Sottosterzo

Il termine sottosterzo viene utilizzato, nel linguaggio automobilistico, per indicare la tendenza di un’automobile ad allargare la traiettoria in curva: questo fenomeno, tipico delle auto a trazione anteriore, può dipendere dall’elevata velocità, dal bloccaggio delle ruote o da altre condizioni.

Il sovrasterzo, invece, descrive la tendenza dell’automobile a percorrere una traiettoria più stretta rispetto a quella indicata dal guidatore: questo fenomeno si verifica soprattutto nelle auto a trazione posteriore. In questo secondo caso, a causa della minore aderenza delle ruote dell’asse posteriore, può verificarsi una sbandata dell’auto. Per evitare qualsiasi problematica e mantenere il controllo della propria vettura, occorrono tempestività e perizia. Le manovre correttive, infatti, devono essere effettuate tempestivamente, in modo da evitare che l’auto continui a percorrere la traiettoria sbagliata ed esca quindi fuori strada. Al tempo stesso, è indispensabile che la manovra venga portata a termine con grande precisione. Una sterzata eccessiva o un’elevata pressione sull’acceleratore o sul freno, infatti, possono causare un ulteriore sbilanciamento dalla vettura. Bisogna ricordare, infine, che in alcuni casi la traiettoria risulta così stretta o così ampia da non poter essere corretta. È fondamentale, perciò, evitare il più possibile tutte quelle condizioni che possono portare al sovrasterzo o al sottosterzo.

Cosa fare quando l’automobile percorre una traiettoria più larga?

Se l’automobile percorre una traiettoria più ampia di quella voluta dall’automobilista, quest’ultimo dovrà procedere con una manovra correttiva. È possibile, a questo scopo, aumentare la sterzata per restringere la traiettoria oppure lasciare il piede dal pedale e rimettere in posizione lo sterzo. Per evitare che si presenti questo problema, tuttavia, è importante moderare sempre la velocità e rallentare in presenza di curve, soprattutto se il manto stradale è bagnato o ricoperto da neve. Una velocità particolarmente sostenuta o una strada molto bagnata, infatti, possono trascinare la vettura verso l’esterno della curva. Anche gli automobilisti più attenti, in ogni caso, possono talvolta ritrovarsi con l’automobile temporaneamente fuori controllo; in questo caso, è fondamentale agire con tempestività per evitare una sbandata dell’auto o persino di uscire fuori strada. Dopo aver staccato il piede dal pedale, occorre riallineare lo sterzo finché l’asse non riacquista aderenza. Ciò risulta particolarmente importante nelle strade trafficate o a doppio senso di circolazione, in quanto aumenta il rischio di invadere la corsia opposta o di scontrarsi con gli altri veicoli. La tendenza dell’automobile ad allontanarsi dalla curva, tuttavia, è una problematica che può essere facilmente risolta agendo con prontezza e rapidità. Una volta ripresa la traiettoria corretta e riacquistata la giusta aderenza, infatti, è possibile percorrere la curva in totale sicurezza. Le tecniche correttive sono diverse e variano essenzialmente in base all’abilità dell’automobilista e alla situazione che ci si trova ad affrontare. In linea generale, comunque, è sufficiente alzare il piede dal pedale e riallineare lo sterzo per riprendere il pieno controllo del mezzo.

Cosa fare quando l’automobile percorre una traiettoria più stretta?

Quando si verifica una rapida perdita di aderenza delle ruote dell’asse posteriore, l’automobile tende a percorrere una traiettoria più stretta rispetto a quella indicata dal conducente. Le dirette conseguenze di questo fenomeno possono essere la sbandata dell’auto oppure il testacoda. Partendo da questi presupposti, si intuisce quanto sia importante evitare che ciò accada. Questo fenomeno è particolarmente frequente nei veicoli molto alti, che risultano meno stabili in curva, e in quelli pesanti; altre cause che possono contribuire sono la velocità elevata e la scarsa aderenza delle gomme. Camion, vetture sportive e automobili a trazione posteriore, in altre parole, sono particolarmente difficili da gestire in curva. Evitare che le ruote posteriori perdano aderenza è il miglior modo per riuscire a percorrere la curva seguendo la traiettoria giusta. A questo scopo bisogna evitare di accelerare o decelerare bruscamente, di sterzare all’improvviso e, più in generale, di evitare tutti quei comportamenti che possono far sbandare il veicolo. Ciò risulta particolarmente importante se la strada è in pendenza o se si ha una scarsa tenuta di strada, ad esempio a causa di pioggia o neve. Considerata la potenziale pericolosità di questo fenomeno, le automobili di ultima generazione sono dotate di dispositivi elettronici che consentono di aumentare la stabilità della vettura. Al di là di questi supporti automatici, in ogni caso, è fondamentale sapere come comportarsi se l’automobile sta percorrendo la curva con una traiettoria particolarmente stretta. La manovra correttiva prende il nome di controsterzo e, come si può intuire, consiste in una sterzata in direzione opposta rispetto a quella della curva. Questa tecnica consente di bilanciare la tendenza dell’auto a sbandare verso un lato; indirizzando le ruote in senso opposto, nello specifico, è possibile riprendere la giusta direzione. Durante questa delicata manovra, è fondamentale riuscire a dosare il gas, esercitando una pressione variabile sul pedale dell’acceleratore. È importante, al tempo stesso, avere i riflessi pronti e agire con tempestività non appena ci si accorge che la vettura non sta percorrendo la traiettoria corretta. Per quanto riguarda i movimenti da compiere, è possibile effettuare una distinzione tra vetture con trazione posteriore e vetture con trazione anteriore. Nel primo caso, è utile alzare progressivamente il piede dall’acceleratore in modo da diminuire il gas e da consentire alle ruote dell’asse posteriore di riacquistare aderenza. Nel secondo caso, invece, bisognerà accelerare leggermente, lavorando sull’asse anteriore per far sì che la vettura riprenda la traiettoria voluta. Per quanto riguarda il pedale del freno, invece, il discorso è più complesso. Se la velocità del veicolo è particolarmente elevata o se la manovra deve essere conclusa in tempi brevi per evitare di uscire fuori strada, è indispensabile frenare. La frenata, tuttavia, può causare un’ulteriore perdita di aderenza; soprattutto nei veicoli che non dispongono di sistema anti bloccaggio (ABS), perciò, è importante premere delicatamente il pedale e continuare con la manovra di controsterzo. Questi piccoli accorgimenti sono essenziali per riacquistare il controllo della propria vettura e concludere la manovra in totale sicurezza.

Tutti gli articoli

Metano

Consigli · Tecnica auto

Ecologici

Consigli · Tecnica auto

Pneumatici run flat

Consigli · Tecnica auto
Mostra di più