Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
mercedes-benz-200-front

Mercedes-Benz 200

1 / 3
mercedes-benz-200-front
mercedes-benz-200-side
mercedes-benz-200-back

Pro

  • Elegante e raffinata
  • Interni curati e comodi

Contro

  • Estetica interna ed esterna più datata delle rivali
  • Prestazioni tranquille (lente per la 200D)

Mercedes-Benz 200 in sintesi

Qui trovi una panoramica generale dell’auto Mercedes-Benz 200 inclusi i dati relativi alle caratteristiche principali, alla motorizzazione, all’equipaggiamento e altre informazioni utili relative al modello dell’auto. leggi di più

Nuovo a partire da:€ 64.990,-*
Usato a partire da:€ 900,-*
*Prezzo più basso su AutoScout24 nel mese scorso

Mercedes-Benz 200: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Tra le automobili più importanti per la storia di Mercedes c’è l’erede della “piccola” Mercedes W120, la mamma di tutte le Classe E, la W110. Lanciata nel 1961 come erede della tradizione delle Mercedes “codine”, con posteriore dotato delle classiche finiture a coda sui passaruota (dette in tedesco Heckflosse), la Mercedes W110 è nota anche come Mercedes-Benz 200 nella sua seconda generazione prodotta tra il 1965 e il 1968. Continua a leggere

Ti interessa la Mercedes-Benz 200

Altre informazioni per la tua ricerca

Modelli alternativi

Questa berlina a tre volumi ha portato alla maturità lo stile della W120, ancora molto classico e tondeggiante, introducendo una nuova eleganza e maturità, ha modernizzato gli interni e soprattutto ha introdotto due nuovi motori da 2.0 litri, sia a benzina che a gasolio, che le hanno dato il nome 200. Rispetto alle rivali dirette, Mercedes-Benz 200 aveva ancora uno stile e degli interni molto classici, che piacevano a chi cercava la tradizione e meno a chi voleva la modernità, ma questo non ha fermato il successo di un’auto che, nonostante il prezzo non proprio popolare, ha totalizzato 628.000 immatricolazioni tra il 1961 e il 1968. Ci sono state poi tantissime Mercedes-Benz in futuro che hanno ripreso la dicitura 200, soprattutto oggi dove, più che la cilindrata, rispecchia il livello di potenza all’interno delle complesse gamme motori attuali. La prima Mercedes-Benz 200, però, è stata la W110.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti della Mercedes-Benz 200 W110.

Dimensioni Mercedes-Benz 200

Le dimensioni della Mercedes-Benz 200 sono:

  • lunghezza 4,73 metri
  • larghezza 1,80 metri
  • altezza 1,50 metri
  • passo 2,70 metri

A livello estetico, per alcuni la W110 è una delle Mercedes-Benz meglio proporzionate e più belle dell’era “classica” della Casa di Stoccarda. Il frontale, ad esempio, è davvero tipicamente Mercedes-Benz, con una enorme calandra cromata al centro che si staglia rispetto al resto del frontale, mentre i passaruota sono più avanzati rispetto al muso e ospitano due semplici fari tondi con contorno cromato, mentre al di sotto troviamo le luci di posizione e le frecce.

Lateralmente, invece, si nota un tetto piuttosto alto e eretto, com’era di moda negli anni ’50 e ’60 per garantire spazio e abitabilità a bordo, mentre stupisce un occhio abituato alla modernità la differenziazione tra i tre volumi, con cofano anteriore e portellone posteriore estremamente generosi nelle dimensioni. In coda, invece, non mancano le mitiche codine, le due finiture a punta che riprendono l’andamento dei passaruota anteriori e regalano uno stile inconfondibile alla Mercedes-Benz W110. Non mancano poi un paraurti cromato e un baffo cromato alla base del portellone, un’enorme Stella al centro e il logo 200 (o 200D) a sinistra sul portellone, l’unico vero modo per distinguere una 200 dalle più potenti 230 a sei cilindri. Concludendo con le dimensioni di Mercedes-Benz 200, negli anni ’60 non si usava molto misurare la capacità dei vani di carico in litri, ma in kg, e con i suoi 500 kg di capacità di carico massimo la W110 è un’auto spaziosa e robusta anche per gli standard moderni.

Interni Mercedes-Benz 200

All’epoca, gli interni delle Mercedes-Benz 200 W110 Heckflosse erano considerati fin troppo classici e tradizionali, quasi sminuenti per una Casa dall’importanza di Mercedes-Benz, ma oggi sono semplicemente splendidi. La plancia è rivestita in un materiale morbido simile a quello dei sedili e personalizzabile anche a contrasto con questi ultimi, e sfoggia tutti i comandi integrati all’interno di un ovale con rivestimento in legno o verniciato del colore della carrozzeria dove troviamo i comandi dell’aerazione, della radio e, soprattutto il quadro strumenti.

Negli interni di Mercedes-Benz 200 W110 è proprio il cruscotto a spiccare: realizzato in verticale con strumenti a lancetta che salgono e scendono su questi strumenti, è forse uno dei cruscotti più iconici e particolari mai visti per la Casa di Stoccarda, ed è un peccato che, per normalizzare la vettura e renderla più moderna, siano stati abbandonati e sostituiti da classici indicatori circolari alla fine del 1967. Per il resto, lo spazio è buono e, contrariamente a quanto succede oggi, la posizione della leva del cambio è invertita. Il cambio manuale, infatti, è montato sulla colonna dello sterzo, mentre la leva del cambio automatico è posizionata sul tunnel centrale. La qualità costruttiva è eccelsa, e spicca anche l’assenza del devioluci per le frecce sul piantone: per inserire le frecce, infatti, bisogna muovere il piccolo semicerchio cromato al centro dell’enorme volante a due razze, mentre il clacson è al centro, come su un’auto moderna.

mercedes-benz-200-interior

Motori Mercedes-Benz 200

A livello di meccanica e motori, Mercedes-Benz 200 sfrutta l’eccellente base meccanica della più grande W111, dotata di un telaio monoscocca, il cosiddetto Ponton per cui la W111 e la precedente W121 erano diventate celebri tra gli appassionati della Casa. Sulla base di quella vettura, la nuova W110 sfrutta un passo accorciato di 5 cm, di un frontale semplificato, di motori a quattro cilindri ma la meccanica è pressoché identica. Condivide quindi con la W111 un’attenzione alla sicurezza molto generosa, con grandi parti della carrozzeria a deformazione programmata, il piantone dello sterzo collassabile e una cellula abitativa rinforzata con tubi d’acciaio.

Le sospensioni sono a ponte torcente con articolazione centrale e una grande molla di compensazione al centro, mentre davanti troviamo uno schema a ruote indipendenti. A livello invece di motori Mercedes-Benz 200 W110 è dotata esclusivamente di motori a quattro cilindri, sia a benzina che a gasolio. Il motore a benzina è, come indica la sigla, un 2.0 derivato dal 1.9 della 190c: dotato di doppio carburatore e portato a 1.988 cm3 di cilindrata, il nuovo 2.0 è capace di 95 CV, ed è disponibile sia con cambio manuale a 4 marce che con un cambio automatico a 3 rapporti. La versione a gasolio, invece, la 200D, è sempre dotata di cambio manuale, mentre il motore è lo stesso della 190Dc, dotato di 55 CV e 117 Nm di coppia, per uno 0-100 km/h coperto in 29 secondi. Affidabile e parca nei consumi, ma non proprio velocissima.

Motori Mercedes-Benz 200

Benzina

  • 200, 2.0 quattro cilindri aspirato, 95 CV, cambio manuale a 4 marce, trazione posteriore

Diesel

  • 200D, 2.0 quattro cilindri aspirato, 55 CV, cambio manuale a 4 marce, trazione posteriore

Prezzi Mercedes-Benz 200

A livello di prezzi, Mercedes-Benz 200 W110 era offerta, come da tradizione per le Mercedes dell’epoca, in un solo allestimento molto accessoriato. Di serie, infatti, troviamo i freni a disco all’avantreno, il servofreno, l’impianto d’aerazione e la radio. A richiesta, invece, si poteva puntare su soluzioni che nel 1965 erano a dir poco di pregio, come il cambio automatico, i vetri elettrici, il climatizzatore, ma anche le inedite sospensioni posteriori pneumatiche, per garantire il massimo comfort anche a pieno carico.

Oggi, invece, quali sono i prezzi di Mercedes-Benz 200 W110? Per avere una 200 a benzina del 1967 servono, in Italia, almeno 19.000 euro, mentre le Diesel, vendute in più del doppio degli esemplari da nuova, sono davvero rari al giorno d’oggi in quanto si tratta di automobili acquistate per macinare km, e quindi molte sono state portate alla fine dei propri giorni. Nel resto d’Europa, invece, ci si può portare a casa una Codine a partire da meno di 6.000 euro per esemplari da restaurare, da 9 a 11.000 euro per esemplari marcianti e 15/16.000 euro esemplari impeccabili, sempre a benzina. La più impeccabile è infine un esemplare bianco Diesel del 1966, proposto a ben 33.750 euro in Germania.

Mercedes-Benz 200: concorrenti e conclusioni

Elegante, raffinata, sicura e affidabile, Mercedes-Benz 200 W110 è, per molti, la prima discendente della dinastia Classe E, la prima berlina in grado di diventare la berlina media di Casa Mercedes. Certo, rispetto alle concorrenti Mercedes-Benz 200 W110 aveva dei limiti: lo stile interno ed esterno, per quanto sia apprezzato e valido oggi, non era iper-valutato in quanto considerato non più di moda. In più, i motori 200 a quattro cilindri, affidabili e parchi nei consumi, segnavano il passo rispetto alle rivali dirette, che molto spesso avevano una marcia in più in quanto a guidabilità, vivacità e prestazioni. La 200 e soprattutto la 200D erano però fatte per durare, per macinare centinaia di migliaia di km senza alcun problema, e facendolo garantendo comfort, qualità costruttiva e, prima tra le berline medie, anche un’attenzione superiore alla sicurezza.

Mercedes-Benz 200 è stata una delle prime automobili ad adottare una carrozzeria a deformazione programmata in caso di urto, o la colonna dello sterzo collassabile, così come il servofreno, ancora raro tra le rivali. Se quindi cercate un’automobile classica con uno stile inconfondibile, una meccanica impeccabile e molto affidabile e un’indole comoda, di qualità e ben riuscita, Mercedes-Benz 200 W110 potrebbe essere la classica perfetta per voi. Concludiamo, come di consueto, con le concorrenti di Mercedes-Benz 200, a partire dalle connazionali BMW Neue Klasse 1800 e 2000, Opel Rekord B e C e Ford Taunus 20M P5 e P7, senza dimenticare le italiane Alfa Romeo 2000 e 2600, Lancia Flavia e FIAT 1800B e 2300, concludendo con la svedese Volvo 144.

FAQ

Quando è stata lanciata la Mercedes-Benz 200 W110?

Mercedes-Benz W110 è stata lanciata nel 1961, mentre le versioni 200 e 200D con motori 2.0 litri sono state prodotte tra il 1965 e il 1968.

Quanto costa la Mercedes-Benz 200 W110?

Oggi, per portarsi a casa una Mercedes-Benz 200 W110 servono tra i 7.000 e i 25.000 euro all’estero, mentre in Italia si parte da 18.000 euro.

Che motori monta la Mercedes-Benz 200 W110?

Mercedes-Benz 200 W110 è dotata di due motori, tutti a quattro cilindri, un 2.0 aspirato da 95 CV e un 2.0 Diesel aspirato da 55 CV.

Valutazioni sul veicolo per Mercedes-Benz 200

6 Valutazioni

4,6