Mercedes-Benz CE 200 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Mercedes-Benz CE 200

####Mercedes CE 200: la coupé di lusso della Stella

Nel marzo 1987, Mercedes-Benz ha nuovamente ampliato la gamma di modelli della serie intermedia W124. Ha quindi debuttato al Salone di Ginevra la coupé, che completa l’offerta come terza variante, dopo la station wagon e la berlina del 1984. Costruita in 141.498 esemplari, la CE coupé uscì di produzione nel marzo del 1996, sostituita dopo oltre un anno dalla CLK.

###Mercedes CE 200: com’è fatta, pro e contro Dal punto di vista stilistico, Bruno Sacco (responsabile del design Mercedes) puntò sulle idee introdotte con la 190, caratterizzate dalla definizione geometrica delle forme e in particolare dal tema del trapezio come elemento fondamentale nella composizione formale della linea, riconoscibile nel profilo della carrozzeria, nei passaruota, nella vetratura laterale, nella sezione del lunotto, della consolle centrale e di molti altri particolari.

L’evoluzione, dunque, riguardò in particolare gli aspetti legati al tema più in voga nel design automobilistico di quegli anni, come ad esempio l’aerodinamica. Il valore di 0,29 del Cx fu un risultato ottimo, inferiore all’Audi 100 nel 1982.

Nonostante la stretta relazione con la berlina, la coupé vede un profilo più basso rispetto alla quattro porte ed un passo più corto di 8.5 centimetri (2.715mm). Questo ha sottolineato il carattere sportivo e ne ha fatto una variante di carrozzeria costruttivamente e formalmente indipendente, grazie alle dimensioni 4.655x1.740x1.410mm.

Le somiglianze con la berlina erano limitate al frontale e alle luci posteriori. L’assenza di montanti B è stata compensata da montanti anteriori rinforzati, nonché da una percentuale particolarmente elevata di lamiere di acciaio ad alta resistenza. Era quindi possibile abbassare completamente entrambi i vetri laterali.

La qualità costruttiva era al livello cui Mercedes aveva abituato la clientela, con in più un tocco di lusso dato dal legno “Zebrano” sul tunnel centrale, mentre la geniale proposizione dei celeberrimi fascioni nella parte bassa della fiancata fece invecchiare di colpo le versioni berlina e station wagon. La robustezza della macchina è indiscutibile, interni, assemblaggi e finiture sono eccezionali e la cura risposta sia nella scelta che nel montaggio non presta il fianco a nessun genere di critica.

Nonostante il tetto rastremato e il lunotto inclinato, i passeggeri posteriori hanno più spazio a disposizione di quanto si può fare in una classica coupé, anche se ovviamente ci sono dei limiti per i più alti.

La competitors principale era l’Audi Coupé 2.3, ma se vogliamo anche la Rove 220 Turbo e la mitica Opel Calibra.

###Mercedes CE 200: allestimenti, motori e prezzi

Il coupé era disponibile in cinque varianti, come CE 200, CE 220, CE 230 (4 cilindri), CE 300, CE 320 (6 cilindri). Inoltre, c’erano le potenti versioni AMG (E 36 AMG).

La 200 E era pensata per l’esportazione in Italia, in quanto esente da tasse per la cilindrata. Il motore a quattro cilindri da 109 CV (prima del 1992) e 136 CV (fino al 1996), con 178 e 190 Nm di coppia permetteva di sfiorare i 200km/h con uno 0-100 di 12 secondi, troppi per muovere il pesante coupé con la disinvoltura necessaria. Il motore viene definito brillante, ma non pronto quanto quelli della concorrenza.

Come ogni Mercedes ricalca invece gli standard di sicurezza più evoluti per l’epoca, partendo dalle innovazioni. A partire dal 1988 l’ABS, dal 1992 la serie di air bag di guidatore e più tardi anche l’airbag passeggeri. La scocca era stata progettata per resistere a una serie di prove d’urto (frontali, posteriori, laterali e contro pedoni) che Mercedes-Benz aveva messo a punto come propri standard, alcune riprese anni dopo dall’Euro NCAP.

L’allestimento da scegliere è quello detto “Sport Line”, che prevede una scelta di molle e ammortizzatori più rigidi rispetto alle altre versioni, che tendono a mitigare il rollio su percorsi guidati, nonostante l’inerzia e il peso di 1.450 kg, eccessivo per l’epoca.

Altre novità i fendinebbia integrati nel proiettore principale, il tergicristallo monospazzola con meccanismo a pantografo, gli ugelli lava parabrezza riscaldati, i poggiatesta posteriori abbattibili.

Il prezzo di della CE 200 Sport Line era pari a circa 68 milioni di lire, mentre per quanto riguarda i prezzi di seconda mano sul sito di AutoScout24 si parte da circa 2.000 euro.

###Mercedes-Benz 200 CE: conclusioni

La Mercedes CE gode di una popolarità costante, più che altro per l’elevata qualità di questo modello. In particolare, i prezzi di coupé e cabriolet iniziano a salire. La difficoltà è trovare un’esemplare non troppo chilometrato; se ci si riesce si ha a disposizione un’auto straordinaria anche nell’uso quotidiano e in grado di trasformare ogni spostamento in un’occasione di piacere. Nonostante percorrenze oltre i duecentomila chilometri, se ben mantenuti, non sono acquisti da scartare a priori.