Presentazione: Gemballa Mistrale – Gemballa Mistrale: il tuning della Porsche Panamera

Con la Mistrale, Gemballa presenta la prima Porsche Panamela ritoccata. Accanto ad alcuni interventi mirati a migliorare l’aerodinamicità e ad alcune modifiche del telaio, l’aumento della potenza arriverà inizialmente a 750 CV.

Gemballa è nota da quasi 30 anni per i suoi straordinari interventi di tuning apportati alle Porsche. Ora la casa di Leonberg sta per presentare la Mistrale, ovvero una versione della Porsche Panamera modificata prevalentemente nel design.

Carbonio

I primi pezzi verranno prodotti esclusivamente in carbonio, sia puro, sia mescolato con fibre di vetro dalla funzione rinforzante. Soltanto quando Gemballa individuerà la possibilità concreta di un riscontro nella domanda, seguiranno eventuali pezzi in poliuretano RIM, più economici, ma con lo svantaggio di un peso maggiore e soprattutto della necessità di uno stampo di cottura speciale molto costoso da realizzare, e pertanto conveniente soltanto a partire da un determinato volume di produzione.

I pezzi in carbonio proposti inizialmente verranno realizzati a mano. Ciò spiega il prezzo esorbitante di circa 100.000 € richiesto per questo pacchetto, consistente in spoiler anteriore e posteriore, elementi per l’allargamento dei parafanghi, diffusore, cofano, elementi per gli spoiler anteriore e posteriore. Sono inoltre compresi nel prezzo la verniciatura e il montaggio presso gli stabilimenti di Gemballa. Il corredo di fornitura contempla inoltre il set completo delle ruote da 22 pollici, un impianto di scappamento con quattro tubi e un modulo di sospensione pneumatica che avvicina la carrozzeria della Panamera di 40 millimetri all’asfalto. Per i modelli con sospensione in acciaio Gemballa propone un telaio sportivo.

Impianto frenante super!

L’elemento tecnologico clou del pacchetto è senz’altro l’impianto frenante sportivo. Gemballa si affida agli stopper a sei stantuffi dell’asse anteriore, i quali fanno presa su enormi dischi da 420 millimetri. Nella parte posteriore sono applicati dischi da 380 millimetri su cui fanno presa pinze a quattro stantuffi.

Per quanto riguarda la motorizzazione, inizialmente debutterà una versione da 750 CV della Panamera Turbo dalla potenza di base di 500 CV. Per il motore V8 ad aspirazione sono previste soltanto alcune modifiche relative ad impianto di scappamento, alberi a camme e gestione motore. Per il momento i prezzi relativi all’aumento della potenza non sono ancora stati definiti. (mb)

Pronto per gli step successivi?

Tutti gli articoli

Nuova Ford Puma

Nuova Opel Corsa: sportiva, attraente, efficiente

Porsche 718 Spyder e 718 Cayman GT4

Mostra di più