Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Monterey Car Week: Aston Martin svela la DBR22

Aston Martin ha scelto l'edizione 2022 della Monterey Car Week per svelare al mondo la spettacolare DBR22.

Un design concept a due posti e motore 12 V costruito artigianalmente, per celebrare la prestigiosissima famiglia di auto sportive da corsa ad abitacolo aperto della casa costruttrice britannica.

La creazione del design concept DBR22 – che verrà svelato in California – è l’ultima di una lunga serie di straordinari progetti gestiti con grande perizia dalla divisione interna di personalizzazione, Q by Aston Martin, che quest’anno celebra dieci anni di attività dedicati alla costruzione di vetture esclusive per i clienti più appassionati del mondo. Modelli iconici e unici costruiti su commissione, come la Aston Martin Victor, e i modelli speciali costruiti in edizioni limitate, come la Vulcan – in soli 24 esemplari in tutto il mondo – e la Vantage V600 – limitata a solo 14 esemplari –, sono esempi davvero magnifici di queste collaborazioni. Pertanto, sembra del tutto naturale che il design concept DBR22 costituisca la base di un esempio di realtà produttiva per un numero ultra-esclusivo di clienti che si rivolgono a Q by Aston Martin.

DBR22 2

Coniugando l’arte classica dell’artigianato con materiali avanzati e tecnologie all'avanguardia, la DBR22 è la combinazione perfetta di purezza del design, precisione ingegneristica, prestazioni al cardiopalma e autentica passione. Una celebrazione perfetta di Q by Aston Martin e del suo potenziale illimitato. Tutte queste caratteristiche sono messe in risalto dalla consapevolezza che si tratta di una delle Aston Martin più rare negli intensi 109 anni di storia del marchio.

Con le sue proporzioni classiche e le curve perfette e muscolose, la DBR22 parla a gran voce di tradizione – richiamando in particolare la storica famiglia di auto sportive a due posti e ad abitacolo aperto da batticuore, come la DBR1 e DB3S –, esprimendola però con una nuova prospettiva dinamica.

La DB3S rappresenta un elemento importante della storia di Aston Martin nelle competizioni sportive. Introdotta nel 1953, la carrozzeria in lega di Frank Feeley per la DB3S è diventata famosa per le sue curve e l’efficienza aerodinamica: caratteristiche che hanno garantito ad Aston Martin un posto di primo piano a Le Mans, permettendole anche di mettere a segno alcuni risultati impressionanti nel corso degli anni. La DBR1, nota come l’auto sportiva per eccellenza di Aston Martin, ha portato a un livello superiore il linguaggio del design di Feeley per diventare uno dei modelli Aston Martin più importanti e influenti di sempre: la DBR1 si è aggiudicata infatti una serie di gare importanti – di cui la più importante è Le Mans nel 1959, con i piloti Carroll Shelby e Roy Salvadori –, e ha portato il team Aston Martin al traguardo più importante: il podio del Campionato del mondo sportprototipi nello stesso anno.

DBR22 3

Il design concept DBR22 presenta una carrozzeria completamente nuova, frutto del lavoro dei progettisti di Aston Martin. Le sue eccezionali linee lavorate artigianalmente nascono da un numero minimo di pannelli della carrozzeria per creare una presenza più scolpita e muscolare. Il risultato? Linee fluide e morbide, eccezionali per impatto ed eleganza, perfezionate da diverse caratteristiche di progettazione esclusive.

Particolarmente degna di nota è la griglia anteriore completamente nuova che incorpora un design esclusivo in fibra di carbonio al posto delle abituali venature, che caratterizzano invece le Aston Martin prodotte in serie. Il design trae espirazione direttamente dai modelli DBR1 e DB3S, conferendo a questa vettura un’identità unica nel suo genere; un’identità che richiama in modo netto l’eredità di Aston Martin, usando però questa ispirazione per creare un design davvero contemporaneo.

Il cofano presenta una presa d’aria a ferro di cavallo, in posizione incassata per agevolare il flusso d'aria proveniente dal motore Twin-Turbo V12 da 5,2 litri, posto appena al di sotto. Le linee del cofano lunghe e continue portano l’occhio verso l’abitacolo, sopra il discreto frangivento e i delicati specchietti retrovisori, montati in cima alle portiere, su bracci in fibra di carbonio sottili e aerodinamici.

DBR22 7

Perfettamente incastonati nei passaruota si trovano i cerchi in lega da 21” dalle linee mai viste prima. Con un design a 14 razze creato appositamente per la DBR22, questi cerchi leggeri con serraggio centre-lock ispirato alle auto sportive sono disponibili in un’ampia palette di colori.

Il design concept DBR22 presenta anche un colore della carrozzeria interamente personalizzato, sviluppato appositamente per l’occasione mediante “Paint to Sample”, un’esclusiva opzione disponibile attraverso Q by Aston Martin, ancora una volta a dimostrazione delle vaste possibilità di progettazione che è possibile ottenere attraverso il servizio personalizzato del marchio.

L’abitacolo della DBR22 porta avanti la fusione di approcci classici e contemporanei con numerosi componenti esclusivi e un ampio uso di pelle e fibra di carbonio a vista. Dall’architettura definita dal nuovissimo cruscotto e dagli eleganti display di infotainment, nasce un ambiente dalle linee pulite e ordinate. Pur ispirandosi alle auto da competizione di livello mondiale, gli interni della DBR22 sono tutt’altro che spogli. I flessibili inserti in pelle avvolgono il cruscotto dalle linee contemporanee e i sedili in fibra di carbonio ad alte prestazioni, per estendersi fino alla parte più alta delle portiere e creare così un ambiente invitante.

Da dietro i sedili si innalzano due elementi aerodinamici che fendono il flusso dell’aria dietro il poggiatesta di conducente e passeggero. Sul retro, il design concept DBR22 presenta un’inconfondibile grafica della sottile barra luminosa orizzontale a tutta larghezza creata appositamente per questa applicazione. Al di sotto, si trova un pannello perforato che consente all’aria calda di uscire dal retro. Queste elemento dalle raffinate linee scolpite è un’ulteriore caratteristica che contraddistingue l’intrigante DBR22. Insieme al diffusore perfettamente integrato e a una coppia di terminali di scarico di grande diametro, la DBR22 vanta un’incredibile presenza su strada, catturando alla perfezione l’emozione pura dell’esperienza di guida.

Con una vasta scelta di colori, ottenuta grazie all’apprezzato servizio di personalizzazione, Q by Aston Martin offre ai clienti di tutti i modelli Aston Martin la possibilità di creare qualcosa di completamente unico. Dai colori della vernice e le finiture, fino alla grafica personalizzata e le fibre di carbonio colorate, passando per i materiali personalizzati sia per gli interni che gli esterni, ogni vettura Q by Aston Martin può spingere i limiti di progettazione e desiderio ed è completamente personalizzata per il cliente.

Grazie a un motopropulsore Twin-Turbo V12 da 5,2 litri di immensa potenza, la DBR22 coniuga la straordinaria eleganza delle sue linee con prestazioni mozzafiato; le uscite di picco da 715 CV e 753 Nm forniscono una propulsione sufficiente per portare la DBR22 da 0 km/h a 100 km/h in 3,5 secondi, per una velocità massima di 319 km/h. Avvalendosi semplicemente della scia tra il conducente e l’indimenticabile rombo a dodici cilindri del suo epico motore, la DBR22 promette di essere un intenso stimolo sensoriale.
Dal punto di vista dinamico, la DBR22 riesce a stabilire una vera connessione con il conducente, grazie a un telaio pensato per fornire – in egual misura – precisione, agilità e sensazione tattile. L’esclusiva calibrazione del motore e il cambio automatico con leva a 8 velocità usa la modellazione della coppia per consentire alla DBR22 una maneggevolezza e una guida diversa da qualsiasi altro modello. Un piantone dello sterzo fisso offre una maggiore precisione ma fornisce anche un feedback più dettagliato in modo che il conducente possa avere un’immagine più chiara della presa disponibile.

Si è lavorato molto anche alla struttura del telaio con DBR22. Gli esclusivi pannelli di rivestimento anteriori e posteriori aumentano ulteriormente la rigidità torsionale, con una calibrazione personalizzata per gli ammortizzatori adattivi, al fine di fornire precisione e flessibilità e ottenere così una combinazione di controllo della carrozzeria e perfezionamento della guida: con queste premesse, la DBR22 non potrà che diventare un piacere di guida assoluto, su strada o su pista.

La DBR22 presenta anche un sottotelaio posteriore con stampa 3D: una prima assoluta di questo metodo in casa Aston Martin. Il componente è formato da più pannelli in alluminio stampati in 3D, che poi vengono saldati per formare il sottotelaio finito. I vantaggi sono chiari: un significativo risparmio del peso e nessuna riduzione della rigidità, più la possibilità di creare parti speciali per i modelli dal volume ultra-basso, ove necessario.

DBR22 4

Roberto Fedeli, Chief Technical Officer di Aston Martin, ha dichiarato: “La tecnologia è fondamentale nella costruzione di DBR22, con un uso ampio della fibra di carbonio, e l’uso della stampa 3D per la produzione di un componente strutturale. Come tale la DBR22 racchiude in sé le caratteristiche esclusive di una Aston Martin e, al contempo, un design di livello mondiale con un approccio agile e intelligente alla progettazione e alla produzione. Per una vettura che è stata progetta per celebrare l’esclusivo servizio di personalizzazione, gli sviluppi di progettazione conferiscono alla DBR22 le caratteristiche dinamiche che merita, assicurando una guida emozionante tanto quanto le sue linee.”

Marek Reichman, Executive Vice President e Chief Creative Officer di Aston Martin, ha aggiunto: “Abbiamo impostato i nostri sistemi di progettazione su “hyper-drive”, spingendo l’acceleratore sull’esplorazione del formalismo e cercando di plasmare il futuro qui e ora, nel tentativo di anticipare superfici, proporzioni e forme. Combinando questo approccio con processi avanzati, la tecnologia e i materiali, abbiamo modernizzato in modo efficace la nostra famiglia di auto da corsa e creato un nuovo pedigree. La DBR22 è un'auto sportiva Aston Martin purosangue e scalpitante, piena di velocità, agilità e spirito, e una macchina che, secondo noi, sarà fonte di ispirazione per molte icone di domani”.

Il design concept DBR22 verrà esposto al Concorso d'Eleganza di Pebble Beach da venerdì 19 a domenica 21 agosto.

Pronto per gli step successivi?

Tutti gli articoli

ENYAQ Coupé iV nuova variante del primo SUV 100% elettrico ŠKODA

Novità

Murciélago: il leggendario V12 Lamborghini entra nel 21° secolo

Novità

Yaris Cross GR SPORT, nuovo allestimento sportivo ispirato a TOYOTA GAZOO Racing

Novità
Mostra di più