Consigli · Tecnica auto

Inversione gomme

L’inversione pneumatici è un intervento, conosciuto anche come permutazione, che consiste nel cambiare la posizione delle ruote per avere un’usura uniforme su tutte e quattro le gomme.

Ci sono diverse opinioni in proposito e vale sempre la pena di fare riferimento alla casa produttrice del veicolo e degli pneumatici per capire come intervenire. Alcune aziende, infatti, sconsigliano fortemente di invertire le gomme auto, mentre altre ritengono che questa operazione comporti diversi vantaggi. Indubbiamente, le sollecitazioni subite dalle gomme anteriori sono diverse rispetto a quelle subite dalle gomme posteriori; ciò dipende dal fatto che le ruote anteriori direzionali sono progettate in modo diverso rispetto a quelle posteriori. Altri fattori da prendere in considerazione sono la distribuzione del peso e la pressione di montaggio; considerando tutti questi aspetti, si comprende subito come l’usura non sia uniforme sui quattro pneumatici. L’inversione delle ruote auto, perciò, consente di evitare che alcune ruote siano completamente inutilizzabili, quando le altre risultano ancora in ottimo stato. Altre aziende, da parte loro, sostengono la tesi secondo cui un intervento di inversione gomme va a compromettere la funzionalità delle ruote. Proprio perché gli pneumatici sono progettati in maniera diversa, è importante che ognuno mantenga la sua posizione.

Come effettuare l’inversione gomme?

Chi decide di invertire gli pneumatici può prendere in considerazione diverse alternative. In passato, ad esempio, la rotazione pneumatici avveniva spostando le due ruote anteriori posteriormente e montando le ruote posteriori davanti però scambiandole di lato. In altre parole, invertire le ruote auto significava montare la ruota posteriore destra al posto della ruota anteriore sinistra e la ruota posteriore sinistra al posto della ruota anteriore destra. Questo metodo per l’inversione gomme auto è sempre meno utilizzato ed è stato progressivamente sostituito da un metodo per invertire le ruote auto che risulta più efficace. Seguendo questa tecnica più recente, la rotazione delle gomme avviene semplicemente scambiando gli pneumatici posteriori con quelli anteriori; non viene effettuata, quindi, l’inversione tra destra e sinistra. Questa procedura, senza dubbio più intuitiva, è obbligatoria quando gli pneumatici sono direzionali o presentano un battistrada asimmetrico-direzionale.

Inversione pneumatici ogni quanto?

La rotazione pneumatici auto dev’essere effettuata periodicamente; in genere, questa operazione risulta necessaria tra i 5000 km e i 10000 km. Se le ruote risultano poco bilanciate, la rotazione gomme auto deve essere seguita dall’equilibratura; in caso contrario, è possibile procedere all’inversione gomme senza effettuare necessariamente una nuova equilibratura. Il costo dell’inversione gomme ed equilibratura varia essenzialmente in base all’officina e ai meccanici ai quali si fa riferimento. Non essendoci componenti da sostituire o prodotti da acquistare, infatti, il costo inversione gomme corrisponde esattamente al compenso richiesto dal tecnico per l’intervento. Quando si tratta l’argomento inversione pneumatici costo, frequenza e modalità di intervento rappresentano gli aspetti principali da prendere in considerazione. Per l’inversione gomme prezzo e manodopera corrispondono; per tale ragione, quindi, può essere utile informarsi presso diverse officine e scegliere la più conveniente.

Tutti gli articoli

Dotazioni di sicurezza

Auto alte da terra

Struttura auto

Mostra di più