, come escrementi di uccelli.

Quanto tempo ci vuole per lavare l’auto?

Lavare un’automobile è un procedimento che richiede una cura specifica, per cui il tempo impiegato nella pulizia della vettura sarà proporzionale alla qualità del risultato ottenuto. L’auto va lavata completamente e possono essere necessarie una o due ore di tempo, a seconda delle dimensioni del veicolo e di quanto è sporco.

Tutti gli articoli

Escrementi di uccelli sulla carrozzeria: quali danni fanno, come pulirli

Consigli · Cura dell'auto

Eliminare odore di fumo in auto: i rimedi più efficaci

Consigli · Cura dell'auto

Come togliere il ghiaccio dal parabrezza

Consigli · Cura dell'auto
Mostra di più