Presentazione: Toyota Prius III – Toyota Prius III: ultima generazione!

Al Detroit Motor Show, Toyota ha svelato la Prius III, auto ibrida a basso consumo che verrà introdotta in Europa la prossima estate, in una veste completamente rinnovata e dotata di un corredo tecnico assolutamente originale.

Al Detroit Motor Show, Toyota ha svelato la Prius III, auto ibrida a basso consumo che verrà introdotta in Europa la prossima estate, in una veste completamente rinnovata e dotata di un corredo tecnico assolutamente originale, grazie al quale il consumo combinato città/autostrada si attesta sui 4,7 litri per 100 km.
E’ noto che i giapponesi hanno esperienza in materia di auto ibride. Basti pensare, ad esempio, che la prima Prius è stata lanciata sul mercato già nel 1997, rivelandosi negli ultimi anni un best-seller soprattutto negli Stati Uniti. Con la nuova Prius, Toyota ha voluto mettersi nuovamente un passo avanti rispetto alla concorrenza.

L’evoluzione del design

Per Toyota era necessario mantenere le qualità aerodinamiche della Prius, senza perdere l’ormai nota sagoma che la caratterizza. Alla carrozzeria sono state apportate modifiche a livello di posizione e inclinazione dei montanti, regalando all’auto una linea più aggressiva e assettata. Grazie ai ritocchi apportati il coefficiente di aerodinamicità è sceso addirittura a 0,25 Cx, il migliore al mondo per le auto do serie.

Potente motore

Anche l’equipaggiamento tecnico della nuova Prius è stato rinnovato. Il nuovo e più potente motore a combustione interna, un 4 cilindri VVT-i di 1,8 litri, ha una potenza massima di 98 CV (dapprima di 78 CV) a 5.200 giri/min e una coppia massima di 142 Nm a 4.000 giri/min. Questo aumento di cilindrata e potenza contribuisce a ridurre i consumi grazie ad un funzionamento a regimi mediamente inferiori, almeno su percorsi extraurbani e autostradali. A tal riguardo capitano ad hoc il cambio automatico a a variazione continua CVT a controllo elettronico e la funzione di accensione e spegnimento.

Toyota ha ridotto il peso della Prius di circa il 20 per cento, offrendo in tal modo una performance migliore. La casa giapponese dichiara una potenza di 80 CV solo per il motore elettrico, mentre la potenza di tutto il sistema ibrido arriva a 134 CV. Questo numero però, non è dato da una semplice addizione, ma si ottiene grazie al rinnovato sistema Hybrid Synergy Drive che consente di recuperare l’energia durante la frenata.

Diverse modalità di marcia

Tre sono le modalità di funzionamento della Prius III: EV-Drive Mode per muoversi a bassa velocità con la sola spinta del motore elettrico, Power Mode, per una guida più sportiva e reattiva ai comandi, Eco Mode per i consumi ridotti.

La modalità EV-Drive Mode che consente di viaggiare nei percorsi urbani a zero emissioni fino a 1,6 chilometri, mentre la modalità Power Mode, presente anche sulla Lexus LS 600 H, permette di raggiungere i 100 km/h in poco più di dieci secondi.

Tuttavia la Prius si acquista principalmente per il basso consumo di benzina. Infatti La modalità ecologica Eco Mode è stata progettata specificatamente per una marcia economica, in quanto aiuta a mantenere il consumo di carburante al di sotto dei 4 litri. L’emissione di CO2 rimane pertanto minore di 100 grammi, battendo alla grande i valori della Honda Insight.

Abitacolo spazioso

Grazie al nuovo posizionamento del sistema di raffreddamento delle batterie il vano portabagagli risulta più spazioso. Anche i passeggeri seduti posteriori avranno più spazio a disposizione, in quanto, nonostante le misure esterne pressoché invariate (lunghezza 4,46m, larghezza 1,75m, altezza 1,49m), la parte più alta del tetto è stata spostata indietro di 10 centimetri, favorendo così lo spazio per il capo. Inoltre, grazie ai sedili anteriori dal profilo più sottile, è aumentato anche lo spazio per le ginocchia.

Nell’abitacolo si notano in primis il cockpit di nuova configurazione e la consolle centrale sospesa. Lo strumento multiplo con display digitale del vecchio modello è rimasto, mentre il volante multifunzionale è nuovo e consente addirittura di regolare la temperatura all’interno dell’auto. Molto interessante risulta essere l’utilizzo di plastica CO2-neutrale, di origine vegetale, con cui sono costruite molte parti dell'abitacolo.

Nuovi dettagli dell’equipaggiamento

Il tettuccio apribile a pannelli solari– come quelli che monta Audi già da anni – accumula la corrente utile per la ventilazione dell’abitacolo. Si attiva quando l’auto è parcheggiata e/o la temperatura esterna è elevata, lasciando circolare l’aria all’interno. Inoltre, il climatizzatore può essere azionato a distanza tramite telecomando, senza dover accendere il motore. In questo modo durante la partenza non si spreca troppa energia. Per le giornate fredde, il nuovo sistema di recupero calore dallo scarico contribuisce a riscaldare l’abitacolo e il motore negli avviamenti a freddo.

Sicurezza

Per quanto riguarda la sicurezza, la Prius III è dotata di poggiatesta attivi, almeno 7 airbag, ESP, ABS, controllo elettronico della stabilità e della trazione. Toyota ha infatti mirato a garantire un elevato livello di sicurezza.

Il lancio commerciale del nuovo modello è pervisto per l’estate del 2009 e, molto probabilmente, non costerà meno di 26.000 €. Una valida concorrente potrebbe essere la Honda Insight, più economica nel prezzo ma non altrettanto parsimoniosa nei consumi.

Pronto per gli step successivi?

Tutti gli articoli

Nuova Ford Puma

Nuova Opel Corsa: sportiva, attraente, efficiente

Porsche 718 Spyder e 718 Cayman GT4

Mostra di più